PARTE SECONDA – L’UNITÀ (2/2)

Serie: NEVADA - Un insolito omicidio nel deserto

PARTE SECONDA – L’UNITÀ

Quante stupide inutili chiacchiere. Non crederà veramente che riusciremo a sbrigare la cosa senza interferenze esterne, o che tutto rimarrà dentro queste quattro mura. Se è così, si sta solo illudendo. Tipico dei colletti bianchi, se ne stanno belli comodi nell’alto dei loro grattacieli, e sono convinti di sapere come vanno le cose qua giù. La Bell non è da meno; stringe la mano al tenente e a Turner e si dirige altezzosa verso la porta, pare che noi altri non siamo neanche degni di un suo sguardo. Una volta allontanatasi, la parola passa nuovamente al capitano.

« Avete sentito? Abbiamo una grande responsabilità, ci siamo dentro fino al collo in questa storia. Ecco perché ho deciso di mettere su un’unità che sarà destinata esclusivamente a questo caso. Gli ufficiali che prenderanno parte alle indagini sotto la direzione del tenente Ross, saranno i detective Lopez, Morel, Green, Clark ed Edwards per l’unità investigativa, e Gordon, Martinez e Mitchell per quella scientifica. Detto questo, chiedo a coloro che ho nominato di avvicinarsi, tutti gli altri possono tornare a lavoro. »

Ci stavamo già apprestando a lasciare la stanza, quando Terence, che stava seduto in prima fila, solleva la mano.

« Che c’è detective O’Kelly? » gli domanda il capitano.

« Signore mi scusi, io sono stato il primo a parlare col signor Jensen. Non crede che dovrei far parte anche io della squadra? »

« Detective O‘Kelly, ha già fornito la sua testimonianza giusto? Il suo apporto all’indagine è sufficiente. Può andare. »

« D’accordo capitano. »

Terence abbassa il capo avvilito, si sente escluso. Mi piacerebbe pensare che Turner lo abbia estromesso perché troppo coinvolto emotivamente, ma la verità è che, malgrado lui si sforzi ad ottenere indagini sul campo, viene sempre relegato nella sua scrivania a sbrigare scartoffie. È un buon detective, però gli manca il carattere per imporsi. Mentre usciamo, cerco di confortarlo con una pacca sulla spalla, ma non faccio in tempo a posare la mano, che sento chiamare il mio nome.

« Detective D’Angelo, lei aspetti. » mi ordina Turner.

Mi trovo già al di là dell’uscio della porta, quando sono costretto ad arrestarmi. Voltandomi, incrocio lo sguardo di Terence, che mi guarda come un cucciolo bastonato.

« Ci vediamo più tardi. » mi dice, allontanandosi a capo chino.

Rientro nella stanza, e la prima ragione che mi viene in mente sul perché Turner mi abbia trattenuto, è che abbia saputo del battibecco con Ross quella notte. Devo prepararmi ad una bella lavata di capo, non sarà certo piacevole, ma non sono affatto preoccupato.

« Detective, » bissa, « mi hanno detto che è stato il primo ad esaminare la scena del crimine. »

« Si Signore. » confermo.

« L’hanno vista prendere appunti sul suo taccuino, ha notato particolari importanti? »

« Può darsi Signore. »

« Bene, li riferisca direttamente al tenente Ross, anche lei farà parte dell’unità. »

Sento lo sguardo poco amichevole di Ross su di me. Ho come l’impressione che il tenente non gradisca avermi in squadra. Lo vedo proferir parola a voce bassa con il capitano, immagino gli stia sconsigliando il mio inserimento nell’unità. Per sua sfortuna Turner è di altro avviso, e glie lo rende comprensibile alzando la voce.

« Tenente, qui sono io in prima linea, è il mio culo che rischia. Ricordati che sono io qui quello che decide. Ci siamo intesi? »

Ross ribolle di rabbia, ma cerca di non darlo a vedere, sa che deve fare quanto gli chiede il capitano, non gli resta che ingoiare il rospo.

« Si Signore. » risponde con tono cupo.

« Bene. Detective D’Angelo, il suo compito sarà quello di assistere il tenente nell’elaborare le informazioni che l’unità riuscirà a raccogliere. Vista la sua abilità nel leggere le scene del crimine, e la minuziosità con la quale il tenente Ross analizza le prove, mi aspetto di trovare un profilo generale nella mia scrivania entro giovedì. Per voi altri, il supervisore Carter ed il sergente Thomas vi indicheranno i vostri compiti. Ricordate di informare il tenente di qualsiasi novità, voglio il massimo da voi. Mettetevi subito a lavoro. »

Quando anche il capitano lascia la stanza, Ross mi si avvicina col suo solito fare composto.

« Congratulazioni detective, sembra che l’influenza del vice-sceriffo ti abbia ancora una volta spinto verso l’alto. Ma questa è la mia unità, ed è a me che devi rispondere. Vedi di fartelo piacere fin da subito. »

Non avrebbe voluto lavorare così a stretto contatto con me, spero sappia che la cosa è reciproca. Ne ha vista parecchia di gente raccomandata, venir promossa senza merito, ed immagino sia per questo che lo infastidisca il mio legame con Cox. Beh, non dovrebbe preoccuparsi così tanto che io gli faccia le scarpe, non ho mai amato sedermi ad una scrivania per troppo tempo, e quando vai oltre il grado di sergente, è quello che succede di solito.

Serie: NEVADA - Un insolito omicidio nel deserto
  • Episodio 1: PARTE PRIMA – IL RINVENIMENTO (1/2)
  • Episodio 2: PARTE PRIMA – IL RINVENIMENTO (2/2)
  • Episodio 3: PARTE SECONDA – L’UNITÀ (1/2)
  • Episodio 4: PARTE SECONDA – L’UNITÀ (2/2)
  • Episodio 5: PARTE TERZA – LE INDAGINI (1/2)
  • Episodio 6: PARTE TERZA – LE INDAGINI (2/2)
  • Episodio 7: PARTE QUARTA – L’INSONNIA (1/2)
  • Episodio 8: PARTE QUARTA – L’INSONNIA (2/2)
  • Episodio 9: PARTE QUINTA – IL LIBRO (1/2)
  • Episodio 10: PARTE QUINTA – IL LIBRO (2/2)
  • Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Narrativa