Il tredicesimo eletto – Atto III

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok

L’annunciatore diede voce al momento tanto atteso. «E adesso non vi resta che godere del sudore che si mescolerà alla polvere, del sangue che verrà versato per tutti voi. Accogliete Hybris e Gil Gal. Che il primo scontro abbia inizio!»

I congegni si riattivarono e le due torri furono inghiottite dal pavimento, lasciando le gabbie all’esterno. Le serrature scattarono e uscirono i primi sfidanti.

La ragazza si mise subito in guardia, accostando una mano alla cintura con i pugnali. A lei non interessava il titolo di eletto o la gloria che ne sarebbe conseguita. Il suo intento era arrivare nei sotterranei di Nambuk e per farlo aveva bisogno di perdere il combattimento. Tuttavia, per rendersi appetibile agli occhi dell’Esaminatore, la sua sconfitta doveva essere credibile.

«Ehi, druido, dove sono le tue lame?»

Gil Gal rimase impassibile. Non era né alto né muscoloso, non portava armi e non aveva assunto nessuna posizione offensiva. Eppure la sua espressione imperturbabile e il finto languore che sciorinava, incutevano un certo timore. Indossava delle brache larghe, il torace era scoperto e portava una fascia sull’occhio sinistro, una stoffa di colore vermiglio tra i capelli corvini.

«Definirmi druido è riduttivo» ribatté. «Le mie armi? Sono ogni cosa che ci circonda.»

Hybris non lo stava più ascoltando. Con un gesto rapido gli lanciò due pugnali. Gil Gal nemmeno si scansò, finendo per essere trafitto sul petto. Le lame, però, non andarono oltre lo strato di sabbia che si era concentrato sui punti colpiti.

Prese con sé altri pugnali, piroettò in avanti e questa volta mirò alle gambe. Una spirale di sabbia prese a vorticare dal nulla attorno all’uomo, ricacciando i coltelli a terra.

«Ti stai limitando» le disse Gil Gal con voce atona. «Porti con te delle daghe insolite, sicuramente le tue armi principali, eppure non ne fai uso.»

La ragazza era scioccata. Non aveva mai visto nessuno fare cose simili e leggergli nella mente con tale facilità. Estrasse le due spade corte e si portò di nuovo all’attacco, questa volta sfruttando uno stile di combattimento che rendeva i colpi precisi, studiati e veloci. Eppure, nessuno dei suoi fendenti o affondi andò a segno: l’armatura di sabbia del druido si addensava nei punti colpiti, quasi come se avesse una propria intelligenza.

«Non miri le zone vitali, non è nelle tue intenzioni vincere» affermò Gil Gal.

«Smettila di dire sciocchezze!» sibilò la ladra.

Il druido si sfilò la fascia che aveva sull’occhio, mostrando un’iride argentata. «Il mio innesto arcano non sbaglia mai. Percepisco in te un Codice Entità piuttosto elevato, una sorta di connubio tra capacità combattiva e forza spirituale. Posso quantificarlo come un numero compreso tra nove e dodici. Superiore per certi versi al mio.»

«Non è possibile!» esclamò la ladra. «Ma chi… cosa sei?»

«Oggi sono l’arena…» replicò, prima di scagliarle un grande vortice di sabbia.

La ragazza d’istinto si schermò il volto con le mani, perse l’appoggio e rovinò a terra, vinta dall’impeto dei micidiali attacchi invisibili.

Non si rialzò più. Nessuno si era accorto che Hybris aveva ingerito una capsula contenente un veleno capace di rallentare le sue funzioni vitali.

***

Per il secondo combattimento furono fatte abbassare le torri di Zorex e Tamm. Il gigante uscì dalla gabbia sfregandosi la testa, con un’espressione inebetita stampata sul volto. Non aveva ancora capito per quale motivo si trovasse in quell’arena. Provò a chiederlo all’uomo che aveva davanti, senza mancare di presentarsi educatamente.

«Ehm, puonasera. Miu nome è Zorex…»

Tamm – un ragazzo oscenamente alto e massiccio, sporco, con i lunghi capelli castani raccolti con fermagli di osso –, gli rispose solo dopo aver finito di masticare della carne esiccata. «Buono topo, vuoi testa?» disse, sputando le zampette.

Zorex lo osservò con rinnovata attenzione. I modi gentili e pacati di Tamm gli ricordavano i suoi. Che fosse intelligente e saggio quanto lui? «Grazie, a me piacere solo carne di polle. Tu sapere cosa duvere fare qui?»

L’uomo assunse una strana posizione con le gambe, arcuò la schiena e abbassò il capo. «Certo, tirare testata!» e si picchiettò la fronte.

Il gigante si passò la mano sul mento, fece spallucce e si buttò in carica senza fare altre domande.

L’impatto che ne conseguì fu devastante, orrendo il rumore dei crani che cozzarono. Nell’arena sprofondò il silenzio, mentre i due energumeni tentavano di rimanere all’in piedi: uno agitava le braccia, quasi come se stesse nuotando; l’altro sembrava ubriaco.

Poi Tamm si bloccò improvvisamente e guardò Zorex. «Dopo offrire tanta birra!» gli disse, e franò a terra.

***

Quando Drok e Nevil scesero in campo per il terzo scontro, iniziarono subito a studiarsi: i loro sguardi erano carichi di quella calma interiore che apparteneva solo ai grandi guerrieri. Dall’alto della sua torre, Gil Gal analizzò il loro Codice Entità: il nano aveva un valore combattivo pari a ventidue, quello di Brandispadone si aggirava sui trenta.

A fare la prima mossa fu Drok, limitandosi a impugnare l’ascia e a mettersi in guardia. In rare occasioni si comportava in quel modo, questo perché il suo avversario non era il tipo da prendere alla leggera. Nevil era un uomo sui cinquant’anni, e nonostante l’età possedeva una prestanza fisica di tutto rispetto: alto un metro e ottanta, l’armatura di cuoio borchiato si adattava perfettamente al cor-po ben piantato e muscoloso, al collo taurino e alle spalle larghe. Sulla tempia spiccava una cicatrice che apriva un solco nella capigliatura grigiastra, mentre gli avambracci portavano i segni di numerose battaglie.

«Nano, ti aspetto!» lo provocò Nevil, estraendo lo spadone.

Drok non se lo fece ripetere due volte e si buttò all’attacco con un poderoso fendente. Il guerriero parò il colpo e replicò abbassando di scatto l’arma. L’altro la schivò e sferrò un ridoppio roverso. L’acciaio incontrò l’acciaio, le lame scintillarono e i due si trovarono faccia a faccia.

«Sei forte!» sibilò a denti stretti Drok.

Fecero resistenza, fin tanto che le braccia cominciarono a tremare per lo sforzo e i polsi a vibrare. Mollarono all’unisono. Seguirono altri attacchi, uno più potente dell’altro, e parate a limite del concepibile. E più il clangore delle lame che s’incrociavano cresceva, più la folla s’infiammava.

Lo lotta proseguì in quel modo per molto tempo, senza che nessuno dei due riuscisse a prevalere. Fu quello il motivo che portò il nano a usare parte della sua forza runica. Dapprima distanziò l’avversario, poi si concentrò per richiamare il suo potere: le rune tatuate sui polsi e sulle mani emanarono un impercettibile bagliore. Infine sollevò l’ascia e caricò, lanciando un energico urlo.

Intuendo l’enormità di quell’attacco, Nevil non perse tempo: si strappò il ciondolo che portava al collo e lo inserì nell’incavo dell’elsa. Un meccanismo trasformò lo spadone in due lunghe spade bastarde, che incrociò per parare il fendente del nano.

La sabbia intorno a loro sembrò esplodere di un’energia invisibile. Nell’impatto, Brandispadone fu scaraventato all’indietro, cadendo di schiena in malo modo. Sputò sangue e provò a rialzarsi, ma le gambe non rispondevano per il tremendo colpo ricevuto.

Drok lo raggiunse e, senza abbandonare l’espressione seria, gli tese la mano. «Non incontravo un avversario così forte da moltissimo tempo. È stato un vero onore!»

***

In occasione dell’ultima battaglia, il pubblico si scatenò vedendo entrare in scena il campione dell’arena. Dopo aver accolto l’acclamazione della folla, Izeria si piazzò borioso davanti ad Auri, sfoggiando la sua solita tracotanza. Sotto il cranio rasato, i suoi occhi erano spaventosi, privi di pietà. Ero lo sguardo gelido di un uomo che aveva subito per anni i trattamenti dell’Esaminatore.

Auri sfidò il suo sguardo, si allontanò e assunse la sua consueta posizione d’attacco. Grazie alla sua bassa statura e alla corporatura snella, il giovane era talmente agile e veloce che non aveva ancora subito nessuna ferita. Per ottenere la vittoria, si limitava a sfinire i suoi rivali.

Izeria diede il via allo scontro lasciando partire un dardo nascosto sotto la manica. Schivarlo per il ragazzo fu semplice, non prevedendo però che potesse esplodere. L’arma rilasciò nell’aria una sostanza altamente velenosa, capace di paralizzare all’istante il suo corpo.

Con un ghigno stampato sul volto, il campione sguainò la scimitarra e gliela conficcò nel petto, strappandogli un grugnito di dolore. Non contento lo afferrò per i capelli, tirò fuori il metallo dalla carne e gli recise lentamente la gola. Il corpo inerme di Auri crollò e le platee proruppero di giubilo, fomentati dal sangue appena sparso.

Ma quell’iniqua esultanza non durò molto.

Dall’alto si udì un urlo agghiacciante, disumano. Pervaso da una collera cieca, Zorex curvò le sbarre, uscì e si buttò dalla torre. Atterrò sulle gambe, senza accusare l’impatto, e con un balzo si gettò su Izeria, facendolo cadere con violenza. Gli strappò di mano la spada, lo afferrò per una gamba e lo scaraventò contro uno dei pilastri. Gli fu nuovamente sopra, lo sollevò per il collo e gli fracassò il cranio più e più volte contro la pietra. Sotto quei colpi possenti, la torre non resse e gli franò addosso. Zorex fu sommerso dalle macerie.

Fu a quel punto che entrò in scena Drok. Facendo uso della sua forza runica, si liberò dalla gabbia e raggiunse il campo di battaglia. Sfoderò l’ascia bipenne e, mentre attendeva il ritorno del gigante, richiamò tutto il suo potere arcano.

 

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok
  • Episodio 1: La Dimora dei sussurri
  • Episodio 2: Come conquistare una donna – Atto I
  • Episodio 3: Come conquistare una donna – Atto II
  • Episodio 4: Come conquistare una donna – Atto III
  • Episodio 5: Come conquistare una donna – Atto finale
  • Episodio 6: Una nuova avventura
  • Episodio 7: Il tredicesimo eletto – Atto I
  • Episodio 8: Il tredicesimo eletto – Atto II
  • Episodio 9: Il tredicesimo eletto – Atto III
  • Episodio 10: Il tredicesimo eletto – Atto finale
  • Avete messo Mi Piace7 apprezzamentiPubblicato in LibriCK

    Commenti

    1. Alessandro Ricci

      Lo so che mi ripeto spesso nei commenti ma questa serie è uno sballo. Al di la della bella scrittura, il modo di raccontare la storia è veramente accattivante. Io amo infarcire i miei racconti con citazioni appartenenti alla mia cultura nerd e forse ne ho visti alcuni, ma potrei aver travisato.
      Sta di fatto che mi sono risentito il ragazzino che tornava da scuola e si sintonizzava su Dragon Ball per godere del torneo Tenkaichi , aspettando di conoscere i variegati partecipanti, le loro abilità e come le avrebbero impiegate.
      Quando poi ho letto che Gil Gal ha impiantato una specie di Scouter per rilevare il livello dei contendenti sono andati in visibilio. E la sfida a testate degna della “Testa di Ferro” di Attila ? Bellissimo.
      Con questo non voglio assolutamente sminuire il valore del brano, semmai esaltarlo. Divertente, piacevole con una storia che fila, mi piace tutto.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Commenti come questi sono per me pura energia: mi fanno amare ancor più questa mia grande passione! Ho presente il rilevatore di livello che usavano inizialmente i Sayan, una cosa che affascinava pure me alla follia! Allora ti piacerà scoprire a che livello stanno i nostri epici eroi, Drok e Zorex! Grazie ancora per i tuoi complimenti. 🙂

    2. Giuseppe Gallato Post author

      Scelta dei seguiti – termine delle votazioni

      Seguito A: 4 voti
      Seguito B: 8 voti
      Seguito C: 6 voti

      Per cui… Drok avrà la meglio su Zorex, ma il suo attacco scaraventerà il gigante nei sotterranei di Nambuk.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Mitico, sei arrivato giunto in tempo! Felice di ricevere anche il tuo voto. 🙂 Vuoi vedere un Zorex totalmente accecato dall’ira? E vai di A! Grazie mille! 🙂

    3. Gil Gal

      Dovevi spaccare per l’ennesima volta e ci sei riuscito! Dirette e spettacolari le sequenze di combattimento, epicissime! E’ stato un onore vedere Gil Gal in azione! E ho provato dolore quando Zorex e Tamm hanno cozzato i crani ahahahha ai ai ai ai. Tutti gli altri combattenti e in particolare il leggendario Drok ,si sono distinti superbamente . Se avessi voluto continuare a ridere ,avrei scelto di far distruggere tutto! Ma mettendomi nei panni Gil Gal , non potrei abbandonare gli altri guerrieri nel duro tentativo di fermare la furia di Zorex…scelta C) !

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Commenti come questi possono solo fare bene al mio sé scrittore, ti ringrazio! /\
        Anche per me è stato un onore avere la possibilità di parlare di Gil Gal, uno di quei personaggi molto particolari. Ho il sentore che sentiremo parlare ancora di lui… come di Tamm e Nevil. 🙂 Per la scelta del seguito, effettivamente la tentazione di vedere Zorex distruggere ogni cosa è forte, ma anche la C non scherza in quanto a epicità. Vediamo come andrà a finire! Grazie ancora! 🙂

    4. Fantino Benedetto

      Partiamo con quello che non mi è piaciuto : PRATICAMENTE NULLA!
      Allora tutto è perfetto, si trova al posto giusto ed al momento giusto.
      Vogliamo parlare del druido e della sua capacità di controllare gli elementi? Perfetta da caratterizzazione del personaggio.
      Lo scontro dove è coinvolto Drok è stupendo.
      “Brandispadone” sembra un nome che viene direttamente da Tolkien (lui amava chiamare i personaggi con con nomi compositi tipo Man di martello, Ruggitoro etc).
      Zorex e Tamm, so che sono di parte, ma lo scontro tra i due mi ha fatto sbellicare dalle risate.
      Semplice e letale come Zorex è stato questo episodio.
      Ovviamente qui stiamo parlando di un livello di scrittura altissimo.
      Scrivere in modo semplice, eppur profondo e descrittivo, è solo per grandi scrittori e tu Los sei.
      A, B, C?
      Mh… Difficile scelta, la A la escludo a priori, dico B perché mi sembra ottima per il proseguimento della story line. Lineare e magari prevedibile, ma sicuramente tu sarai renderla speciale, come sempre.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahhahaha, ecco il mitico Tamm! Ti ringrazio per le tue bellissime parole. Come ho già detto in precedenza, ero indeciso se dividere o meno gli scontri in due atti, e quindi dare maggiore respiro ai combattimenti. Noto che Gil Gal, Tamm e Nevil sono piaciuti davvero un sacco. Vuol dire che i lettori li ritroveranno nelle successive storie! 🙂 Tolkien è un grande, e un esperto come te non poteva non considerare questa associazione per Brandispadone. Quindi per te il seguito B è quello più “logico”? Allora speri di vedere Drok in tutto il suo splendore? 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grande! Questo essere risoluti mi piace parecchio. 🙂 Con il seguito A brami ordunque la distruzione totale dell’Arena? E sia! Grazie per aver commentato! 🙂

    5. Daniele Parolisi

      Ho divorato la storia come fosse una fetta di torta: in un’attimo! E più andiamo avanti con la storia più temo di perdere i miei personaggi preferiti di cui non rivelerò l’identità, non vorrei destare in te malevoli pensieri XD
      Scelgo la A: Drok non riuscirà a placare l’ira di Zorex. Il gigante distruggerà l’Arena degli eletti.
      Nel leggere la premessa di questo seguito mi ronza in testa una certa frase della “Cosa”.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Detto da un altro amante del fantasy come te non può che farmi onore! Stai tranquillo, non sono assolutamente come George Martin.. non rischiano di schiattare tanto facilmente. 🙂 Per la prossima storia mi piacerebbe avere a bordo anche un tuo personaggio, quindi attendo tue notizie. 🙂 Sapevo avresti scelto la A, non so perché ma lo sospettavo. Grazie mille!

    6. Isabella Sguazzardi

      Descrizione alla D&D molto coinvolgente. Io tifo assolutamente per Zorex e per una volta vorrei che nessuno fermasse ciò che si anima dentro di lui e che potesse distruggere tutto. Nonostante ciò voto per B perché lo voglio vedere in azione nei sotterranei. Complimenti!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Scegliere un seguito ben preciso in questo episodio è veramente difficile e anch’io avrei fatto lo stesso ragionamento. La tentazione di vedere l’Arena distrutta contro la possibilità di vederlo in azione in quei sotterranei. Ma alla fine ti sei decisa per il seguito B. Grazie ancora! 🙂

    7. Daniele Agosta

      Allora: la storia ed ovviamente i combattimenti sono una cosa spettacolare. Vorrei fare solo un appunto a chi a creato questo spazio meraviglioso di scrittura.. Qui le storie sono troppo brevi…… Cavolo avrei voluto vedere per ogni combattimento un intero capitolo. Tanto di più. Giustamente hai dovuto strizzare al massimo le cose.. In tal senso come sempre ti faccio i miei complimenti perché non vede essere stato facile farci entrare ogni cosa… Bravissimo. Detto ciò scelgo il seguito dove vorrei vedere 3 guerrieri in azione. Scelgo C

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Dany-Drok! Per i combattimenti la scelta era fare in questo modo o dare vita a un’altro atto fatto di scontri. Tuttavia, nell’economia della serie, ho optato per delle lotte veloci. Un giorno, quando uscirà il romanzo, ti prometto che saranno ampliati al massimo! 🙂 Il combattimento tra Drok e Nevil, ad esempio, si aggira intorno a due pagine word. Quindi non è stato affatto facile ridurre drasticamente ogni parte! 🙂 Per la tua scelta, non avevo dubbi! ahahahah E vai con il seguito C. Grazie mille, amico!

      2. Giuseppe Gallato Post author

        Alla fine 1500 parole non sono poche, corrispondono a circa tre pagine word. Certo, in determinati contesti non è facile gestire gli spazi, ma fa parte del gioco. 🙂

    8. Massimo Tivoli

      E niente, quando bisogna scrivere scene d’azione, sei ineguagliabile. Sequenze davvero cinematografiche. Io vado per il seguito B, vorrei vedere il gigante cosa combinerà nei sotterranei… 😉

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grazie mille, Max! Non so se sia esatto definirmi ineguagliabile, ma di certo descrivere scene di combattimento mi piace un casino. Il fatto che vengano definite proprio da te “cinematografiche” è un valore aggiunto! 🙂 Allora altro punto per il seguito B!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ti ringrazio molto! Quindi seguito B: Drok avrà la meglio su Zorex, ma il suo attacco scaraventerà il gigante nei sotterranei di Nambuk. Aspettiamo i risultati! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Eleonora, vuoi che Zorex distrugga l’Arena? Chi non ha desiderato una cosa del genere! Ehehehe 🙂 Mille grazie come sempre per il tuo immancabile voto e i complimenti. Seguito A per te.

    9. Micol Fusca

      Ciao Giuseppe, troppe informazioni in una sola volta! Dopo aver letto i commenti sono curiosa di andare a caccia su Open per saperne di più su Nevil e Gil Gal. Quanto al racconto un “cappa e spada” magistrale, mi inchino alla maestria. Non vedo l’ora di leggere la prossi-ma punta-ta (???).
      Scelgo C, voglio sapere qualcosa in più riguardo alle new entry 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Micol, i tuoi apprezzamenti valgono davvero molto per me. 🙂 Questi personaggi dovevano fare una “semplice” comparsa, ma a giudicare dalla mole di consensi ricevuti mi sa tanto che ritorneranno in qualche storia narrata da Daniel Eddy Wey. Ho già in mente un trio di scelte per la prossima volta. Seguito C anche per te. 🙂

    10. Riccardo Maltese

      Un episodio davvero eccezionale! Scelgo il seguito c! La motivazione è del tutto logica, credo ci voglia qualsiasi aiuto possibile per fermare un berserk come zorex!!!! Nulla da dire con drok ma per ora si è creato il caos nell’arena… E mi piacerebbe vedere zorex in azione… Una mega rissa! Forza coi pugni!!! Seguito c!!!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Immaginavo dove andassi a parare! Mitico Brandispadone. 🙂 I seguiti proposti sono davvero difficili, ma molti di voi hanno già le idee chiare. Vuoi la super mega rissa? Sei proprio sicuro di voler vedere Zorex in azione… in totale stato di berserk? Folle. 🙂
        Vada allora per il seguito C. Grazie mille, amicone! 🙂

    11. Giuseppe Gallato Post author

      @vanessacornacchia, questo Zorex ti fa proprio sfasare, eh? Aahhahaha
      L’episodio era pronto da tempo, però ho dovuto lavorare sui tagli da apportare (ho tolto circa 900 parole, pensa te!). Ma finalmente eccoci qua! E per te come andrà a finire? Tutti contro il gigante? Vorresti vedere anche Tamm nella mischia? 🙂 Chissà, potrebbe accadere. Seguito C per te! Grazie mille! 🙂

      1. Vanessa

        Adoro Zorex 😍 è spontaneo e la sua indole impulsiva, mi uccide oltre ad uccidere tutti quelli che lo fanno incavolare. Sì spero che anche Tamm faccia la sua comparsa e ne abbia per Izeria a non finire. Posso immaginare che tu abbia dovuto togliere un sacco, ma nonostante ciò è uno scritto ricco e ben calibrato! Una bella bomba d’azione. Bravissimo 🤗

      2. Giuseppe Gallato Post author

        Dopo lo scontro con Zorex, mi sa tanto che di Izeria non sia rimasto molto! Allora sei anche pro Tamm, bene! Chissà, magari farà la sua comparsa! Grazie ancora. 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grazieeeee! 🙂 Questo episodio è incentrato tutto sull’azione e lascia al lettore una scelta difficile da fare. Già, ansia! Altro punto per il seguito B! 🙂

    12. Salvatore Di Stefano

      Mamma mia che episodio! Avevi promesso azione ed adrenalina a piene mani ma qua andiamo ben oltre ogni mia più rosea aspettativa!
      Ritmi serrati, nessuna pausa fra uno scontro e l’altro, descrizioni crude che ti proiettano con l’immaginazione all’interno dell’Arena, un mix esplosivo e coinvolgente come non mai.
      Per il seguito scelgo il “B” ma davvero solo per esprimere necessariamente una preferenza, mi ispirano tutti!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Salvo! Quando si tratta di descrivere scene di battaglia, lotte e duelli… mi lascio andare che è un piacere. E ne ho tolte di cose. 🙂 Mi fa piacere che tu abbia apprezzato così tanto il terzo atto, che il ritmo serrato della narrazione sia stato tale da trasportarti con la fantasia nell’arena.
        Per il seguito ti confesso che nemmeno io saprei decidermi, ma alla fine la tua scelta ricade sulla B. Ottimo. Inutile dirti quanto apprezzi i tuoi commenti e il tuo prezioso contributo! 🙂

    13. Dario Pezzotti

      Grandissimo Giuseppe, e come al solito grandissimo episodio. Stavolta è l’azione pura a farla da padrone, con descrizioni efficaci e dalla dirompente potenza visiva. Ogni personaggio è interessante, vivo! Stavolta per il proseguo non ho dubbi: dico assolutamente C !!!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grazie mille, Dario. I tuoi complimenti significano sempre tantissimo. 🙂 Come avevo preannunciato, questo terzo atto è volto tutto all’azione pure. Certo, per ragioni di spazio ho dovuto “troncare” tutti i combattimenti (eliminando circa 900 parole, quasi un altro episodio), ma nell’economia di una serie ci sta. Più avanti ritroveremo sia Gil Gal che Nevil,onaggi che si sono rivelati interessanti anche per me. 🙂
        Ps. Hai capito che parte sarebbe toccata a Grouch nel caso avesse superato il “turno”? Ahahahaha 🙂
        Vada per il seguito C!

    14. Debora Aprile

      Che bombaaa! Questo è un episodio veramente pazzesco! 😍
      Amo questa breve introduzione, lascia ampio spazio ai combattimenti che si svolgeranno subito dopo… combattimenti a dir poco epici! Gil Gal si sta rivelando essere un bel personaggio e, soprattutto, fortissimo senza ombra di dubbio. Di Tamm… neanche a parlarne. Abbiamo trovato la versione primitiva di Zorex 😂 due perfetti imbecilli che sanno come farsi amare da noi lettori. Ma, che sia chiaro, Zorex per me resta sempre in cima alla lista, è veramente unico nel suo genere. 😎❤
      Per quanto riguarda il povero Auri, inutile dire che mi è dispiaciuto molto per la sua tragica fine. La reazione di Zorex è del tutto motivata, e ho apprezzato la sua vendetta, anche se mi rendo conto che si tratti di una conseguenza degli infimi esperimenti dell’Esaminatore.
      La decisione ricade sul seguito B, anche se ammetto che come sempre sono stata insicura sulla scelta fino alla fine.
      Che Drok e Zorex siano legati da una profondissima amicizia è chiaro a chiunque abbia letto questi 9 episodi, e proprio per questo sono convinta che il nano lo conosca così bene da riuscire a trovare un modo per fermarlo, senza però farci mancare la componente ironica e un po’ tamarra che contraddistingue i due “nobili”!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        I tuoi commenti sono delle vere e proprie recensioni, e quando li ricevo mi fai amare ancor più questa mia grande e bellissima passione: la scrittura. Per cui… un grazie immenso! 🙂
        Interessante questa cosa del Tamm come versione primitiva di Zorex! Geniale proprio. Ahahahaha. I nuovi personaggi presentati in questo episodio, Gil Gal e Nevil, torneranno a far parlare di sé! Promesso. 🙂 Su Zorex ci sarebbe una bella parentesi da aprire, ma in base a quello che aveva detto Daniel a Ron nella locanda, il gigante è un berserker e come tale perde il controllo quando la sua psiche subisce un duro colpo.
        Bella anche la tua analisi sulla scelta del seguito. Che B sia! Grazie ancora. 🙂

    15. Giuseppe Gallato Post author

      Già… come andrà a finire la storia? Difficile scegliere, vero? Ma confido in voi e nella vostra capacità di discernimento! 🙂

      Seguito A: Drok non riuscirà a placare l’ira di Zorex. Il gigante distruggerà l’Arena degli eletti.
      Seguito B: Drok avrà la meglio su Zorex, ma il suo attacco scaraventerà il gigante nei sotterranei di Nambuk.
      Seguito C: Nevil e Gil Gal si uniranno a Drok per fermare il gigante in stato di berserk.

      Buona lettura!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Dimenticavo di rivolgere dei doverosi ringraziamenti…
        A Fabio (alias Tamm) (@fabiomaltese1) per il suo importante contributo nella realizzazione del combattimento tra Tamm e Zorex.
        A Riccardo (@riccardo_maltese) per avermi permesso di mettere mani sul suo personaggio, Nevil, il grande Brandispadone!
        E a Gil Gal (@gil_gal), inseparabile alleato di mille battaglie, che mi ha affidato il suo mistico druido-sciamano! 🙂

    16. Antonino Trovato

      Che scontri! Combattimenti epici e ben dettagliati, e Zorex ha incontrato il suo clone in Tomm! Farebbero una bella coppia e farebbero impazzire l’intera Nambuk! Come al solito mi metti in difficoltà con la scelta… però opto per la scelta B… Chissà cosa potrebbe combinare un gigante nei sotterranei! Ah, ovviamente, complimenti!😁

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Tony, felicissimo di sapere che anche questo episodio ti sia piaciuto. Ti ringrazio! 🙂 In questo nono episodio ho introdotto nuovi personaggi (i motivi si capiranno più avanti, nelle successive serie), tra cui l’incantevole Tamm! Verissimo, la scelta è difficile. Io stesso non saprei dove andare a parare. 🙂 La tua preferenza alla fine va al seguito B! 🙂

      2. Vanessa

        Piacere tantissimo questo racconto 😍 lo attendevo da un sacco! Mi spiace tanto per il povero Auri… Speravo che riuscisse nel suo intento. Il tuo stile di scrittura è sempre trascinante. Zorex è adorabile anche da incazzato ahahahahahah

        Io voto per il C. Voglio rivedere Tamm all’opera u.u