Ritorno alla Dimora dei sussurri

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok - Seconda stagione

Dense nuvole grigie si ammassavano a nord, annunciando il freddo e una notte dominata dalla pioggia. La Stagione delle Tempeste cominciava a fare il suo corso, ma lo spettro del suo impeto non aveva modo di valicare le solide mura di pietra e larice sulle quali si ergeva imponente la Dimora dei Sussurri.

Con lo sguardo perso nelle ombre umide dipinte dall’acqua sulla finestra, la donna continuava a lucidare la solida lama con uno strofinaccio intriso d’olio. Smise di lavorarla quando si sentì addosso gli occhi del guerriero, che dall’alto la guardava impaziente e armato di boccali.

«Ho portato la birra» annunciò l’uomo.

«Mio caro Brandispadone, sono più per il vino» replicò lei senza scomporsi.

«Lo sospettavo» dichiarò Nevil con un pizzico di stizza nella voce. «Piuttosto, per quanto ancora dobbiamo attendere?»

La donna puntò la spada verso la lanterna sul tavolo, acuì la vista e il riflesso le restituì un metallo affilato e lucente. Quindi la ripose, l’arma si infilò perfettamente nel fodero con un leggero sibilo. «Il necessario» si limitò a dire.

Nevil scosse la testa e si sedette. «Una risposta degna del tuo nome, tagliente…»

«Sai molto bene che non è arrivato ancora il momento di rivelarci.»

«Come tu sai che non apprezzo i giri di parole» ribatté il guerriero.

«No, ciò che non prediligi sono le attese» intervenne una voce alle sue spalle. Gil Gal si fece avanti, sfoggiando la sua solita espressione imperturbabile. «Cosa ben comprensibile in una serata in cui il tempo sembra essersi fermato e la magia aleggia nell’aria.»

«Sciamano, mancavi tu con i tuoi enigmi!» Nevil sorrise e gli fece cenno di accomodarsi accanto a loro. «Non mi aspettavo di vedere anche te da queste parti.»

«Sono stato convocato, non potevo rifiutare.»

«Impossibile declinare la chiamata di Daniel» s’interpose la donna, abbassando il cappuccio di velluto.

Raramente Gil Gal ne aveva visto una così bella e attraente, con quei lunghissimi capelli castani, la pelle candida e gli occhi cristallini. Ma in quell’azzurro sconfinato, all’apparenza puro, riconobbe i demoni della sofferenza.

«Voi dovreste essere la rinomata E’rah delle Cinque Lame, l’armigera letale, celebre per aver liberato il popolo dell’ovest dalla minaccia dei Khall» disse il druido, ammirando le sue armi appoggiate alla sedia: due stocchi, due scimitarre e una claymore.

«Quando mi trovo in una taverna, con le spade deposte e un buon calice di vino in mano, sono solita farmi chiamare Esmerah» precisò.

Lo sciamano abbassò il capo in ossequio.

«E quindi anche il tredicesimo eletto sarà dei nostri?» domandò Nevil, passandogli un boccale di birra.

«Non merito di certo quel titolo, sai bene in quali circostanze mi è stato assegnato.»

«Sia come sia, Gil Gal, è così che ti conoscono a Creeneva. Il regno e la sua gente ti rispettano» affermò Brandispadone.

I loro discorsi furono interrotti all’improvviso dal dolce miagolio di Paco, il Luxor della locanda stava ai piedi del tavolo. Non appena Esmerah lo accarezzò sulla testolina, le lunghe orecchie dell’animaletto dal pelo rossiccio si afflosciarono. Un attimo dopo era già sulle sue gambe, pronto a riempirla di fusa e a far vorticare la coda volpina. Rimase con i tre avventurieri fin quando non decise di aver incassato una considerevole dose di coccole e, soprattutto, il tanto agognato bottino: un brandello di carne che Nevil gli aveva generosamente offerto.

Con passo felpato, Paco saltò da un tavolo all’altro fino a raggiungere il bancone di Evhar. Agguantò con la bocca un pezzo di formaggio e scappò subito via tra le ingiurie del vecchio oste, il quale con fare goffo gli lanciò contro la spugna intrisa d’acqua che aveva tra le mani. Il Luxor la schivò con facilità e, senza abbandonare la sua grazia, si arrampicò sulla colonna di faggio su cui erano appesi sacche di cereali, cesti in vimini e diverse code di spicchi d’aglio. Da qui si tuffò sul pareggio in pietra del forno, e si mise a osservare incuriosito due uomini intenti a inzuppare del pane nel tegame di legumi caldi. Si leccò la zampetta e la passò sul muso diverse volte, prima di riprendere a zompare senza una meta ben precisa. Percorse la sala principale, dove si soffermò qualche secondo per studiare i bardi alle prese con danze e canti, sino ad arrivare a uno degli angoli più in penombra della locanda. Balzò su una sedia e si strusciò sul braccio di Daniel Eddy Wey, proprio nel frangente in cui il cavaliere pronunciava l’ultima frase del suo racconto: «L’amore e la speranza non falliscono mai.»

L’intenzione di Paco era arraffare, in un’unica furtiva artigliata, il succoso pezzo di manzo che sbucava come un trofeo dal piatto di verdure cotte. Questa volta, però, non ebbe il tempo di portare a compimento la sua impresa. Fu sorpreso dalla giovane Greta, che lo prese con sé tra le braccia borbottando sommessamente improperi di vario genere.

«Grassone che non sei altro, hai combinato un disastro!» lo sgridò, anche se s’intenerì non appena il Luxor cominciò a leccarle il naso. Poi si scusò con i due avventori. «Vogliate perdonarlo, ogni tanto si lascia prendere dalla sua follia.»

Daniel scosse la testa e le rivolse un sorriso affettuoso. «Si lascia prendere dal suo istinto, l’istinto della libertà. È giusto così, non è necessario scusarsi.»

La locandiera arrossì. Oltre a essere affascinante, i modi e le parole di quell’uomo avevano un nonsoché di regale. «Posso portarvi qualcos’altro?» propose, vincendo il groppo alla gola che l’aveva attanagliata per un istante.

Con un gesto smaccato, Ron alzò il boccale vuoto per poi rovesciarlo.

«Altri due, grazie» le disse Daniel.

La locandiera annuì e partì alla volta del bancone, portando con sé l’enorme e incontenibile Luxor.

Rimasti da soli, Ron alzò il mento e osservò con uno sguardo sbieco il cavaliere. «A parte i risvolti sentimentali con cui hai chiuso questa storia, che odio più di una spada spezzata in mezzo a un’orda di orchi, credo di averne capito il senso. Volevi parlarmi di Gil Gal e di Nevil. C’entrano qualcosa con la locanda, con il nostro incontro, non è vero?»

«Esatto.»

«Nevil è un guerriero valoroso, dotato di una tempra e di un vigore notevole» riprese Ron Grey Shar. «Abbiamo combattuto fianco a fianco quando militavo tra le fila del regno di Valhen, la sua tecnica e il suo modo di destreggiarsi con lo spadone gli valsero il tanto decantato titolo. Ma scommetto ne fossi già a conoscenza. Su Gil Gal non saprei dirti molto, almeno non più di quanto non si dica in giro: si tratta dell’ultimo eletto di Nambuk, prima che il regno entrasse in forte crisi a causa della morte del suo sovrano. Sulla vicenda è stato detto molto, ma tu sembri aver confermato la versione secondo cui lo sciamano avrebbe vinto il titolo immeritatamente dopo l’inaspettato intervento di due creature demoniache: queste avrebbero distrutto l’arena, massacrato il resto dei partecipanti e assassinato l’Esaminatore. Conseguenza di tale strage, Gil Gal è stato insignito del titolo di tredicesimo eletto poiché unico imbattuto dell’arena.»

«E invece ad aver provocato tutto questo sono stati Zorex e Drok» precisò Daniel. «Ora, lungi da me nell’entrare in merito a questioni riguardanti l’etica e la morale, sono davvero felice che il loro intervento abbia minato l’assetto organizzativo – se così vogliamo definirlo – di Nambuk. Circa due anni or sono, in visita al santuario di Dauwer’El, ho avuto modo di conoscere il padre di Hybris, una povera anima vittima del supplizio dell’Esaminatore. Ricordo ancora le sue testimonianze, memorie che richiamava con angoscia e gli occhi persi nel vuoto… gli occhi di chi ha patito indicibili torture.»

«Fosse stato per me, Nambuk doveva sprofondare nella sabbia!» incalzò Ron, il tono tagliente.

Il cavaliere fece schioccare le labbra. «Con Zorex e Drok c’è mancato davvero poco!»

«Quindi, secondo quanto raccontato finora,» riprese il guerriero «le tue tanto lodate leggende avrebbero salvato Esmerah dalla distruzione di Sweekek, la stessa Esmerah conosciuta come E’rah delle Cinque Lame. Sarebbero inoltre responsabili della morte del sovrano di Nambuk, dopo aver distrutto parte dell’arena con un semplice colpo di ascia bipenne e uno scatto d’ira?»

Daniel sorrise e annuì. «E non hai sentito ancora nulla!»

Proprio in quel momento la giovane Greta arrivò al loro tavolo, lasciando le due birre ordinate. Ron Grey Shar afferrò un boccale e tracannò qualche sorso. «Non mi è ancora ben chiaro dove tu voglia andare a parare» sostenne, nettandosi le labbra con il dorso della mano. «Di certo, però, le tue storie iniziano a incuriosirmi. Qual è la prossima?»

Il cavaliere rispose dopo una pausa prolungata. «Una in cui ho avuto modo di conoscerli personalmente.»

Serie: Sussurri dalla locanda - Le cronache di Zorex e Drok - Seconda stagione
  • Episodio 1: Ritorno alla Dimora dei sussurri
  • Episodio 2: I nobili Drok e Zorex – Atto I
  • Episodio 3: I nobili Drok e Zorex – Atto II
  • Avete messo Mi Piace7 apprezzamentiPubblicato in LibriCK

    Commenti

    1. Ivan Collura

      Pronto a farmi prendere dalla dipendenza di “Sussurri dalla locanda”, sono rimasto particolarmente colpito dalla descrizione dell’ambiente… Sembrava che fosse il felino a farlo! Solo un Grande Maestro come te poteva riuscirci.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Ivan, che piacere averti a “bordo” in questa epica avventura. 🙂 Hai detto bene, attraverso il Luxor ho mostrato l’ambiente, i personaggi, le dinamiche. Non credo di essere una maestro, ma grazie per il sostegno e la fiducia. 🙂
        Ps. Considera che questa è la seconda stagione; magari quando hai tempo, dai un’occhiata anche alla prima per conoscere maggiormente i personaggi. 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Isabella! Esattamente, una sorta di brevissimo riepilogo in vista di altre nuove ed epiche avventure. Sono contento che ti sia piaciuto, ti ringrazio! 🙂

    2. Giuseppe Gallato Post author

      Termine votazioni

      Seguito A: 8 voti
      Seguito B: 1 voti
      Seguito C: 8 voti

      Dato che le votazioni sono rimaste aperte per un tempo maggiore del previsto, e data la situazione di 8 a 8 di A e C, introduco una nuova e semplice regola: sarò io a scegliere un seguito tra quelli in parità (solo in casi limite). E la mia scelta ricade su “Seguito A: I nobili Drok e Zorex”.

    3. Alessandro Ricci

      Bellismo, bello il brano e la varietà dei personaggi, lo stile mi piace tutto !
      E diciamoci la verità poter scegliere il seguito è un’idea fantastica che mi riporta ai tempi di Lupo Solitario.
      Complimenti
      Se sono in tempo per vota re io voto C

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Alessandro, contento che ambientazione e personaggi ti siano piaciuti. 🙂 Questa serie è nata come un mio personale esercizio di scrittura, ma pian piano il gigante Zorex e il nano Drok hanno fatto breccia nel cuore dei lettori. A questo proposito ti invito a leggere anche la prima stagione. 🙂 Grazie mille per il tuo graditissimo commento! Vada per il seguito C! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Daniele, contento che il primo episodio della seconda stagione sia stato apprezzato anche da te. 🙂 Chissà come andrà a finire per il seguito, la vedo molto combattuta! 🙂 Grazie per il tuo contributo, punto per il seguito C! 🙂

    4. Vanessa

      😍 C.
      Quanto sono contenta che è già uscita la seconda parte della locanda, adoro questa serie. Questo episodio è pregno di mistero e Daniel mi incuriosisce moltissimo. Non vedo l’ora di leggere il prossimo episodio. Come sempre, voto 100 alla tua bravura nel descrivere personaggi e ambientazione. Sembra di vederli, tanto li rendi vividi e reali. 🖤

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Grazie mille, Vanessa. I tuoi commenti sono sempre pura energia! Sono felice che la serie ti stia prendendo così tanto e che senta i personaggi vicini, reali, ma soprattutto epici! 🙂 Dunque voti per “La Fortezza fantasma”! Grazie ancora! 🙂

    5. Bianca Heinz-Kurstermann

      Capitolo introduttivo in cui si conoscono i personaggi. Uniformerei i nomi e darei una riletta al brano complessivo per togliere refusi e sistemare la punteggiatura e dividerei qualche frase. Ho solo un dubbio: questi guerrieri parlano tutti, più o meno, bene, uniformati, hanno avuto una formazione di lettere oltre che di armi? Per il resto sono curiosa di vedere cosa succede nel secondo episodio.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Bianca e grazie per il tuo commento. Vedrò di dare allora una rilettura generale. 🙂 Se ti va puoi anche scegliere un seguito tra i tre proposti. 🙂

      2. Bianca Heinz-Kurstermann

        Ciao Giuseppe,
        repetita iuvant, rileggere anche, specie se a distanza di tempo. 😉

        Per i tre seguiti in realtà non ne sceglierei ancora nessuno, perché nell’inizio hai mostrato alcuni personaggi, ancora divisi tra di loro, per cui prima di concentrarmi su uno dei tre filoni incardinerei il conflitto.

    6. Peppe Cataldi

      Seguito A! Senza ombra di dubbio. Inutile dire che anche io sono stato nella locanda insieme a tutti gli altri e pure con questo dannato caldo, sono riuscito ad avvertire quel clima autunnale/invernale e il tipico brivido che precede le avventure( lacrime), la nostalgia di un tempo eroico.Non perduto, solo nascosto tra le pieghe delle dimensioni.Qui per combattere con la magia.. fino alla morte ! Seguito A)

      1. Giuseppe Gallato Post author

        “Solo nascosto tra le pieghe del tempo”… hai detto bene! Felice che questo breve soggiorno alla “Dimora” abbia suscitato in te tutte queste emozioni. Citando le parole di Gil Gal: nella locanda è in corso “una serata in cui il tempo sembra essersi fermato e la magia aleggia nell’aria.”
        Ti ringrazio per il commento e il tuo prezioso contributo, vada per il seguito A! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Sì, ero indeciso se fare incontrare o meno i personaggi delle due store alla locanda, ma alla fine… eccoli qua! 🙂 Grazie mille per il tuo contributo, vada per il seguito A! 🙂

    7. Riccardo Maltese

      Un nuovo fantastico racconto… La locanda bei sta riempiendo di eroi in attesa di? Magari c’entra quel Luxor! Mi butto sulla c , la fortezza fantasma ! Un titolo molto interessante.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Esatto, Riki! In attesa di? Per questo grosso punto interrogativo si dovrà attendere la terza e ultima stagione. 🙂 Luxor? Potrebbe avere un ruolo importante, ma questo dipende sempre dalle scelte. 🙂 Vai con la C, “La fortezza fantasma”. Grazie mille!!! 🙂

    8. Salvatore Di Stefano

      Episodio introduttivo dalla facilità e scorrevolezza di lettura impressionanti. Quando ti immergi talmente tanto nel brano da ritrovarti con la fantasia nei luoghi sapientemente descritti dallo scrittore significa che l’autore ha fatto centro!
      Personaggi a me ben noti come Daniel Eddy Way mi riportano indietro di un sacco di anni fa, a quando ci siamo conosciuti con Giuseppe!
      Circa il seguito scelgo la “A”. I nobili Drok e Zorex

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Contento che abbia fatto un veloce appunto sulla scrittura: ho letto tanti fantasy classici e l’elemento che più li accomuna è proprio lo “stile”, piuttosto scorrevole e “accessibile”. A questo unisco il mio amore per le descrizioni brevi (assolutamente contrario ai “precetti” del classic) e per l’azione sfrenata.
        Vero, anche tu conosci Daniel… e come dimenticarlo, vero? Ahahahah
        Altro punto per il seguito A. Grazie mille per i tuoi commenti, sempre attenti e stimolanti. 🙂

    9. Cristina Gallato

      Ottimo inizio di stagione in cui i protagonisti praticamente sono i nostri gatti, Paco e Luxor fusi in un unico piccolo animaletto rossiccio!😍 Scelgo il seguito A perché curiosa di questi “nobili”.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Aahhahaha, esatto! Il nostro bel compianto Paco e l’attuale Luxor. 🙂 Vada per il seguito A, grazie mille per il commento! 🙂

    10. Daniele Agosta

      La A assolutamente. Perché la nobiltà non fa per loro ma il titolo mi lascia alquanto perplesso…. Cosa vuol dire i “nobili” Drok e Zorex? Che cavolo sta succedendo?….. Hahaha rido solo al pensiero.. Cmq ero dentro Paco. Ho galoppato all’interno di quella locanda con lui. Meraviglioso. Sei sempre un cazzo di genio. Ti lovvo.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ahahaha, effettivamente il titolo è fuorviante… “I nobili Drok e Zorex ” può voler dire di tutto, ma con il fatto che avete imparato a conoscerli, almeno un po’, le cose si preannunciano… epiche! 🙂 Grazie infinite, amicone mio. Contento come sempre di averti condotta in quella locanda e fatto sedere insieme agli eroi. Al prossimo episodio! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        @dariopez, effettivamente di una maledizione si tratta! Non so cosa uscirà, da quel che vedo la A incalza la C. 🙂 In ogni caso prometto che salterà fuori una storia non troppo seriosa! Ahahahah

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Che bello! 😍
        Grazie per il commento e il tuo voto! ❤ Altro punto per “I nobili Drok e Zorex”. 😊

    11. Dario Pezzotti

      Ritrovarsi tutti assieme, circondati da eroi, pronti ad ascoltare una nuova storia davanti a un boccale di birra. Un episodio piuttosto tranquillo, una sorta di introduzione alla seconda stagione. Tranquillo ho detto, ma non noioso. Assolutamente.
      Per il seguito opto per il B…anche se li sceglierei tutti.😁

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Caro Dario, quanto vorrei ritrovarmi anch’io in quella locanda per potermi sedere al tavolo degli eroi con un bel boccale di birra in mano… magari proprio accanto a Esmerah… ahahahhaah 🙂 E assaporare quella tranquillità, quella quiete.
        Scegli “Il sortilegio dell’ofide”? Bene! Grazie mille per il tuo immancabile contributo! 🙂

    12. Debora Aprile

      Ed eccoci nuovamente alla Dimora dei Sussurri!
      Devo ammettere che la dolce Greta e quel Luxor, così ruffiano, mi erano mancati.  Immergersi totalmente nell’atmosfera della locanda è automatico, sembra proprio di essere seduti allo stesso tavolo di Esmerah, Nevil e Gil Gal, o a quello di Daniel e Ron.
      Pur trattandosi di un episodio introduttivo, come sempre riesci a tenere alta l’attenzione dei lettori, grazie anche a una scrittura magnifica e impeccabile.
      Per quanto riguarda il prossimo racconto, mi sento di scegliere il seguito A. Sono curiosa, mooolto curiosa, di scoprire dove affonda le sue radici l’epiteto de “i nobili”… perché, a dire il vero, mi risulta difficile vedere accostato questo aggettivo ai nomi di Zorex e Drok. 🤞 Attendo con ansia il seguito ❤

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Per Luxor non è stato difficile immaginarlo e descriverlo. Ne ho uno a casa praticamente tale e quale! ahahahaha 🙂 Mi fa piacere che l’atmosfera richiamata sia quella “giusta”, anche perché l’intento degli episodi di intermezzo – tra un racconto di Daniel e l’altro- è proprio quello di invitare il lettore a prendere posto alla Dimora dei Sussurri… prima di ascoltare una nuova epica storia.
        Interessante il tuo ragionamento sul seguito che hai scelto. “I nobili Drok e Zorex” effettivamente può voler dire tutto, anche se – letteralmente parlando – è facile pensare che non non si riferisca ai titoli posseduti dal gigante e dal nano… forse! 🙂
        Grazie mille per i tuoi commenti sempre attenti! Anch’io attendo con ansia il nuovo episodio! 🙂

    13. Eleonora Aprile

      È incredibile come tu riesca a scrivere mettendo un ingrediente fondamentale come l’azione, in quasi tutti gli episodi e, come tu sia riuscito in questo a non usare questo ingrediente essenziale per te e l’hai reso particolare, scorrevole e interessante allo stesso tempo. Sei molto versatile e te l’ho sempre detto. Complimentoni! È un episodio molto tranquillo dove i vari personaggi si riuniscono e si confrontano. Un episodio di intermezzo che ci sta alla grande. Io scelgo il seguito A, perché sono curiosa!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Nora! Felice che tu abbia “captato” questa componente: “Sussurri dalla locanda” vuole essere da una parte “legnate a non finire” e dall’altra “poesia, bardi, chiacchiere e birra”. 🙂 Ti ringrazio dunque per il complimentone!
        Primo punto per il seguito A: I nobili Drok e Zorex! 🙂

    14. Micol Fusca

      Ciao Giuseppe, eccomi qui a leggere un racconto del tuo personalissimo “Le mille e una notte”. Ti preferisco di gran lunga a Sheherazade, cappa e spada sono in linea con quanto amo leggere 😂 La nuova stagione inizia con il botto, hai messo in tavola diversi calibri da 90. Sono curiosa di seguire questa nuova avventura e conoscere meglio il misterioso Daniel. Anche la mia scelta cade su C: la fortezza fantasma.

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ehhh, addirittura! 🙂 Grazie tante, Micol, sempre troppo buona con me! Li hai definiti degnamente pezzi da 90. Già, piano piano scopriremo i motivi del loro incontro alla locanda. Ti ricordo che alla “Dimora dei Sussurri” stanno seduti da qualche parte anche il tuo personaggio, Alo, e Grouch di @dariopez. Attenzione, eh! 🙂
        Dunque anche tu voti per “La fortezza fantasma”? Altro punto per il seguito C. 🙂

    15. Antonino Trovato

      Meraviglioso, i mitici sussurri dei tuoi eroi sono tornati😍! Daniel Eddy Way è un nome che mi perseguita dall’università😂😂, e già il suo essere galantuomo e filosofo lo fa entrare nella leggenda… e mi ricorda pure qualcuno di mia conoscenza😂😂! Divorando ogni riga di questo episodio mi sono ritrovato per un istante assieme a questi mitici avventori, e sono convinto che mi aspettano mirabili gesta da parte di Daniel, assieme a Drok e Zorex, ma ovviamente, rivedere Esmerah, Greta e il buon Paco mi ha fatto molto piacere, e spero di vivere, con loro, altre avventure, sperando anche nel ritorno di Hybris (solo donne, come vedi😂). Veniamo al voto, per me C, sarei davvero curioso di vedere questa fortezza fantasma😁!

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Mitico! Eh sì, tu conosci molto bene Daniel. Ricorderai anche la famosa frasetta che lasciavo scritta ovunque all’Università: “Daniel Eddy Wey è stato qui”. Ahahhaha 🙂
        Gli intermezzi alla locanda, con il ritrovo dei personaggi, gettano le basi su quella che è in realtà la trama principale della serie… ma su questo ancora non posso dire nulla! Ma sono sicuro che proprio tu ci rimarrai di stucco, positivamente parlando… si spera. 😉
        Detto questo, ti ringrazio infinitamente per il continuo supporto, i tuoi bellissimi commenti e il tuo prezioso contributo. Voto C? E “fortezza fantasma” sia! 🙂

      1. Giuseppe Gallato Post author

        Ciao Isabella, questa volta sei tu la prima a votare! Punto per “La fortezza fantasma”. Grazie mille! 🙂

    16. Giuseppe Gallato Post author

      La seconda stagione inizia qua, con un episodio in cui le vite e le vie di alcuni personaggi conosciuti nella precedente serie si “intrecciano”. Quali sono i motivi che li hanno condotti a sedersi allo stesso tavolo? Pian piano lo scopriremo. 🙂
      Per adesso veniamo a noi e ai seguiti proposti. A fine capitolo Daniel fa un’importante rivelazione: nella prossima storia ci sarà pure lui. Già, ma in quale? Sarete voi a sceglierla.

      Seguito A: I nobili Drok e Zorex
      Seguito B: Il sortilegio dell’ofide
      Seguito C: La fortezza fantasma