L’abbonamento 2a parte

Serie: L'abbonamento


Un’altra volta si autoinvitarono da Giovanni circa 20 altri conoscenti, amici e parenti per vedere la finale di Jamaica Got’s Talent che fu vinta da un ragazzo di colore che faceva dei numeri di magia e indovinava il peso delle persone tra il pubblico o della giuria.

Ma fu quando si autoinvitarono circa 40 persone per vedere la nuova stagione di ‘4 salumerie’ con Cracco, nella quale 4 salumieri si recano in vari alimentari e dopo aver fatto un panino devono giudicare in base al sapore, al prezzo, alla presenza e all’abilità del venditore, che Giovanni iniziò ad essere un po’ stufo. Nel momento in cui Cracco diceva che ci sarebbe stato anche un bonus per chi riuscisse a tagliare più fette di coppa in un minuto, esclamò: ‘Ora basta, andate via di qua. Non se ne può più.’

Inutile fu il tentativo di uno dei ragazzi di dirgli che sul 21 stavano trasmettendo la replica di Val Venosta-Lucchese, valida per la coppa nazionale di serie c. Lui era deciso e li fece andare via di casa.

Decise quindi di annullare l’abbonamento anche se le gare di tiro del tir coi denti non avrebbe più potuto vederle. D’altronde non poteva neanche guardare il campionato nicaraguense, quindi, dopotutto, avrebbe risparmiato.

Dopo vari tira e molla riuscì a disdire l’abbonamento.

Adesso poteva finalmente godersi la sua tranquillità dopo aver lavorato tutto il giorno.

Purtroppo però, lui era solo e la vita era un po’ monotona, così a casa non faceva altro che navigare saltuariamente in internet o leggere libri di Areste Giglietti, pubblicati dalla Edi Editrice, che lui trovava molto poetici in quanto narravano delle vicende dello scrittore che aveva passato la vita lavorando in una macelleria come pulitore del banco e aveva qualche volta partecipato a campionati regionali di pallamano. Una volta aveva conosciuto una ragazza che lo aveva scambiato per lo speaker del telegiornale di canale 6.

Adesso rimpiangeva i momenti in cui tutti si riunivano a casa sua. E rimpiangeva anche il fatto che non vi venisse più nemmeno Algisa che a lui piaceva molto e che spesso aveva guardato programmi come ‘L’isola dei famosi’ e ‘l’isola dei famosi Vip’ in cui vi erano personaggi ancora più famosi del primo talent e vi era una gara ad eliminazione per decidere chi fosse più famoso.

Qualche giorno dopo gli arrivò, mentre stava riposando nel pomeriggio, una chiamata da parte di un altro operatore che gli proponeva di abbonarsi a Immediaset, così avrebbe potuto vedere i campionati del Nordamerica, della Nuova Zelanda e tutti i film di Boldi e Jim Carrey. Alla sua richiesta se vi fosse anche il campionato del Nicaragua, gli fu risposto che, si, c’era, grazie a degli inviati clandestini che riprendevano le partite col cellulare.

Così Giovanni si abbonò a immediaset e poté’ vedere anche la coppa nigeriana e il trofeo under 21 ‘Alfio Castillo’, colui che aveva introdotto anni prima la regola della rimessa dal fondo.

A vedere trasmissioni come ‘Ciao Archimede’ o ‘Chi vuole essere Verratti?’ (in cui il centrocampista dell’Italia Marco Verratti spiega a 9 ragazzini come giocare a pallone alla ricerca del suo sostituto) veniva ora anche Algisa.

Lui però non osava avvicinarla in quanto timido.

Un giorno per caso, quando si erano invitati 16 amici e conoscenti per vedere ‘Natale in Giappone’, un film in cui Boldi incontra De Sica e la sua ragazza a Tokyo, dove impareranno a preparare il sushi e il sakè, disse a tutti che alla fine del film avrebbe cambiato subito canale in quanto sul 31 davano la partita del campionato del Nicaragua tra Real-Madriz e Managua FC. Algisa allora lo guardò e disse: ‘Sai che nel Real Esteli, in questo campionato, gioca mio cugino?’

Giovanni non aspettava altro e così la invitò a cena la sera dopo per vedere la sfida del Real Esteli contro Deportivo Ferretti.

Si rividero varie volte, alcune uscendo, alcune restando a casa sua. Come quando guardarono la partita proprio tra Real Madriz e Real Esteli in cui giocavano il cognato di Giovanni contro il cugino di lei.

Finita quella partita andarono in pizzeria e si rividero molte altre volte.

Ne nacque una storia e, quando il cugino di Algisa vinse il premio come migliore in campo nella semifinale di Playoff contro il Diriangen, i due decisero di coronare la serata con una cena nel miglior ristorante del paese e si diedero appuntamento a tre giorni dopo in cui ci sarebbe stata la finale.

Serie: L'abbonamento


Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Umoristico / Grottesco

Letture correlate

Discussioni