Il tredicesimo eletto – Atto II

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok


Due giorni prima…

Santuario di Dauwer’El, sedicesima alba di Lingramben

Le onde si infrangevano fragorosamente contro i ripidi scogli. Si scomponevano in milioni di gocce che salivano alte, prima di ricadere nel mare e fondersi di nuovo nell’acqua. A volte i flutti erano talmente violenti che l’acquerugiola si levava fino alla cima della scogliera e lambiva i robusti basamenti laterali del santuario di Dauwer’El.

L’alto sacerdote Mora sentiva il rombo incessante delle onde perfino attraverso le spesse mura; fece una smorfia e si sistemò la coperta sulle spalle. Il mese di Lingramben annunciava il cambiamento di stagione, e questo portava nell’isola tormente e freddo passeggero.

Quando bussarono alla porta della sua stanza, Mora non disse nulla e continuò a guardare il mare oltre il vetro imperlato di umidità della finestra.

«Signore, gli ospiti che stava aspettando sono arrivati» annunciò l’accolito appena entrato.

Il volto di Mora s’illuminò. Provò a mettersi a sedere sul letto, ma con scarsi risultati. «Avete dato loro la giusta accoglienza? Immagino saranno affamati dopo il lungo viaggio.»

«Puoi scommetterci la gloriosa barba di Otherkull!» intervenne Drok, entrando all’improvviso in camera seguito da Zorex.

Il sacerdote si lasciò scappare dopo giorni la parvenza di un sorriso. Prima di ricevere a dovere i due amici, si rivolse all’accolito. «Figliolo, ci porteresti del vino caldo?»

Il giovane abbassò il capo in segno di riverenza e uscì dalla stanza, chiudendo la porta alle sue spalle.

«Zorex, Drok… che bello rivedervi! Non siete invecchiati di un solo giorno!» Mora tossì. «Vi ringrazio per aver accolto la mia richiesta ed essere giunti al santuario in così poco tempo.»

Il nano e il gigante si scambiarono uno sguardo preoccupato. L’uomo che stava sul letto era solo l’ombra di ciò che una volta era stato l’alto sacerdote di Dauwer’El. Il suo viso era magro e pallido, la pelle eccessivamente raggrinzita. Aveva perso i capelli e tagliato la lunga barba di cui andava tanto fiero.

«Non devi ringraziarci, ti dobbiamo molto» rispose Drok con un filo di voce. «Se non fosse stato per te e per le tue cure, forse oggi non saremmo qui a parlarne.»

«Tua lettera fatto preoccupare» seguitò Zorex con un’espressione angustiata.

«Lo so e mi dispiace, ma non sapevo a chi altri rivolgermi» la voce del sacerdote era rauca, soffocata a tratti dalla tosse persistente. «Non mi rimane molto da vivere e non voglio avere rimpianti.»

«Dicci tutto» tagliò corto il nano.

«Qualche mese fa il mio corpo ha cominciato un irreversibile processo degenerativo. Ho provato le migliori cure, ma contro questa rara malattia non c’è ragione. Mi sono così rassegnato presto all’idea della morte, che cerco di affrontare con dignità.» Abbassò il capo e si guardò la mano tremolante. «Sapete, non è affatto facile» riprese. «Tuttavia tra i miei accoliti c’è chi non accetta la mia dolorosa e prematura dipartita e sta tentando qualsiasi cosa pur di salvarmi la vita. Si tratta di Auri.»

«Tuo figlio?» domandò Drok.

Mora annuì. «Solo voi conoscete questo segreto, e tale deve rimanere per il bene del tempio. Quattro giorni or sono, Auri è partito alla volta di Nambuk con lo scopo di prendere parte a un torneo di combattimento.»

«Nambukke?» provò a ripetere Zorex.

«Una città fortificata che negli anni si è arricchita grazie all’Arena degli eletti» precisò il sacerdote.

«Ho sentito parlare di questo torneo» dichiarò Drok. «Ogni anno viene decretato un eletto, un vincitore assoluto, e in quanto tale questi può scegliere uno dei tre inestimabili tesori messi in palio. Ma perché Auri vorrebbe parteciparvi?»

«Perché una di quelle fortune altri non è che l’Ampolla dell’Eternità, una pozione magica talmente potente da donare nuova vita o…»

«Curare qualsiasi malattia» concluse al suo posto il nano.

«Esatto. Ma c’è una cosa che molti non sanno di Nambuk,» riprese Mora «un terribile scopo inconfessato: l’Arena in realtà è una grande copertura per le immense segrete che si trovano nelle sue fondamenta. Attraverso il torneo, l’Esaminatore – il signore di quelle terre – si assicura i migliori corpi su cui condurre i propri esperimenti. Questo perché brama la creazione di una creatura superiore. Chi viene sconfitto lì, rimane per sempre confinato nelle prigioni e costretto a una vita di supplizi dove l’unica pace risiede nella morte.»

«Per tutti e sette gli dei nanici!» esclamò Drok.

«Auri è forte, ma non è un guerriero. La sfida degli eletti inizierà fra soli due giorni e se dovesse partecipare agli scontri, non avrebbe nessuna possibilità di salvezza.»

«Dobbiamo andare a prendere ragazzo» asserì Zorex.

«Già, e subito!» aggiunse il nano. «Come facciamo ad arrivare in tempo?»

«Auri è partito alla volta di Nambuk giorni fa, seguendo il sentiero che passa dalla foresta. Con un’imbarcazione, costeggiando l’isola, arriverete in meno di due albe.»

La risposta del nano arrivò senza la minima esitazione. «Spero allora sia tutto pronto!»

Sul volto del sacerdote comparvero lacrime: non era un pianto di dolore, ma di rinnovata speranza. «Non so come ringraziarvi, davvero.»

Drok guardò Zorex, per poi tornare a scrutare negli occhi Mora. «Lo farai quando riporteremo a casa Auri!»

***

Nambuk, diciottesima alba di Lingramben

Chi giungeva a Nambuk non poteva far altro che lasciarsi ammaliare dall’imponente Arena degli eletti, la cui altezza superava quella delle mura cittadine. Di forma ovale, la struttura in cui si svolgeva il consueto torneo presentava all’esterno due ordini di arcate sovrastate da un attico in muratura continua, interrotto solo da pilastri e piccole finestre alle quali si alternavano scudi di bronzo recanti il simbolo della città: la testa stilizzata di uno sciacallo. Una meraviglia architettonica che aveva permeato interamente i pensieri di Drok sin dal loro approdo. Il suo, d’altronde, era un vero e proprio debole per gli edifici sontuosi.

I due avventurieri avevano iniziato la ricerca di Auri partendo dal portico nord, ma da lì si arrivava soltanto alla zona superiore della cavea. Il cancello ovest, invece, era destinato ai nobili. Fu quando giunsero alle arcate sud che trovarono finalmente l’ingresso per i combattenti. Da lì però si poteva accedere solo come partecipante al torneo, cosa che Drok aveva immaginato sin dall’inizio. Il problema era che con molta probabilità Auri si trovava già all’interno dell’Arena. Al nano quindi non rimase che fare la scelta più logica possibile.

«Zorex, devo entrare da questi cancelli con la speranza di trovare Auri e tu non puoi seguirmi, intesi?» il nano si era rivolto all’amico con un tono perentorio che non ammetteva repliche. Se il gigante avesse partecipato agli scontri, sarebbe successo di sicuro il panico. «Quello che devi fare adesso è sederti sugli spalti e aspettare il mio ritorno, senza combinare guai!» concluse, indicandogli l’edificio alle sue spalle.

Zorex si limitò ad annuire e, seppur non molto convinto, si attenne a quelle indicazioni.

Ora – complice magari la fretta, l’ansia o la responsabilità –, c’erano due cose in particolare di cui Drok non aveva tenuto conto.

La prima era che una volta sganciate le dieci monete d’oro e varcata la soglia sud, il nano sarebbe stato indirizzato in una delle otto gallerie interne: un processo atto allo smistamento casuale dei combattenti per la relativa fase di preselezione. Solo i migliori, infatti, avrebbero avuto il privilegio di scontrarsi nell’Arena e avere la possibilità di aggiudicarsi il titolo di eletto.

La seconda… beh… che Zorex non comprendeva assolutamente il significato della parola “spalti”. Così per ovviare al problema il gigante, dopo essere rimasto da solo, aveva ben pensato di chiedere informazioni a un passante.

«Buonasera buon uome, miu nome è Zorex e stare cercando spalzi?»

«Spalzi?» aveva replicato l’uomo.

Il gigante aveva annuito, indicando l’Arena.

«Ah, ho capito! Ci sono diversi ingressi, ma a giudicare dalla tua stazza immagino starai cercando i cancelli sud. Non sono lontani, devi tornare indietro.»

E fu così che anche il prode Zorex, dopo aver sborsato dieci monete e imboccato una delle gallerie interne, senza volerlo prese parte al grande torneo degli eletti.

***

Due ore dopo, Arena degli eletti

«Cari amanti del sangue e della polvere, diamo inizio a questa tredicesima edizione svelandovi subito i campioni che hanno superato le fasi eliminatorie!» gridò l’annunciatore al centro dell’Arena. Lasciò che l’esultanza del pubblico esplodesse tutt’intorno e quando l’impeto della gente scemò, l’uomo proclamò con maggiore vigore: «In alto le torri!»

Un rombo metallico echeggiò improvvisamente per l’intero edificio, estendendosi tra gli spalti e le arcate. La terra tremò. Si udirono rumori meccanici e sbuffi di vapore: una serie di congegni dischiuse in otto punti diversi il campo sabbioso, scoprendo dei grandi pilastri di granito su cui erano collocate delle enormi gabbie. Queste s’innalzarono per undici metri, rivelando a tutti l’identità dei combattenti.

«Lasciate che ve li presenti!» riprese l’annunciatore.

«Alla torre Nord: il solo, unico e grande campione dell’Arena… Izeria delle lame d’ombra!»

«Alla torre Nord-Est: il possente e irsuto Tamm!»

«Alla torre Est: la silente e letale Hybris!»

«Alla torre Sud-Est: Drok, il distruttore nanico!»

«Alla torre Sud: il cupo e tenebroso druido Gil Gal!»

«Alla torre Sud-Ovest: il giovane Auri, lampo corvino!»

«Alla torre Ovest: Nevil, il veterano brandispadone!»

«E per finire, alla torre Nord-Ovest: il gigante Zorex, pugno stentoreo!»

Ma prima che l’annunciatore riprendesse a parlare, spiegando le regole del torneo e riferendo la combinazione degli scontri, una voce si levò energica da una delle torri.

Era Drok.

«Zorex, brutta testa quadrata! Si può sapere che hai combinato?»

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok
  • Episodio 1: La Dimora dei sussurri
  • Episodio 2: Come conquistare una donna – Atto I
  • Episodio 3: Come conquistare una donna – Atto II
  • Episodio 4: Come conquistare una donna – Atto III
  • Episodio 5: Come conquistare una donna – Atto finale
  • Episodio 6: Una nuova avventura
  • Episodio 7: Il tredicesimo eletto – Atto I
  • Episodio 8: Il tredicesimo eletto – Atto II
  • Episodio 9: Il tredicesimo eletto – Atto III
  • Avete messo Mi Piace5 apprezzamentiPubblicato in LibriCK

    Commenti

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahahahaha, altra lettrice pro Zorex! Il gigante buono dovrà ancora manifestare tutto il suo pazzo splendore. Vedrai! 🙂

    1. Gil Gal

      Fantastico! Ora si inizia a ballare sul serio! Superbe le descrizioni delle ambientazioni,degli eventi e dei personaggi 🙂 . Zorex e Drok….risate ed epiche legnate assicurate..Personalmente scelgo la B) perche’ conoscendo molto bene Gil Gal, sicuramente avrebbe aiutato in un qualche modo Auri e soprattutto avrebbe evitato lo scontro quasi certamente letale contro Izeria eheheheh….ma questa e’ l’avventura..imprevedibile! Sono sicuro che sara’ comunque un successo. Vai cosi’!🐉🙏

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Mio carissimo Gil Gal, i tuoi apprezzamenti sono sempre uno stimolo per continuare a scrivere, a ideare, a creare mondi incantati. Il ragionamento che hai fatto sulla scelta del seguito non fa una piega, soprattutto perché conosci molto bene il tuo personaggio… Gil Gal! 🙂 Ti posso assicurare che il prossimo atto sarà bello epico: scontri ad oltranza tra personaggi a dir poco fantastici! Allora seguito B per te! Grazie ancora! 🙂

    2. Eleonora Aprile

      Che dire, questo atto è a dir poco fantastico. La parte iniziale è meravigliosa e poi proseguendo, leggendo ciò che Zorex dice, e soprattutto, come, non posso fare altro che ridere e tanto. Sono molto curiosa di leggere il seguito A. Sarà una bomba atomica, ricca di azione, ne sono sicurissima!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ma grazie! Il “buonasera buon uome” di Zorex è micidiale, lo so! Ahahahah 🙂 Vedo che per la scelta del seguito non hai dubbi: con la A immagini combattimenti di quelli proprio pazzi! Chissà, chissà! Grazie ancora per il tuo commento. 🙂

    3. Fabio Maltese

      L’ignoranza di Zorex è qualcosa di stupendo. Unita al fare sanguigno di Drok creano un Duo perfetto 😂
      Premesso che è un episiodio traghettatore, ma è scritto talmente bene che sembra far parte di un romanzo, il modo in cui lo scrittore riesce a farti immergere in un mondo tanto lontano quanto vicino, è encomiabile. Una maturità di writing notevole. Non è difficile fare qualcosa di complicato bensì è difficile scrivere un racconto semplice eppur non semplicistico in poche battute.
      Comunque io dico A e grazie per aver inziato questa serie ❤️

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Il tuo commento è un capolavoro… e quando ho letto l’inizio ho riso a crepapelle. “L’ignoranza di Zorex è qualcosa di stupendo” hahahaha, non potrei essere più d’accordo! 🙂 Quindi presumo tu abbia capito perfettamente che il nostro gigante non conosce nemmeno vagamente le ragioni del perché si trova… in quella gabbia. 🙂 Esatto, l’episodio è il preludio al panico che accadrà nel prossimo atto. Sarà tutto combattimenti! Non vedo l’ora. 🙂 Per il seguito non avevo dubbi che avresti scelto il primo. Vuoi proprio vedere con quali modalità Zorex si scontrerà con il tuo personaggio… Tamm. Ci sarà da ridere! 🙂 Ti ringrazio come sempre per i tuoi ottimi commenti.

    4. Daniele Agosta

      Ovviamente scelgo il seguito A. Unico attendibile se vogliamo far divertire il lettore e soprattutto Drok. Io cmq ve lo giuro.. Per anni ho cercato di fargli capire le cose… Ma testa quadrata alla fine sbagliando fa sempre la cosa giusta! Giusto? TESTA QUADRATA? 😏

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahahahah, mitico! Che ce vulere fare, io poco attentipile! 😂😂😂 Ti stai divertendo eh? Bene bene! So che brami vedere lo scontro Drok contro Nevil… lo so! Staremo a vedere. 😉 Seguito A per te, Grazie mille! 😊

    5. Vanessa

      Oh oh. Zorex ha fatto un casino ahahahahahah ma lo adoro comunque. Io scelgo l’opzione C. E spero che nessuno faccia una brutta fine. A parte l’Esaminatore. Lui sì che spero finisca male.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Vanessa, se Zorex non combina guai ogni tanto… beh… non è lui. 😁 Il bello è che ancora non ha capito perché si trova chiuso in quella gabbia, a undici metri d’altezza, nell’arena! 😂 Vada per il seguito C, felice di averti a bordo! 😊

      2. Vanessa

        A me piace così casinista. Non vedo l’ora di vedere che combineranno * – *

    6. Lara Coraglia

      Beh che dire… Dopo un po’ di digiuno da librick per cause di forza maggiore, non posso essere più contenta di così perché sia questo che il precedente episodio mi hanno incuriosita alla grande 😁 come sempre descrivi tutto in maniera impeccabile e tutto è facilmente immaginabile! Bravissimo come sempre 👏 seguito A per me 😁

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Sempre molto gentile, Lara! Detto da un’altra scrittrice fantasy poi, non può farmi che tanto ma tanto piacere. 😊 Altri due atti e vedremo la vicenda concludersi… ma chissà come! Seguito A per te. Grazie ancora!

    7. Salvatore Di Stefano

      Ecco finalmente l’episodio più atteso, almeno per quanto mi riguarda. Il perchè è semplice: avendo potuto scegliere l’antefatto nell’episodio precedente, morivo dalla curiosità di sapere quale fosse questa vecchia conoscenza e come Giuseppe l’avrebbe (magistralmente) inserita nella storia.
      Seguito “C” per me. Alla fine i nostri eroi sono partiti alla volta di questo torneo per salvare Auri e il ragazzo in questo seguito si vedrebbe contrapposto “al solo, unico e grande campione dell’Arena… Izeria delle lame d’ombra!”

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Salvo, è sempre un enorme piacere ricevere i tuoi commenti. 😊 Già, nel precedente episodio avevi optato per questo Antefatto… ed eccoci qua. Ti confesso che non è stato facile idearlo, come non è stato facile condensarlo in tre paginette. Ma alla fine fine siamo arrivati allo scontro… chi affronterà chi? Chi vincerà? Vada per il seguito C. Grazie mille, collega! 😊

    8. Debora Aprile

      Beh, che dire… semplicemente stupendo!
      Si tratta di un episodio perlopiù retrospettivo, di conseguenza, per rendere la vicenda limpida e chiara agli occhi del lettore, è inevitabile disseminare informazioni e descrizioni qua e là. Quando questi due elementi vengono mal inseriti si rischia di far annoiare il lettore, però ti posso assicurare che ciò non accade mai con te e con la tua scrittura!
      I personaggi introdotti suscitano parecchio la mia curiosità. Mentre leggevo la presentazioni di ognuno di loro, li ho immaginati proprio davanti ai miei occhi, infatti la scelta non può che ricadere sul seguito A… secondo me si tratta degli abbinamenti migliori! Zorex vs Tamm sarà un qualcosa di epicissimo, anche se lo scontro che tutti stiamo aspettando è quello tra i due nobili, Drok e Zorex… chissà in che modo avverrà 🤔
      Poi… Zorex. Parliamone! 😂 È unico! Più leggevo «Buonasera buon uome, miu nome è Zorex e stare cercando spalzi?» più ridevo. Come non amarlo?! 😍😍😍

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahahahahah, il modo di parlare di Zorex ti ha proprio preso! “Io tante epico e anco combina guai, tepora!” 😂😂😂 Hai detto bene, si tratta di un episodio quasi di intermezzo, un preludio al prossimo atto in cui, ovviamente, sarà tutto combattimenti. Ogni tanto le botte ci vogliono, e sai bene che della componente action non posso proprio farne a meno! Nel seguito che hai scelto effettivamente ci sono diversi combattimenti di quelli tosti… staremo a vedere! Altro punto per il seguito A. E come sempre… grazieeee 😊

    9. Dario Pezzotti

      Altro episodio che fa centro, anche grazie a un lessico ricercato senza essere ridondante. Il nano e il gigante coppia del secolo e Auri…beh, ci siamo capiti ( Holopainen 😉).
      Seguito c per me.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grande Dario, sapevo mi avresti scoperto con Auri! Già, c’è lo zampino dell’epic Holopainen! Come sempre ti ringrazio per i tuoi preziosi commenti, i complimenti fatti da te hanno sempre un peso molto importante. E seguito C sia! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Daniele! Eh sì, questa volta mi sono proprio impegnato per mettervi in difficoltà. 🙂 Un grazie immenso per il tuo continuo contributo e i tuoi apprezzamenti. Punto per il seguito B!

    10. Micol Fusca

      Ciao Giuseppe, come sempre mi hai tenuta incollata allo schermo. La storia inizia a prendere una strada comprensibile grazie all’introduzione del vecchio amico e della sua richiesta d’aiuto. Da quanto ho capito Zorex e Drok sono comunque destinati a combattere uno contro l’altro, scelgo quindi il seguito A per vedere come se la cavano i tuoi prodi prima dello scontro finale.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Micol, sono sempre felicissimo di ricevere i tuoi importanti punti di vista. 🙂 Sì, questo episodio è molto descrittivo, spiega il perché i nostri eroi prendono parte al torneo (“per via di una vecchia conoscenza”… citando l’antefatto scelto nel precedente episodio): Drok per trovare Auri, Zorex perché… non si sa perché! Ahahahah 🙂 Sui motivi legati al loro scontro, alla fine del prossimo atto si comprenderà ogni cosa. La combinazione A effettivamente è tra le più epiche… vediamo cosa uscirà fuori al termine delle votazioni. Grazie mille!

    11. Massimo Tivoli

      Ciao Giuseppe. Ci regali un altro episodio pregevole. Mi è piaciuta molto la scelta lessicale, elegante e pulita. La cosa bella è che si prospetta una storia ricca di personaggi interessanti. Difficile scegliere un seguito, alla fine vado per la scelta C.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Massimo e grazie mille come sempre per i tuoi bei commenti! 🙂 Esatto, questo episodio è stato una sorta di transizione, un passaggio verso il prossimo atto che, per forza di cose, sarà tutto incentrato sui combattimenti. Ti confesso che non vedo l’ora di scriverlo! Per il seguito… sì, è veramente difficile. Questa volta sono stato abbastanza sadico! Punto per il C! Grazie ancora e alla prossima! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahahahaha, mi sembrava la degna conclusione di un episodio altrimenti troppo serioso! 🙂 Come andrà a finire? Mi sa tanto proprio alla Bud Spencer e Terence Hill! ahhahahah. Vada per il seguito A! 🙂

    12. Giuseppe Gallato Post author

      Questa volta con i seguiti proposti sono stato volutamente molto ma molto cattivo! Ahr ahr ahr! 🙂 Già, perché sarete voi a decretare le dinamiche stesse del torneo!

      Chi affronterà chi?

      Seguito A: Zorex vs Tamm; Drok vs Nevil; Hybris vs Gil Gal; Izeria Auri;
      Seguito B: Zorex vs Hybris; Drok vs Nevil; Izeria vs Tamm; Auri vs Gil Gal;
      Seguito C: Zorex vs Nevil; Drok vs Hybris; Tamm vs Gil Gal; Izeria vs Auri;

      Buon divertimento!

    13. Antonino Trovato

      Io ho finito gli aggettivi… il tuo modo di narrare mi lascia sempre senza fiato, i tuoi personaggi, e i luoghi che descrivi, mi entrano in testa e si animano come per magia, la magia della tua mano… per quanto riguarda la scelta, è davvero difficile… Ma scelgo l’opzione C… e… Complimenti ancora!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Mitico collega filosofo, troppo buono! 🙂 Sono strafelicissimo di ricevere tali sentiti apprezzamenti proprio da te: se ben ricordi sei stato uno dei primi, nel periodo universitario, ad ascoltare le mie folli storie! E ora eccoci qua! Ahahahah 🙂
        Già, ammetto che la scelta è veramente difficile… ma alla fine ti sei deciso per il seguito C. Quale sarà lo scontro che maggiormente ti interessa? Chissà!
        Grazie ancora e a presto!