Edizioni Open

LibriCK Edizioni Open COME FUNZIONA

SERIE e LibriCK Scelti per Voi

SERIE e LibriCK Edizioni Open Come Funziona

© 2019  Edizioni Open – Regolamento Chi siamo

  • Finisce la scuola e per la prima volta non mi fermo a chiacchierare con i miei amici. Oggi è il mio primo giorno di servizio sociale e ho solo un’ora per il pranzo. Fortunatamente la casa di riposo in cui devo […]

    • “…è tutto confermato ed io mi sento come un bambino a Natale…” non saprei trovare un modo migliore per esprimere l’aspettativa e la gioia di incontrare qualcuno! Mi piace come scrivi! Semplice ed efficace. Brava 🙂

  • Mary era una ragazza bella e solare. I ragazzi la corteggiavano ed erano sempre pronti a invitarla ad uscire. Le sue amiche la invidiavano segretamente per i suoi lineamenti fini e delicati. Mary sapeva di essere […]

    • Altro bell’episodio dai toni surreali che tocca il mito immortale della bellezza e del desiderio di trattenerla ad ogni costo; anche a costo di intraprendere una deriva catastrofica.

  • Oggi è il mio primo giorno di servizi sociali, questa mattina non mi sveglio alle 06:30 ma alle 7. Non ho più voglia di fare colazione al bar con gli altri, non ho proprio voglia di vedere nessuno.Sono seduto al t […]

  • Sono Marco, un ragazzo di 17 anni, frequento un istituto professionale e sono uno dei ragazzi più grandi della scuola. Sono all’ultimo anno finalmente, inizialmente avevo intrapreso un corso di studio molto pi […]

    • Hai uno stile diretto che mi ha strasportato subito nel vivo della storia. Vado subito all’episodio 2 🙂

    • Grazie mille Tiziano, sono felice che la mia storia ti stia prendendo, non perderti i prossimi episodi 🙂

    • Sofia un argomento molto in vista ed affrontato in quest’ultimo periodo, il finale è stupendo perché il ragazzo protagonista viene scoperto dai carabinieri e quindi vince la giustizia. Viva il lieto fine.

      • Ciao Matteo, ti ringrazio ma nel mio racconto in realtà io non ho preso posizione come sembra nel primo capitolo. Credo che un argomento così importante non debba essere messo in discussione anche in un semplice racconto.

    • Il modo in cui racconti comunque è scorrevole e pieno di suspense, proprio per il tipo di target di lettori anche se un altro genere potrebbe essere quello del college o dell’amore. In ogni caso ripeto una scelta coraggiosa e viva il lieto fine.

    • Ottime stile con un buon incipit, sicuramente leggero i prossimi episodi!!

  • Lucy osservava spaventava la maestra di scuola e la guardava senza distogliere lo sguardo, per interi minuti. Era la ragazza più brava e dolce della classe. I compagni di scuola erano abituati a vederla li’, co […]

  • Nico amava le piante. Le amava veramente. Ci passava del tempo appena poteva. Tornato dal lavoro gli dedicava le ore più belle della giornata prima di prepararsi la cena. Non usciva con gli amici e non andava a […]

  • La madre era alta, magra e di colore. Aveva i capelli ricci e vaporosi, il corpo atletico e muscoloso. Una donna che sapeva farsi notare in tutte le circostanze. Gli sguardi degli ammiratori si soffermavano a […]

    • Nelle tue storie lampo, serpeggia un’oscurità che dà i brividi. All’apparenza possono sembrare semplici, anche troppo. Una volta concluse, però, ti lasciano un senso di disagio ( un disagio positivo che porta alla riflessione ). Brava!

    • Grazie Dario. Hai colto in pieno il senso di malessere di cui sono intrisi i personaggi.

  • Jonny portava sempre lo stesso giubbotto. Non perché fosse costretto ma perché gli piaceva tenerlo con sé. Se lo portava accanto anche in estate, trascinandolo nelle strade della citta. La gente lo considerava fo […]

  • A una settimana dall’incidente, Finn non aveva ancora avuto ancora la necessità di tornare in quella casa. Tra le lettere che aveva consegnato non ce n’era più stata una indirizzata a lei. Ma il ricordo di ciò a […]

  • Era innamorata di Roberto. Il ragazzo la tormentava di passione. Lui era bello, bruno, con la pelle color oliva. Aveva il sapore del mediterraneo, dell’avventura, del mare, della passione. Amava il suo sguardo f […]