Edizioni Open

LibriCK Edizioni Open COME FUNZIONA

SERIE e LibriCK Scelti per Voi

SERIE e LibriCK Edizioni Open Come Funziona

© 2019  Edizioni Open – Regolamento Chi siamo

  • (Immagine di copertina di Fabio Elia)
    Giuro che questa è davvero la volta in cui abbiamo rischiato la pelle più che in qualsiasi altra occasione e non è come una di quelle sparate che fanno i marinai ubriachi ne […]

  • E’ l’alba. L’ultima stella del cielo sta tramontando: potresti non crederci, ma tra un po’ la sua luce verrà fagocitata da quella possente del sole che illuminerà il mondo, scacciando le tenebre per un altro gio […]

    • Hai scritto dettagli così intimi e profondi che stimo vivamente siano reali, che tu davvero via questa quotidianità, così com’è intima e splendidamente reale il doversi reincontrare al mattino davanti a una tazza di caffè per scambiarsi i propri sogni. Non esiste realtà più bella di questa.

  • Sabato ventoso, dalla vaga aria intrisa di coriandoli sfioriti e rami pietrificati dal freddo.
    “Blaise, vorresti mettere in fuga il reale?”
    “Che presunzione, smaterializzarti nella palude impaludata del reale […]

    • Questa serie mi intriga perchè è diversa da tutte le altre. Dietro i voli pindarici dei discorsi sui massimi sistemi scorgo la quotidianità di un diario, l’ironia di chi sa filosofeggiare senza prendersi troppo sul serio, il rapporto appenna accennato tra due amiche. Brava Blaise.

    • Ciao grazie infinitamente del giudizio espresso e della recensione che risponde al mio intento e messaggio. Non esitare ad esprimere liberamente le tue idee, perché le trovo molto costruttive, di un lettore attento oltre che di uno scrittore creativo e capace.

  • L’operatore entrò nell’ufficio del dottor Carlini con dei fogli – “Dottore ne ho trovata un’altra, stava sul tavolo della sala ricreativa”. -Il dottore afferrò la lettera, inforcò gli occhiali – “Ancora?” dis […]

  • Stavo camminando da ore ormai e non avevo la minima idea di dove mi trovassi. Mi guardai attorno più e più volte, ma non vidi altro che verde, un’infinita distesa d’erba che si stagliava fino all’orizzonte. Non a […]

  • Uccidi i tuoi idoli e diventa l’idolo di te stesso. La fredda e scura nube, però, è già dietro la collina, sta arrivando. Non rimane molto tempo per cercare il varco, ma io non ho distintivi o pistole da cons […]

  • “A me la vita è male”. Per quanto non condivida affatto questa affermazione confesso che dalla morte di mio figlio Giacomo il pensiero mio più volte sfiorò codesto motto. Ora soltanto mi rendo conto, certo in bre […]

  • «Aspettiamo di vedere gli esami, Sara. Poi aggiustiamo il tiro.».

    Me lo dice con tono pacato e monotono, lo stesso di sempre. E in quel plurale senza senso, in quell’ASPETTIAMO invece che ASPETTA, è racc […]

    • Mi hai colpito: scrivi magistralmente, con uno stile crudo e diretto, adatto al tema, eppure, in qualche modo, anche poetico ed evocativo. E’ un racconto pieno di contrasti, direi uno dei migliori che ho letto qui. Bravissima!

    • Ti ringrazio, il tuo commento mi rende felice!! Sapere di essere riuscita a suscitare emozioni… mi emoziona tantissimo!! Grazie ancora 😙

  • La penna che mi scivola tra le mani e lascia sulla pagina bianca continue macchie di colore nero, a mano a mano diventando lettere chiare e ben distinte e alla fine prendono la forma di parole, danno voce ai miei […]

    • Davvero stupendo, complimenti Sharon!

    • “Non smettete mai di inseguire i vostri sogni, più la strada è tortuosa e più probabilmente è quella giusta” … Grande Sharon. Bellissimo !

      • Grazie Daniele. Una frase che davvero mi caratterizza, e che ormai é diventata parte della mia intera persona. Un giorno l’ho scritta su un pezzo di carta, e da allora mi segue come un’ombra. 😊

    • Bellissima Sharon continua cosí, mi hai toccato profondamente il cuore, sei una ragazza molto sensibile… Un abbraccio affettuoso da Ninmah:-)

      • Ciao Ninmah. Grazie davvero, é un onore essere riuscita a trasmetterti una mile emozione. Un abbraccio a te. 😊

    • Complimenti Sharon. Scrivi davvero molto bene. In bocca al lupo

      • Ciao Riccardo! Questa é la prima volta che faccio leggere qualcosa di mio e il complimento, detto da te, mi riempie di gioia. Grazie davvero 😊

    • E’ il terzo racconto che leggo, Sharon (hai il nome di mia figlia maggiore) su EO, e devo complimentarmi. Una scrittura veloce, introspettiva che guarda oltre la semplice narrativa, quella che stravende senza eccellere. Bellissima l’analisi, quella di ogni scrittore, e non “aspiranti” come vorrebbero racchiuderci. Se elaboriamo uno scritto, non aspiriamo ma scriviamo. Detto questo, hai raffigurato come un dipinto lo spirito che muove l’ispirazione, le motilità profonde dell’anima che possono soffermarsi anche alla curiosità di una piccina. Siamo tutti noi in questo racconto mai esistito, perché è attraverso gli occhi aperti ai sogni che le nostre profondità prendono vita sulla crta prima, e attraverso gli stessi sogni dei lettori.

      • Ciao Peter. Complimenti per la scelta del nome, che ha una lunga storia di origine, come ben saprai.
        In poche righe hai racchiuso ciò che volevo comunicare con questo semplice racconto.
        Non credevo di esserci riuscita, ma ho scritto quello che vige nel mio cuore.
        Questa passione si è raccontata da sola, non ho avuto modo di prenderne il sopravvento.
        L’anima umana è una materia incorporea, che se analizzata, da la possibilità di scoprire oltre il materiale.
        La bambina è stata un tramite, uno sorta di specchio con cui prendere coscienza di se stessi.
        Grazie davvero per il complimento.
        Un racconto che non esiste nella materia, ma nell’anima di ogni sognatore.

  • Non avevo altri guai che trovarmi con un etto in più sulla bilancia, o il non avere la borsa ultimo modello prima delle amiche, o che ai miei party intervenissero meno di centocinquanta […]

  • Carica di più