Edizioni Open

LibriCK Edizioni Open COME FUNZIONA

SERIE e LibriCK Scelti per Voi

SERIE e LibriCK Edizioni Open Come Funziona

© 2018  Edizioni Open – Regolamento Chi siamo

  • Il sole splendeva nel cielo. I caldi raggi pungevano la pelle della detective Hope. L’edificio era circondato da molte vetture della polizia. Il suo partner arrivò pochi istanti dopo. Samuel era un ragazzo alto da […]

  • Dramma in poesia 2.Primo Atto:”Epilogo del prologo?”21 Agosto.La ragazza scese dalla macchina. I vestiti sporchi di sangue davano nell’occhio causando la paralisi delle persone. Mise le chiavi sporche di sangue […]

    • Una degna ripartenza per questa seconda stagione. Mi piace questo clima di prigionia, una condizione umana che può fare da anticamere ad una sana vendetta.

      • Grazie 🙂
        Il mio intento era di gettare sul lettore l’ipotesi di una sana vendetta, spero di stupirvi con i prossimi episodi 🙂

  • Il feudo piangente.
    Episodio primo.
    La guerra tra i due feudi era iniziata da qualche settimana, eppure sembrava si fosse già arrivati ad una conclusione.
    Il castello era circondato dall’esercito nemico. Ce […]

  • Lo sapevo. Il bosco, in questa stagione, di notte. Ho fame, ho freddo, ho sete. Che ora sarà? Fa buio presto, non so usare l’orologio, poi non ce l’ho, quindi…Capisco solo che non mangio, da parecchio. E non ho […]

    • Ciao Marco, è stata una lettura piacevole, ma più del finale a sorpresa (in cui si appalesa l’identità del narratore) mi ha coinvolto il triangolo di affetti e la scelta finale (e condivisibilissima) di lui. Bel racconto.

  • Dopo la guerra europea l’Italia non era più la stessa, si presentava scaglionata, debole, divisa e affamata.Il Partito Nord e il Partito Populista, che vent’anni prima avevano creato una coalizione basata sull […]

  • Oggi è stata una domenica difficile. Sono così fiera della mia forza, e se qualcuno leggerà questo forse capirà che ci sono tanti modi diversi di essere forte.

    Prima di tutto ho fatto una doccia, quando pre […]

    • Beh no, non è sempre facile, dipende dalla propria condizione. Se si riesce a prendersi cura di se nonostante il mondo interiore e quello esteriore sembrano avversi, allora si che c’è da esserne fieri.

      • Effettivamente. Sono dello stesso parere di Tiziano.

        Anche perché la gente spesso sottovaluta lo stress o i problemi delle persone, per questo spesso non si rendono conto di quanto a volte sia difficile fare ciò che può sembrare banale.

  • 1.
    Improvvisamente, così come era venuto, il segnale d’allarme scomparve.

    Tirai un sospiro di sollievo ed il mio sguardo calò verso il pavimento. Jess era ancora lì, ma non era più svenuta. Mi stava fis […]

  • Avevo lasciato quella manica di imbecilli legati come salami per recarmi al nido dei goblin, fatta eccezione del povero sciagurato di cui mi ero preso cura (per usare un termine meno macabro) lasciandolo alla sua […]

  • Il locale è un buco fetido, gelido come l’Inferno prima della caduta di Lucifero. Negli angoli polverosi, i ragni tessono tele fitte come oscuri segreti; ebbri di una caotica frenesia, zampettano sui vetri op […]

    • Il mistero si infittisce. L’ambientazione è resa molto bene. Praticamente c’ero anche io nel bar 🙂 Il gancio sul finale è ottimo per far morire di curiosità il lettore. Attendo con piacere il prossimo episodio. Come sempre, bravo.

      • Come al solito sei troppo gentile. John avrà un ruolo importante ai fini della storia, spero di averlo introdotto adeguatamente.🙂

      • Quoto la lode per l’atmosfera resa bene come un palco che viene montato pezzo per pezzo fino a mostar uno scenario dove le sensazioni prendono forma. Come sempre complimenti Dario 😉

    • No vabbè, questo episodio è fantastico e i dialoghi li ho trovati eccezionali. Sono letteralmente scoppiato a ridere in un paio di passaggi sapientemente conditi con del sano turpiloquio. Grandissima Serie, migliora ad ogni passaggio, davvero. Grande Dario.

      • Meno male che qualcuno apprezza la mia “follia”😉. Sono contento che ti piaccia e, credimi, non hai idea di cosa ho in serbo per i prossimi episodi. 😁

    • Grazie Daniele, spero di riuscire a mantenere questa atmosfera oscura anche nei prossimi episodi!🙂

    • Ciao Dario e ancora sinceri complimenti per questi splendidi episodi! 🙂
      Quanto detto dagli altri è proprio vero: la serie si fa sempre più bella, la trama si infittisce e i dialoghi si sposano perfettamente con l’ambientazione folle… atmosfere queste che tu sei molto abile a ricreare!
      Come sempre ti incollo la frase che più di tutte mi ha catturato: “Le persone nel bar paiono ombre, spettri evanescenti persi in bicchieri mezzi pieni e mezzi vuoti; si uniscono alla risata, battendo i palmi sui tavolini. Un tam tam di morte, un caos di follia. Tutti ridono. Tutti si divertono. Non Ellen.”
      Semplicemente fantastica! Grande, continua così! 🙂

  • Dramma in poesia.Atto decimo:”Goccia”.Vi era semplicemente gelo nel suo cuore. La ragazza aveva cessato di provare fiducia verso il genere umano dopo l’accaduto con Limone. Il ricordo ancora le causava un […]

    • Grande episodio, stavolta anche sotto il profilo della forma: fluido e coinvolgente, vedo con piacere che sono stati aggiunti più dialoghi. Di questa parte (e della serie in generale) mi piace la sua brutalità, il sadismo insensato e pulp. Bello.

      • Grazie mille 🙂
        Mi fa piacere e spero di stupirti con i due episodi finali!
        Normalmente sono quasi sempre molto sadico e brutale nelle trame, ciò che amo scrivere sono i finali, cercare il colpo di scena più adatto a far rimanere il lettore senza fiato!
        Infatti amo scrivere anche romanzi noir, di serial killer ecc
        Probabile che terminato Dramma in poesia inizierò la stesura di un racconto del genere