Dal diario di una guardia

Già a metà del primo giro di ronda mi sentivo esausto, quel giorno. Il servizio di volante, dopo sei notti senza riposo, comincia a pesare e alla fine non ti lascia scampo. Pensate che a qualcuno dei miei colleghi fa venire anche le allucinazioni. Altri vomitano. Che volete, l’assenza di qualsiasi compagnia fa soffrire e stanca, e il buio e l’inconcludenza di un mestiere dove non succede mai niente e dove non si vede mai nessuno, specie ladri o malviventi di altra specie, annientano. Stare in attesa di qualcosa che non verrà mai, in questo nostro personale “deserto dei tartari” è sconcertante e può spingere alle riflessioni più profonde circa il significato dell’esistenza, se non proprio ai pensieri più tragici. Si possono creare, nel concreto, condizioni e situazioni in cui è molto facile prendere fischi per fiaschi, lucciole per lanterne, confondere una cosa per un’altra. Quel giorno, dicevo, ero stremato, ma feci presto a riacquistare tutta la mia efficienza allorché mi imbattei in quella che inizialmente mi era apparsa come una effrazione bella e buona. La serratura del cancello del cantiere industriale EDILFIRM, quello sulla strada per il mare, se lo avete presente, pareva essere stata divelta e dall’interno filtravano voci concitate miste a sospiri e mugolii e a quello che sembrava un rantolare continuo. E’ il mio giorno, pensai, accarezzando l’arma! Mi dovetti ricredere presto, però: a osservarla con attenzione era evidente che l’inferriata era rimasta aperta per semplice negligenza degli addetti del cantiere. Quanto ai mormorii e a tutto quell’umano ansare, proveniva da una coppia di turisti rifugiatasi dentro per nascondersi agli sguardi indiscreti. Quando irruppi in preda all’eccitazione, facevano l’amore rumorosamente e con insolito trasporto su un plaid a scacchi rossi e blu adagiato su un cumulo di sabbia… C’è bisogno che ve lo dica? Uscii mogio mogio dal cantiere, a piccoli passi, per paura che si accorgessero di me…

Avete messo Mi Piace1 apprezzamentoPubblicato in Narrativa

Letture correlate

Discussioni