I nobili Drok e Zorex – Atto II

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok - Seconda stagione


Giardini della villa

Il battito rallentò, il respiro si contrasse, l’energia confluì.

Quando l’alone violaceo inglobò l’intera tenuta, Mackenna Ledesma tolse la benda all’occhio e ampliò lo spettro percettivo. La fontana adesso gorgogliava piano, il cinguettio degli uccelli si attenuò e gli effluvi del giardino esplosero. Odoravano gli abeti, i fiori di elleboro e magnolia, odorava l’edera che si arrampicava sulle pareti della tenuta.

A quel punto isolò i sensi e si concentrò fino a cogliere le essenze vitali all’interno della villa. Proprio in quel frangente, un gruppo di persone stava confluendo in una stanza.

«Allora? Ne hai ancora per molto?» le disse l’uomo accanto. Il cappuccio e il mantello non riuscivano a celare il metro e novanta, le spalle larghe e le braccia muscolose di Neigmor Crepa Ossa.

«Si stanno spostando in sala da pranzo» rispose lei a bassa voce.

«Daniel?»

«È con loro» affermò. «Conto in totale dodici anime. Nove hanno preso posto attorno al tavolo.»

«Gli altri saranno gli scagnozzi di Renchell» aggiunse il guerriero.

«E non sono di certo soltanto tre!» Mackenna spostò lo sguardo in più punti. «Quattro guardie sorvegliano la porta principale, due le scale dell’atrio e altre sei i piani superiori.»

«Interessante!»

«E non è finita!» riprese la donna. «Due vigilano l’ingresso di un androne nella parte ovest della villa e…»

«E?»

«Altri dodici uomini sono dislocati lungo una galleria sotterranea! Ma… riesco a distinguere qualcun altro, poco più lontano. Si tratta di un uomo. È solo. Trema.»

«Cazzo, Daniel aveva ragione!»

Mackenna si voltò verso il compagno. «Il nostro bel principe ha sempre ragione!»

«Nostro?» sbuffò Crepa Ossa. «Tuo vorrai dire! Ogni volta che si parla di lui, scalpiti. Di’ la verità, vuoi portartelo a letto?»

La donna fece cadere il cappuccio all’indietro, rivelando i suoi splendidi capelli corvini dai riflessi violacei. Con un gesto lento e ostentato, si scostò la lunga coda di lato, rivelando un tatuaggio tribale a forma di timone. «Portarmelo a letto? Ovvio… per la quinta volta.»

Neigmor si lasciò scappare la parvenza di un sorriso. «Sei una tosta, lo ammetto. Non ho mai visto nessuno usare poteri del genere.»

«Mio caro Neig, non sono l’unica in grado di percepire l’essenza vitale. E poi, oltre a essere un’abilità che richiede tanto dispendio di energie, ha un raggio di azione davvero limitato. Se oggi riesco ad amplificare in questo modo i miei poteri, lo devo a Daniel. Lo sai bene.»

«Già. Adesso posso fare la mia parte?» ribatté, scoprendosi anche lui il viso. Il suo sguardo cupo si sposava alla perfezione con la mascella squadrata, i capelli neri e l’insolito ciuffo argentato.

«Calma. Prima di ripulire l’esterno della tenuta dalle guardie, lasciami avvertire gli altri.» Quindi estrasse dalla tasca un bigliettino con una nota di violino disegnata sopra. Lo coprì con i palmi e lo avvicinò alla fronte.

«Adesso mi sembri un’idiota!» la schernì Neigmor. «Sicura che funzioni?»

«Dovrebbe» tagliò corto lei.

Dopo qualche secondo il pezzetto di carta vibrò, il simbolo prese a pulsare di una tenue luce azzurrata ed emise una flebile voce femminile: Qui Lydia Kyreas, ho ricevuto il vostro messaggio. Questo vuol dire che possiamo dare inizio alla fase successiva. Cacciatore ed io copriremo il lato ovest, Alo e Grouch la parte est. Mackenna, stai attenta. E tu, Neigmor, non esagerare.

***

Interno della villa, sala da pranzo

Se non si contava il benvenuto lapidario e formale con cui li accolse come “signori delle terre alleate”, il conte non aveva ancora scambiato neppure una parola con gli ospiti. Il banchetto tardava a iniziare, seppur l’araldo avesse già annunciato i presenti al convivio. L’enorme tavolo rettangolare poteva accogliere oltre trenta persone e Renchell, con indosso un vestito di raso nero sfarzosamente ricamato in oro e argento, era seduto a capotavola su un trono munito di un’alta base.

Alla sua sinistra avevano preso posto: il castellano Orhot; i nobili Drok e Zorex Fargano; la dama dei Colli Sempreverde, Meb Alaykandoshantat. Quest’ultima, per ovvie ragioni, era stata denominata dal gigante come donna Meba.

Sul lato opposto seguivano: gli ospiti del principato di Nedica, un tredicenne paffuto di nome Birio e un anziano dai lunghi capelli a boccoli che si era presentato come Ribio; Giuliu Lucanna, sovrano del regno di Uromn; e l’affascinante cavaliere di Valhen, Daniel Eddy Wey.

Vigilavano l’ingresso della sala, tre guardie bardate di armatura completa, spada e scudo.

Sembrava essere tutto nella norma, si disse Drok, almeno per quanto riguardava un contesto del genere. C’era qualcosa però che non andava, i suoi infallibili sensi nanici glielo segnalavano. Lanciò uno sguardo discreto con la coda dell’occhio verso il giovane Daniel. Lui sapeva qualcosa, ne era certo.

«Ehi, zuccone,» bisbigliò al gigante accanto «mi raccomando… occhio vigile, orecchie alte e bocca chiusa! Intesi?»

Mettersi nei panni di Zorex a volte non era facile. Come poteva rispondere al nano se gli era stato appena ordinato di non aprire bocca? Optò per una semplice alzata di spalle.

«Cerca di non distrarti e ricorda che la missione è…»

L’ingresso del maître lo strappò di netto ai suoi ragionamenti, soprattutto dopo aver elencato – in tono solenne e non privo di orgoglio – le portate: «Oggi proponiamo spalla di cinghiale arrosto allo zenzero e melograno; lardone di maiale alla birra con melanzane e bacche di ginepro; stinco di vitello stufato su un letto di spinaci cotti a vapore, porcini e tartufo; petto d’anatra saltato in padella con cavolo rosso, castagne e mirto; zuppa di farro, peposa e fagioli rossi; tagliata di manzo con rucola, mandorle tostate e giuncata. Specialità della casa: coscia d’oca al vino bianco, con una scelta di frutta alla piastra.»

Il gigante rimase con la testa china, aspettando che Drok finisse il suo discorso. Tuttavia l’attenzione del nano era interamente rivolta sui vassoi che, uno dopo l’altro, venivano serviti dalla brigata di sala.

«Drokke?»

L’odore della carne arrosto – che si sposava con aglio, cumino, funghi, patate – era gradevole, raffinato, semplicemente divino.

«Drokke?» insistette Zorex. «Duvere ricordare che missione è?»

Drok articolò la bocca per parlare, senza emettere alcun suono. Si ridestò solo quando gli giunsero alle narici i vapori e gli aromi dei piatti fumanti. «Qual è la nostra missione, oggi, qui, adesso?» deglutì, deglutì come solo un nano sapeva fare. «La nostra missione è morire! Morire mangiando!»

Zorex aggrottò le sopracciglia. «Anco io avere tanta fame, ma duvere andare anche in bagne.»

D’un tratto, il conte Renchell abbandonò la discrezione e alzò il calice. Drok dovette soffocare il desiderio di strafogarsi e si unì al resto degli ospiti per il brindisi inaugurale.

«Drokke, non riuscire a bere» ritornò a sussurrare il gigante. «Devo andare a fare…»

«Sarebbe di cattivo gusto non farlo, non possiamo destare sospetti. Quindi, vedi di tracannare questi due sorsi senza fare troppe storie!»

«Brindo a voi, a questo incontro, a questa vita» esordì il conte. «In alto le coppe, per la nuova era che verrà. Per il regno!»

«Per il regno!» risposero a gran voce i convitati, prima di gustare il vino dalle delicate note di rosa antica. Bevvero tutti tranne Zorex il quale, approfittando del momento di comunione, aveva versato il contenuto del suo bicchiere sotto il tavolo.

Poi il mormorio dei commensali fece da sfondo al banchetto. E se da una parte molti si limitavano quasi a sfiorare a malavoglia le pietanze con le posate d’argento, dall’altra Drok e Zorex ci andavano giù pesanti. A volte, dopo aver trangugiato qualcosa troppo in fretta, il nano si fermava, annuiva sorridendo, si nettava le labbra con il tovagliolo e sorseggiava vino. Infine riprendeva con la sua personale strage.

Zorex, invece, si dilettava a interloquire ogni tanto con donna Meba, da lui così soprannominata, un’amabile signora di circa settant’anni che non aveva mai smesso di togliergli gli occhi di dosso.

«E dunque signor Fargano, non avete proprio nessuna donna ad attendervi a casa?»

Il gigante aveva scrollato le spalle e scosso la testa.

«Siete un uomo di poche parole, come piacciono a me! D’altronde, sono sicura che con il vostro nerboruto corpo non avrete bisogno delle parole per conquistare una dama!» Avvicinò le labbra al suo orecchio. «Non giudicatemi male, ma io vi mangerei ora stesso.»

Zorex si sentiva sempre più confuso e smarrito, sia per lo strano linguaggio adottato dai nobili e sia perché, malgrado il buon cibo, i presenti preferivano mangiare lui.

Quella missione stava risultando più pericolosa e complicata del previsto, senza contare che aveva un impellente bisogno di trovare una latrina.

«Drokke, qui ci sono tanti cannipali» disse al compagno con un filo di voce.

«Smettila di dire scemenze! Rilassati e mangia.»

«Va bene, ma putere andare adesso a cercare bagne?»

La loro discussione fu interrotta improvvisamente da Renchell. «Signori Fargano, non ho mai avuto il piacere di conoscervi personalmente. Ho saputo che da poco avete ereditato le fortune di vostro zio. Ditemi, come vanno gli affari a Galenda?»

«Gli affari? Ehm… non male. Abbiamo a disposizione tante terre… per cui viene facile… gestire… ogni cosa» farfugliò, indeciso su cosa rispondere.

«Ne sono sicuro» ribatté il conte. «Conoscevo vostro zio. Monio Fargano, pace all’anima sua, ha sempre avuto dei riguardi di stima e rispetto nei miei confronti.»

«Già, lo zio era davvero unico» sostenne Drok, non sapendo bene dove stesse andando a parare. «Non è vero, fratello?»

Ma quando si voltò, si rese conto che Zorex era sparito.

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok - Seconda stagione
  • Episodio 1: Ritorno alla Dimora dei sussurri
  • Episodio 2: I nobili Drok e Zorex – Atto I
  • Episodio 3: I nobili Drok e Zorex – Atto II
  • Episodio 4: I nobili Drok e Zorex – Atto III
  • Avete messo Mi Piace6 apprezzamentiPubblicato in Narrativa

    Commenti

    1. Fabio Maltese

      Allora io dico C perché Zorex potrebbe combinare una dei suoi sfaceli geniali a cui ci ha abituato.
      Io trovo veramente esilaranti i dialoghi tra Zorex e Drok, sono veramente una coppia perfetta. Nella loro semplicità riescono a prenderti sempre per mano ed immergerti nell’episodio. Grande ❤️

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Eh mi sa proprio di sì! Altrimenti non sarebbe Zorex! 🙂 Contento che i dialoghi ti siano piaciuti, so quanto ami questo tipo di “scambio intellettuale” tra i due. ahahahah 🙂
        Grazie mille come sempre per il tuo importante punto di vista e, immancabilmente, per il tuo voto! Vada per la C. 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Mi fa piacere che sia stato di tuo gradimento! Ti ringrazio per aver letto e votato! Allora vada anche per te il seguito C!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Giovanna! Ti ringrazio per aver letto l’episodio e votato il seguito. 😊 A quanto pare anche tu scommetti nella C! Alla prossima. 😉

    2. Peppe Cataldi

      Ancora una volta Drok e Zorex si ritrovano in situazioni assurde. Non immagginavo che Drok arrivasse a deragliare dalla missione e vedendo tutte le portate, mi ha fatto ridere .Pure Giuliu Lacanna ,forse il nome… Sono cuorioso di vedere Daniel in azione. Zorex per dare il meglio di se ,ha bisogno di vagare libero, comincio a ridere adesso nel caso eheheh. Per me è di certo il Seguito C !

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Chi non perderebbe il senno davanti a cotanto cibo? 😂 I nobili presenti alla tavolata sono in qualche modo tutti belli epici, Giuliu Lucanna compreso, ma per questioni di spazio non potrò approfondire molto. Magari nel probabile romanzo che ne conseguirà. 😁

      2. Giuseppe Gallato Post author

        Mi è partito erroneamente il tasto di pubblicazione.
        Di Daniel mi sono limitato a fornire solo qualche “accenno”, ma ti assicuro che più avanti si mostrerà in tutto il suo… splendore! 😊
        In ultima analisi, inutile dirti che Zorex combinerà un bel casino… Soprattutto nel caso del seguito C. Aggiorno la votazione e come sempre ti ringrazio per ogni tua singola parola! 😊

    3. Vanessa

      Ciao Giuseppe, ero molto curiosa di leggere questo episodio 🙂
      Parto con il ringraziarti di nuovo per aver introdotto la mia Mackenna in una serie come questa che personalmente mi piace un sacco. Non ho mai scritto di lei, nella mia testa assume toni goliardici, eccentrici, imprevedibili, un pò strambi, un mix tra il cappellaio matto, Ariel/Medusa e Jack Sparrow. Tu hai mostrato un lato di lei a cui non avevo pensato ed è parecchio normale, abbiamo menti creative differenti e così… ho scoperto che è stata tra le braccia del bel Daniel per ben 5 volte e lo dice con una certa nonchalanche u.u sfacciata la ragazza. E’ da lei ma questo colpo di scena non me l’aspettavo o.o ahahahahha
      Come sempre Drok e Zorex, li trovo adorabili. Capisco bene la proposta di donna Meba, Zorex infonde sempre un mix tra “che figo e oddio sono sicura che farà qualche cazzata” :3 .
      Una cosa che mi ha incuriosito? Mackenna ha nominato una figura solitaria e tremante tra le anime da lei viste… Io mi domando chi sia e spero di saperne di più nel prossimo episodio.
      E quindi voto il SEGUITO C, con la speranza che Zorex nel farne una delle sue, si imbatta in qualcosa di molto interessante.
      A presto!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Vanessa. Figurati, è stato un piacere! 🙂 Eh, infondere in meno di 600 parole tutto questo per caratterizzare un solo personaggio la vedo dura. Per quanto riguarda il colpo di scena che intendi tu, chissà… magari Mackenna sta scherzando! 🙂
        Eh sì, la tua curiosità è più che giustificata: quella figura solitaria è il punto cardine della storia. Ottima intuizione. Il motivo che ti spinge a volere vedere Zorex vagare/perdersi nella villa ha un suo grande perché! Dunque, altro punto per il seguito C e… tifiamo per il prode Zorex. Grazie mille! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        E chi non vorrebbe trovarsi accanto a Zorex e Drok, soprattutto in un momento del genere? 😂😂😂 Quindi anche tu speri che il gigante si perda nella villa? Poverino! 😁 E seguito C sia. Grazie mille! 😊

    4. Micol Fusca

      Ciao Giuseppe, finalmente trovo il tempo per commentare. Ho letto l’episodio dopo la pubblicazione, non vedevo l’ora di conoscere cosa hanno combinato il buon Zorex e l’affamato Drok. Ricordo che, per fortuna, avevo già cenato! Il nome di Alo mi ha fatto versare qualche lacrimuccia, più che altro perché fremo d’impazienza all’idea di scrivere di lui. Grazie per averlo coinvolto, questo mi fa sentire ancora più parte della “famiglia”. Sono curiosa di conoscere i risvolti della vicenda, l’identità dell’uomo solo e impaurito, quali altre strampalate avventure attendono i nostri eroi e qualcosa di più sulla vera identità di Daniel. Come dicono dalla mie parti (e un po’ le tue per elezione), “tanta roba”! Per il seguito, voto C 😀

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Micol. Alo è un bel personaggio, sono io a ringraziarti per avermi concesso l’onore di “coinvolgerlo” in questa serie. Sono sicuro che sentiremo ancora parlare di lui, tempo al tempo! 😉 Hai sollevato dei buoni interrogativi, soprattutto per quanto concerne Daniel: si è scoperto essere un principe… ma sarà solo questo?
        Per il seguito, invece, vedo che anche tu brami vedere Zorex vagare per la villa. Vada allora per la scelta C. Come sempre ti ringrazio per il tuo fedelissimo supporto. 🙂

    5. Ivan Collura

      Con quel menù, mi hai fatto venire fame! Ahahaha
      Io voto per la C, sono troppo curioso di sapere cosa il gigante, a parte il bagno, troverà nella villa… Magari un bello scheletro all’interno di un Armadio?

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ti capisco, non puoi immaginare la fame che avevo mentre descrivevo le portate! Vedo che il seguito C è quello che attira più di tutti. Dunque speri anche tu che Zorex si perda tra i meandri della villa? Eh sia. 🙂 Grazie mille per il tuo voto.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahh, vorresti vedere Zorex abbattere le guardie a suon di pugni? Tutto per un semplice bagno? Eh sì, molto plausibile con il gigante! Ahahahah 🙂 Vada allora per la scelta A. Grazie mille, Riki. 🙂

    6. Andrea Bindella

      Grande Giuseppe!!!
      Grazie per aver ridato “vita” a Neighmor Crepa Ossa 😆, mi fa sempre tornare alla mente tanti bei ricordi. 😃
      Seguito C
      Sono curioso di leggere cosa troverà Zorex 🤣 e se demolirà tutto.
      Ho letto il LibriCK prima di andare a letto e mi hai fatto venire fame 😅 maledetto!!! 😆
      Storia divertente e scritta molto bene come sempre, grazie!!!
      A presto 😄🤗

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grazie a te per avermi fatto “dono”, in questi atti, del tuo bel personaggio. Tanti bei ricordi? Immagino tu stia parlando di D&D, vero? 🙂 Eh, a chi lo dici! Contento che l’episodio ti sia piaciuto, così come sono contento di aver stuzzicato il tuo appetito. Come sempre ti ringrazio per il tuo prezioso contributo. E seguito C sia. 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Contento che ti sia piaciuto, grazie mille! 🙂 Anch’io sono curioso di capire che fine farà Zaorex. Altro punto per il seguito C! 🙂

    7. Daniele Agosta

      La verità è che in un contesto normale Drok non avrebbe lasciato a nessuno niente… E il fatto che la sua missione fosse proprio quella di mangiare fino a morire sarebbe la morte più onorevole possibile… Hahaha. Una storia strepitosa.. Una situazione altre modo difficile.. Il nostro compare Zorex deve fare la pipi.. Non conosce la strada.. A malapena può parlare…. Cosa dire. Sicuramente si perderà nei meandri del castello
      .. E se veramente succede così sicuramente ne vedremo delle belle. Hahaha speriamo riesca a raggiungere il bagno senza farsi mangiare l’uccello dalla vecchia megera. Hahaha ho riso come uno scemo chiuso in bagno.. Sei mitico amico mio. Smak. C

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Giustissimo! Per Drok morire mangiando è tra le morti più onorevoli che possa desiderare! Ahahaha 🙂 Senza contare che il cibo ha il potere di fargli perdere completamente la bussola. Per un attimo ha dimenticato la villa, i nobili, Zorex e la missione! Sulla tua scelta, non avevo dubbi… ovviamente speri che Zorex si perda nei meandri della villa! E te pareva. 🙂 E viva donna Meba!
        Altro punto per il seguito C. Grazie mille, amicone!

    8. Salvatore Di Stefano

      Peppe l’attesa per i tuoi racconti è sempre abbondantemente ripagata quando questi escono!
      Ormai sappiamo che quando ci sono Drok e Zorex risate, divertimento e situazioni tragicomiche sono all’ordine del giorno!
      Mi riallaccio ad un altro commento scrivendo anch’io che la descrizione del banchetto mi ha riportato alla mente scene epiche dei film di Bud Spencer e Terence Hill!
      Circa la prosecuzione, ero in dubbio fra la “A” e la “C” ma voto convintamente quest’ultima

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ti ringrazio, carissimo collega! 🙂 Già, come non richiamare alla mente Bud e Terence… il loro modo di consumare i pasti è Drokzorexiano o Zorexdrokkiano! 🙂 Come avevo preannunciato lo scorso mese, questi atti saranno all’insegna della “serietà”… ancora non abbiamo visto nulla. 🙂
        Quindi alla fine ti sei deciso per il seguito C? E C sia! 🙂

    9. Isabella Sguazzardi

      Ciao Giuseppe,
      come è sempre il tuo stile ottima descrizione dei dettagli e dei personaggi. So che è mattina mentre ti scrivo ma credimi che con le portate che hai descritto mi è venuta una fame! Mi sembra di essere lì. Grande! Io avrei optato per la C all’inizio ma siccome Drok gli ha detto di fare il bravo adesso scelgo la A perché vorrei che si movimentasse di più la scena. 😁

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Isabella, contento che ti abbia fatto venire l’acquolina in bocca di primo mattino. Con le portate mi sono sbizzarrito, vero, anche se mi sono dovuto limitare per ragioni di spazio. Ahahaha 🙂
        Dunque speri che il nostro Zorex si incasini con le guardie? Staremo a vedere! Vada per il seguito A. Grazie mille!

    10. Debora Aprile

      Introduzione fantastica e veramente ben descritta, come solo tu sai fare, magistralmente! 💖
      Questo episodio mi ha fatto morire dal ridere, i nostri eroi sanno sempre come regalarci delle grasse risate. Tra Drok che si fionda sulle squisite pietanze, affamato, come nessun nobile in realtà farebbe, e Zorex che pensa di essere finito in un banchetto di “cannipali”, nella sua ingenuità – che ce lo fa amare ancor di più -, non so chi dei due sia messo peggio ahahah!
      Questa volta ho avuto le idee molto chiare sin da subito per quanto riguarda la scelta del seguito… per me è C! Voglio proprio capire cosa potrà combinare il gigante vagando per una villa satura di guardie, sprovvisto della sua componente razionale (e nanica!)
      Attendo il seguito 😍😍😍

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ma grazie!!! 🙂 Esattamente, i nostri eroi sanno sempre come farci ridere… soprattutto perché non hanno ancora capito che cacchio ci fanno lì! Si trovano in sostanza tra due “eserciti”, quello esterno la villa e quello interno, tra guardie, nuovi personaggi e l’epico Daniel. E sì, mentre Drok dimentica ogni cosa per via del cibo – come dargli torto -, Zorex rischia la vita con la “giovane” donna Meba (ho il sentore che questa donna Meba entrerà nella leggenda). 🙂
        Sulla scelta vedo che anche tu ti sei buttata a capofitto sulla C, segno che cominci a comprendere come funziona Zorex. Tra l’altro mi hai fatto ridere quando hai scritto “sprovvisto della sua componente razionale e nanica”. Senza Drok, effettivamente, il gigante è un disastro completo! 🙂
        Quindi altro punto per il seguito C. Grazie ancora per il tuo straimportante contributo! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grazieeee! Anche se non mi piace perdermi in lunghe descrizioni, a volte ci vogliono. 🙂
        Vada per il seguito C!

    11. Antonino Trovato

      Ciao mitico Giuseppe, l’attesa viene sempre ripagata, i tuoi racconti scorrono sempre come un placido fiume senza ostacoli, i tuoi dialoghi mi fanno vivere le avventure dei tuoi personaggi come se io fossi lì con loro. Sono talmente immerso da considerarli miei amici. Per non parlare delle tue descrizioni, sublimi e divine come l’arrosto servito ai commensali! Inoltre, l’omaggio fatto al mio personaggio Lydia Kyreas detta Ultima Nota è un vero onore, un ruolo da messaggera per una missione che si prospetta mirabolante😁! Mi hai fatto ridere e divertire con una storia sempre sopraffina e ben condotta, e Drok e Zorex sono mitici! Mangiare a più non posso, mi hanno ricordato Bud Spencer e Terence Hill al cospetto di un ricco banchetto, e poi il menù degno di Cannavacciolo, sino a giungere al comico dubbio legato ai “cannipali” di Zorex, geniale! Ma ancor di più il bisogno impellente del gigante è un tocco fantastico… e arriviamo alla scelta, e ovviamente lo voglio vedere girovagare per la villa… chissà cosa potrà combinare un gigante come Zorex… Non si può di certo nascondere😂😂😂, voto assolutamente C, sperando che non se la faccia addosso😂😂😂! Un abbraccio mitico, alla prossima!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Mio caro Tony, dal “papirone” che mi hai scritto si capisce proprio che ti è piaciuto un sacco questo episodio… e la cosa mi fa moooolto piacere! 🙂 Ti ringrazio per le innumerevoli note positive che hai segnalato, soprattutto per quanto riguarda la componente dialoghi (a cui sono particolarmente affezionato). Citare Lydia, così come Cacciatore, Alo e Grouch, era il minimo che potessi fare! E poi Ultima Nota è un personaggio che hai ideato davvero bene. Se li vedremo in azione nei prossimi episodi? Chissà, chissà! 🙂
        Ricordare Bud Spencer e Terence Hill? E direi, tra schiaffi e situazioni epicomiche! Ahahahah 🙂
        Sulla scelta, vedo che la C impera. Avete voglia di vedere tutti quanti Zorex perdersi… cominciate a conoscerlo quasi meglio di me! Perfetto! 🙂 E C sia! Grazie ancora, amicone. 🙂

    12. Dario Pezzotti

      Giuseppe, oltre a essere un Autore con la A maiuscola sei pure uno chef niente male!😃
      Mmmm che banchetto…con buona pace dei vegani.
      I due improbabili nobili riescono ancora una volta a stupirmi. La descrizione iniziale del giardino, un vero tocco da maestro.
      Scelgo il seguito D: Zorex non trova il bagno, se la fa addosso e, incacchiato per la puzza, fracassa un po’ di crani a destra e a manca.😅
      A parte gli scherzi, un punto al seguito C!!!😁😉

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Dario Mister B Grouch, sempre troppo buono con me! Grazie infinite per i tuoi apprezzamenti, davvero! 🙂 Eh, trattasi di un banchetto da re; se proponevano un menù vegano, Zorex e Drok sarebbero entrati in modalità furia! 🙂
        Effettivamente un seguito del genere potevo proporlo, ma sul fatto di fracassare crani a destra e manca… è molto probabile! Ahhahaha 🙂
        Vada allora per il seguito C! Grazie mille per il tuo immancabile contributo.

    13. Alessandro Ricci

      Ahahah il nuovo attesissimo capitolo non delude le aspettative, un giusto mix tra azione e commedia e buon cibo. seguo questa serie con grande affetto, sia per i personaggi così ben caratterizzati che per la storia avvincente.
      Il mio voto è C, Zorex quando è solo regala sempre grandi soddisfazioni

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Alessandro, sei molto gentile. Ti ringrazio! Felicissimo poi di sapere che i personaggi ti stiano piacendo. così tanto 🙂 Hai perfettamente ragione, Zorex da solo è pericolosissimo! Altroché! Ahahahahha 🙂
        Vada per il seguito C. Grazie ancora!

    14. Giuseppe Gallato Post author

      Salve a tutti e perdonate l’enorme ritardo! Ma come si suol dire… l’importante è essere tornati! 🙂

      La scelta da fare al termine di questo atto sembra facile, ma non lo è! Non lo è affatto. Già, cosa combinerà Zorex questa volta? Sarete voi a deciderlo!

      Seguito A: Nel cercare il bagno, si scontrerà con le guardie
      Seguito B: Guidato dalle guardie, troverà il bagno
      Seguito C: Nel cercare il bagno, si perderà nella villa

      Buona lettura e buone riflessioni! A presto! 🙂