FIGLIO DELL’INCUBO

Non ho più fiato. Sento il cuore battermi all’impazzata nel petto. L’aria sembra sempre più rarefatta. Le gambe si irrigidiscono di più ad ogni falcata.…

La trentesima vittima

Aveva deciso che alla ragazza che quella mattina avrebbe sequestrato e violentato dietro un cespuglio vicino ai binari della ferrovia proprio a due passi dal…

Bunker Hill

Marco stava correndo. Si era nascosto, ma poi gli sbirri l’avevano individuato. Adesso correva ed era vicino all’uscita dal tunnel. Quella non era l’America, non…

Senza ritorno

«Cammina!» Mattia cercò di adattare il passo accompagnandolo alle traversine dei binari: camminava nel mezzo, facendo attenzione a non inciampare. Sapeva di non poter scappare…

Il Muto e l’Ascoltatore

Le mani bianche dell’uomo carezzarono lievemente la scatola. Le dita si spostavano con una leggerezza che solo l’ombra d’una nuvola riserva alla terra in piena…

I binari della luce

Buio. Solo buio. Eppure Sivart riusciva a vedere attraverso la sua retina, ormai geneticamente modificata nel tempo. Nessuno ricordava più come fosse stato il mondo…

Restate a casa

Il numero di morti aumentava di giorno in giorno. Ormai aveva superato il migliaio. E lui, da solo, doveva abbandonare la “zona rossa” evitando di…

Proposta dall’alto

Correva a perdifiato su quella strada buia. Correva e non gli interessava di niente. Più si stancava e più sembrava esserne felice. Più sentiva mancargli…

Alla fine del tunnel

Non so da quanto tempo stessi camminando, forse ore. Con me, non avevo nessuna fonte di luce e, l’unico indizio della strada che dovevo seguire,…