Edizioni Open

LibriCK Edizioni Open COME FUNZIONA

SERIE e LibriCK Scelti per Voi

SERIE e LibriCK Edizioni Open Come Funziona

© 2019  Edizioni Open – Regolamento Chi siamo

  • Come si arriva sull’orlo del baratro? Cosa si vede nell’abbisso?

    Dipende.

    Da cosa?

    Da come arrivi lì da quale percorso hai fatto per arrivare lì.

    Perché?

    Perché nella vita ci sono percorsi alterna […]

  • Sto qui per terra, col naso di gomma tondo e rosso sopra un sorriso disegnato a cera, e mi nascondo dentro un vestito largo e goffo.
    Venite, venite, guardate come sono bravo a farvi ridere: ora corro e inciampo su […]

  • (Immagine di copertina di Fabio Elia)I mediamente organizzati non possono stare, a lungo, fermi in un punto. C’è un irrequietudine di fondo che li spinge a non sostenere l’immobilità e il sollazzo per troppo tempo […]

  • Ero lì con la canotta grigia e la gonna di jeans, i capelli raccolti e stretti, lì nel pieno mezzo di persone fulminee, dentro un viale del supermercato con i carrelli della spesa come piccole a […]

    • Il consueto stile impeccabile che ti contraddistingue fa solo da sfondo a questa fiaba metropolitana, delicata e audace, in cui il gioco mentale dell’amore diventa reale. Brava davvero. Bello.

      • Ciao Tiziano,
        grazie dei tuoi commenti sempre così personali, attenti e riflessivi su ciò che leggi. Parlare d’amore mi viene abbastanza facile, e quando una cosa mi appartiene riesco a destreggiarla bene o almeno ci provo a far si che questo accada.
        Devo trattenermi sullo stile impeccabile, ed evitare di gongolare come fossi su una nuvoletta leggera, ed esprimerti soprattutto un sincero e lucido grazie.

    • Ciao Marta, il tuo LibriCK ci è piaciuto tanto e abbiamo pensato di metterlo in evidenza nella homepage. Grazie!
      EO

    • Un racconto in perfetto stile ucronico. I due piani temporali (presente-futuro) coesistono perfettamente, dando al racconto un ritmo ed una preziosità che lo fanno apprezzare particolarmente. L’Autrice dimostra una non comune maturità nel saper padroneggiare la prosa, che fluisce lucida fino alla fine. Complimenti!

      • Wow, quale gioia poter leggere questi commenti così positivi e belli, grazie! Volevo rendere dolce, leggero e entusiasmante, la presa di coscienza quando capisci che un sentimento sta cominciando, allegramente, da entrambe le parti.

    • Un incoraggiamento in più da me: brava!

    • Certo, spesso l’amore nasce così per caso, anche tra gli scaffali del supermercato. Il racconto si legge bene e le frasi sono fluide e rendono perfettamente il concetto che l’autrice vuole esprimere. Complimenti.

      • @auroradellarosa grazi mille, davvero 😀
        Questo è un racconto molto semplice e leggero, lineare, proprio come un amore che nasce per caso nei normali reparti di un supermercato, sono contenta che questo arrivi in modo così spontaneo.

  • Marco avrebbe potute udire a distanza di km le onde infrangersi sulla scogliera di s’Arany tanto era il suo amore per quei luoghi e per quel rumore denso di significato.
    Il rompersi delle onde come simbolo d […]

    • Nel tuo racconto si sente tutto il modo di vivere pieno che narri di Marco, un racconto tondo e circolare, così zeppo di riflessione da sembrare una voragine senza fine in cui il lettore fa la trottola fra queste tue parole, davvero interessante questa pienezza, bravo!

    • Grazie Miller.
      In realtà più che un racconto è il primo capitolo di una storia più lunga che ho scritto.

  • Al tempo non potevo saperlo. Pensavo solo di star scrivendo l’articolo che mi avrebbe cambiato la vita! Mi avrebbe portato a diventare caporedattore del giornale. Magia? Quasi. La magia la immaginavo benevola, f […]

  • (Immagine di Fabio Elia)
    Col buio fitto dell’alta montagna e senza alcun riferimento, i pendii sembravano tutti uguali, ma non potevano esserci grossi problemi di disorientamento, la direzione bene o male era q […]

  • Guardo la goccia scivolare lungo il vetro. Scorre lentamente, frenata dalla polvere degli anni che si è depositata sopra.
    Dietro di sé lascia una scia di sporco su cui si incanala un’altra e poi un’altra ancor […]

    • “frenata dalla polvere degli anni che si è depositata sopra”

      Fin alla prima frase abitui il lettore ad una certa estetica di frasi, che colpisce.
      La diversità caratterizza la vita di ognuno di noi, e le cose, uguali di per sè, trovano il cambiamento in come vengono da noi vissute.
      Il bilanciamento di questa considerazione scorre nitido per tutto il racconto, brava e toccante!

    • Bella storia che racconta insieme passato e presente. Piacevole da leggere.

    • Bellissimo testo!

  • Ho ripreso a camminare, andando incontro a quel mugghiare che il vento produceva passando tra due picchi.  Avido di alture, da cui ingozzare gli occhi di bellezza, avanzavo freneticamente, dandomi di volta in […]

  • Avevo pensieri densi e quasi impertinenti quella sera. Ad interromperli solo il suono familiare e duro di quelle parole, flesse e occlusive, che arrivavano dalla strada. L’acciaio sassone di un idioma che sapeva […]

    • Mi sono venuti i brividi. Davvero toccante e commovente. Oltretutto, raccontato con uno stile impeccabile.

    • Grazie Maeb, ci hai regalato un’altra storia avvolgente, da cui personalmente mi sento svuotato. Spero ti piaccia la copertina che abbiamo scelto. La tua storia è stata condivisa sul nostro canale facebook

    • Grazie anche per la bella photo-cover.

    • Hai uno stile narrativo stupendo, attanagli sensazione, fai star male, ma è altamente positivo che tu riesca a far arrivare questa sensazione, lo fai in un modo altamente coinvolgente.
      Davvero molto molto brava!