Devi accedere log in o pubblicare sulla bacheca di questo utente

  •     Nessun volo, nessun atterraggio maldestro, niente di niente.    Jordan, Ombra e Terrore si ritrovarono in una stanza buia, il mobilio era scarno, quasi assente. Una parete si affacciava sul mare attra […]

  •     Terrore sfrecciava ad ampie falcate sulle dune, il vento si infrangeva sui baffi di Jordan provocandogli un piacevole pizzico, a tratti era un solletico.    Alla vista del mare, Jordan iniziò a ridurre l’anda […]

  •     La freschezza della grotta fu sostituita dal caldo torrido.    Jordan fece fatica a riacquistare la vista, la luce del salto spaziale lo aveva accecato costringendolo a chiudere gli occhi. Le ombre diven […]

  • Colto da un attimo di lucidità, distrutto il cellulare a terra, lo pseudo killer fuggì mimetizzandosi tra la folla. L’agente della sicurezza non riuscì a individuarlo.Per sua fortuna, il malvivente riuscì a dis […]

    • Un racconto d’azione. Al di là della trama, vorrei focalizzarmi sul fatto che riesci a tenere un buon ritmo. Bravo! Alla prossima. Ciao.

    • Ciao Eliseo, mi è piaciuta la forma che hai voluto dare a questo “grillo parlante”. Saggi amici, quelli immaginari, da adulti tendiamo a dimenticarli. Mannaggiaagiuda! proprio un bel racconto 😉

    • Ciao Eliseo,
      un racconto particolare stile “Ai confini della realtà”, breve ma intenso. Bravo 😊

  •    “Non avere paura, andrà tutto bene.” ripeteva Ombra.    Jordan sentiva la voce del suo lato oscuro chiaramente nel suo cervello, era un effetto strano, poco comprensibile, a tratti inspiegabile, come se si pot […]

    • Ciao Eliseo,
      accattivante questo dualismo del tuo personaggio… “Ombra sporse la testa oltre la spalla di Jordan…” Entra per consigliarlo ed esce per proteggerlo. Veramente coinvolgente 😊

  •    L’acqua schiumosa bagnava le dita della mano mentre Detective Jordan, schiantatosi al suolo alla fine del viaggio attraverso il portale, dormiva profondamente dopo aver perso i sensi. A tratti russava.
       Vicin […]

    • Ciao Eliseo,
      l’idea di Jordan dentro la bolla mi ha fatto sorridere, un brontolone costretto a fluttuare è veramente originale. Aspetto il seguito di Jordan/Ombra 😊

      • Ciao Isabella!
        Si, il mio genere preferito è sempre stato la Sci-Fi, però ho un’attrazione per il fantasy/grottesco, ti ammetto che un pò ridevo anche io mentre lo scrivevo 🙂

    • Ciao Eliseo,
      ho letto i capitoli 2, 3 e 4 tutti d’un fiato. Come già commentato nel primo, questa serie mi piace davvero tanto. E’ ben scritta, c’è ritmo e i personaggi hanno un loro spessore davvero notevole.
      Dimmi che gli altri capitoli usciranno a breve! 😀

      • CIao Federico, Ho appena postato il quinto episodio/capitolo, sepro ti piaccia anche, adesso sto lavorando al sesto, a breve lo posterò
        Buona giornata 🙂

  •    Le luci del tramonto dipingevano di arancione le poche nuvole, che meste si avvicinavano alla città spinte da una leggera brezza.   Jordan osservava quello spettacolo straordinario, era difficile ammirare qual […]

    • Orchi, portali, dimensioni parallele, lavatrici DeLorean! C’è di tutto in questo episodio, fantastico! La serie si fa sempre più interessante e con questo finale mi lasci proprio con la curiosità a mille! Dov’è il prossimo capitolo? 🙂

      • Ciao Giuseppe, scusami anche tu se non ho risposto subito, comunque sono contento che ti sia piaciuta la serie fino ad adesso, il nuovo episodio é stato postato qualche ora fa e mi farebbe piacere un tuo riscontro perché non sono proprio soddisfatto al 100%

    • Ciao Eliseo,
      mi ha fatto sorridere l’immagine del detective dallo sguardo spento e rassegnato alla vita con la tutina di lattice. Un tocco originale per non rendere banale il locale. Chissà dove lo porterà la lavatrice 😀

      • Ciao Isabella, scusa il ritardo nella risposta, beh diciamo che dovevo inventarmi qualcosa di intrigante e mi é venuta fuori la tutina, per il seguito ho postato qualche ora fa il nuovo episodio

  • All’interno del piccolo bar, dopo il notiziario serale, erano rimasti solo in quattro: il titolare intento a pulire bicchieri con uno strofinaccio un tempo bianco, un uomo ben vestito dalla cravatta slacciata c […]

    • Ciao Eliseo, che bello! Il tuo ladro sfigato mi porta alla mente il caro vecchio Rag. Fantozzi: un mito. Dopo la borsa del lab2 e il cinema del lab4 attendo di leggere altre avventure il mese prossimo. 😉

      • Ciao cara Micol! Mi fa piacere che questo personaggio ti piaccia, non era mia intenzione ma visto il tema del lab di aprile mi é balenata in testa l’idea e l ho buttata giù. Si diciamo che il pover uomo sta passando una giornata no 😂

    • Che fantasia! Ladro di borse in cuoio e disturbatore al cinema. Due Lab in uno! 😂
      Complimenti, molto carino.

      • Ciao Cristina, ho seguito il tuo consiglio e l ho riletto un bel po’ di volte prima di postarlo, spero di aver corretto tutti gli errori, adesso devo solo ricordarmi il codice per inserire le virgolette e non usare più quei pallini da elenco puntato per i dialoghi 😅

    • Ciao Eliseo! La tua è stata davvero un’ottima idea! Sfortunatamente non tutti i ladri o serial killer sono così sfigati!!! La cosa più divertente, comunque, sono le sue imprecazioni! Complimenti!

    • Ciao Eliseo, che bello ritrovarti anche qui su Edizioni Open (in un universo parallelo mi faccio chiamare DBones…)
      Che sagoma questo ladro e che sfiga! Questo lab era una vera sfida e tu l’hai superata.

    • “Mannaggiaagiudatecnologico!”… Ahahahaha, fantastico! 🙂 Il racconto fila liscio che è un piacere, grazie a un bel personaggio… sfigato al punto giusto. Ottimo modo di interpretare il lab! Ho letto in uno dei precedenti commenti che non trovi i codici ASCII per le virgolette: sono “alt 174” per aprire e “alt 175” per chiudere. A rileggerci. 🙂

      • Ciao Giuseppe!
        Fa sempre piacere ricevere assensi da qualcuno molto più bravo e chissà quante leghe più avanti di me.
        Per i tasti ti ringrazio ma, non so se sia un problema del mio Lenovo o di openoffice, non funzionavano e ho creato una macro, adesso con due tasti mi spuntano in automatico.
        per il rileggerci spero presto, ho un episodio fermo da due mesetti circa, spero di finirlo a breve

    • Ciao Eliseo,
      divertente il tuo racconto e anche se ho letto che hai dovuto “combattere” con le virgolette ho visto che hai ovviato in modo originale, complimenti! Le imprecazioni del funny killer mi ricordano molto le imprecazioni di Verdone in “Un sacco bello”: ‘porcaccio giu*a infame giu*a ciabattino!’ ahahah fortissimo 😀 Bravo!

      • Ciao Isabella!
        Diciamo che l’imprecazione contro giuda è una mia cosa personale, purtroppo lo utilizzo spesso ma non così variopinto, di solito uso 2-3 appellativi, c’ho messo un pò di mio diciamo in questo racconto 🙂
        Contento che il mio ladro ti abbia fatto sorridere 😀

    • Ciao Eliseo, bellissima l’idea di utilizzare lo stesso personaggio per due Lab diversi. Anzi, geniale! Storia ben sviluppata e intrecciata. Poi questo personaggio è cosí maldestro e comico che non si può non prenderlo in simpatia. Anch’io ho fatto telefonare alla mamma, giuro non volevo copiare 🙂

      • Ciao Tiziano 🙂
        In effetti non sapevo se fosse “permesso” o se fosse una buona idea, però appena ho visto il tema del lab mi è venuta subito in mente l’idea e ho deciso di riproporre lo stesso personaggio.
        Per la chiamata invece dovresti ricevere domani una mail dai miei avvocati con una citazione per plagio 😛 ahahahah
        Scherzi a parte potremmo definire la chiamata della mamma nei momenti meno opportuni un clichè 😀

      • Si infatti siamo almeno in tre ad averci pensato 😂

    • Ciao Eliseo, molto carina l’idea della storia per il lab, sono nuova, ma sono andata a sbirciare i vecchi lab :).
      Unico consiglio che vorrei darti è quello di utilizzare meno la ripetizione “Uomo”. Per il resto mi è piaciuta molto 🙂

  • – Jordan! Di nuovo? – la voce del capitano tuonò possente e fece ammutolire tutti i presenti della sala esagonale, cuore pulsante della centrale segreta degli Unicorni.
    Il detective capì subito a cosa si rifer […]

    • Sono morto leggendo il finale, le moto elettriche rosa me le sono immaginare con un disegno di un unicorno tutt’altro che tenero con tanto di espressione aggressiva e pieno di muscoli XD
      Tornando seri un momento. Lo trovato bello, leggero, i dialoghi non stonano e la storia breve ma di qualità, anzi forse proprio perché lo è che gode della sua leggerezza . Complimenti come sempre

      • CIao Daniele, onestamente non avevo pensato a un eventuale logo ma mi hai dato un’idea, vediamo più avanti se ce ne sarà bisogno usero il tuo consiglio, per il resto sono contento che ti sia piaciuto

    • Ciao Eliseo. Questo episodio mi è piaciuto più del precedente e il motivo principale risiede nei dialoghi: li ho trovati leggeri, realistici e molto efficaci. Personalmente parlando, mi hanno accompagnato lungo la lettura dell’episodio senza annoiarmi mai. Significativo anche l’incipit con la frase “la voce del capitano tuonò possente e fece ammutolire tutti i presenti della sala esagonale…”, lascia intendere sin da subito quanta simpatia possa fare ai presenti il nostro Jordan! 🙂

      • Ciao Giuseppe, faccio tesoro del tuo commento e lo prendo come sprono a migliorare i dialoghi dei miei racconti, scrivo da 10 anni circa e il mio punto debole sono sempre stati i dialoghi, sentire che un mio racconto é piaciuto grazie a loro mi gratifica molto e cercherò di renderli ancora migliori. Tornando al protagonista diciamo che non é proprio ben visto, vediamo come si evolverà la storia😁

    • Ciao Eliseo,
      anche in questo episodio ho amato il protagonista, dal carattere stanco ma dalla mente lucida. Le moto rosa danno un tono di colore alla tua ambientazione alla Dick Tracy. Complimenti!

  • Il sole tramontava lentamente restio al suo monotono quotidiano destino. La luna non avrebbe sorvegliato la città quella notte. Folte nubi si avvicinavano minacciose trasportate da un vento gelido, la stessa […]

    • Bello, l’incipt e assai buono. I dialoghi sono ben azzeccati, danno un chiaro profilo ai personaggi e la narrazione non annoia mai e bella fluida e leggera. Mi piace! Attento la prossima puntata

      • Ciao Daniele! Come ti dicevo qualche mese fa, sono tornato al primo amore, il fantasy.
        Per adesso la storia si sta ancora sviluppando nella mia testa ma credo che non dovrai aspettare molto.
        Intanto dovevo per forza presentarvi il buon caro Jordan

    • Ambientazione interessante, commistione tra fantasy e fantascienza (sci-fi?), con ottimi dialoghi: mi sono piaciuti molto quelli “tra sé e sé” perché forniscono un quadro, seppur adesso solo generale, del suo carattere. Sono curioso di leggere il seguito (il genere è tra le mie corde) e sapere dove andremo a parare con il detective Jordan. 🙂

      • CIao Giuseppe, si diciamo che doveva essere una serie prettamente fantasy ma qualcosa di fantascientifico esce fuori sempre nelle mie storie, il secondo episodio lo sto per postare.
        A presto.
        PS: Attendo il prossimo atto di: Come conquistare na donna 🙂

    • Ciao Eliseo,
      titolo più che mai indovinato per questo episodio che si trascina con questo velo plumbeo sui protagonisti. Descrizione lenta e pungente, ma che non annoia per neanche un secondo e che non ti fa staccare dallo schermo fino alla fine. Bravo!

    • Ciao Eliseo, ambientazione interessante e protagonista sgangherato e talentuoso, con cui si entra subito in sintonia (anche per le sue debolezze che lo rendono umano). A presto!

      • Ciao Capo!
        Uno degli obiettivi di questa serie a cui tengo particolarmente molto era proprio questo, renderlo il più umano possibile, contento che sia piaciuto.

    • Ciao Eliseo. Innanzitutto complimenti, personaggio e ambientazione non hanno a da invidiare a “Gli androidi sognano pecore elettriche” o “The Expanse”. Continuerò sicuramente a leggere il seguito 😉

      • Ciao Federico.
        Essere paragonato a un capolavoro come Blade Runner è di sicuro molto soddisfacente, mi metto subito all’opera per completare il quinto episodio 😀

  • L’auto frenò bruscamente davanti la farmacia, il fischio dei freni e lo stridio delle gomme sull’asfalto attirarono l’attenzione dei passanti.
    Un uomo scese velocemente e a grandi passi si diresse verso l’ingr […]

    • Fantastico, un’avventura no stop stile trainspotting. Un vero trip. Il tema del lab è stato interpretato in chiave dinamica e con una leggera vena umoristica che non guasta mai. Alla prossima!

      • Grazie per il commento Tiziano, si diciamo che l’intento era quello di far leggere il librick tutto d’un fiato, forse dovevo rivedere il finale.

    • Ciao Eliseo, rapido come un fulmine. Il primo ad aver inaugurato il nuovo tema con un racconto di quelli che piacciono a me. Folle e per nulla scontato. 🙂

      • Ciao Micol!
        Ero in pausa a lavoro quando ho visto il video e quindi arrivato a casa ho dovuto subito buttare giù qualche riga per non perdere l’idea ispiratrice ma una volta iniziato a battare i tasti del pc é venuto fuori il racconto completo e l’ho postato.
        Contento che ti sia piaciuto

    • Riesci a creare suspense e a dare ritmo. Qualche imperfezione ed errore ortografico, ma se hai inaugurato il Lab e lo hai fatto di getto, è comprensibile.

      • Ciao Cristina, innanzitutto grazie per il tempo dedicatomi, per il resto si, é stato diciamo un racconto veloce, ideato scritto e postato, ma questa non é una giustificazione bensì un mio difetto, devo imparare ancora a frenare i miei impulsi da scrittore e la mia voglia di pubblicare(postare) rileggendo più volte quello che scrivo, sono però contento che nel complesso abbia avuto un effetto positivo

  • Eliseo Palumbo ha cambiato la foto del profilo 8 mesi, 3 settimane fa

  •      Spazio aperto.
         Tutto intorno si vedevano miriadi di punti luminosi distanti infiniti anni luce.
         La visione venne distorta in una spirale che generò un fascio di luce verde, si materializzò […]

  •      La tempesta scaricava tutta la sua foga sprigionando la sua energia sotto forma di fulmini, che creavano potentissime onde d’urto, su Mezzocolle.     Villa deLupis, adagiata da tempo immemore su Mezzocoll […]

    • Come sempre un grande “COMPLIMENTI”al nostro carissimo eliseo che come sempre non delude. Sai attrarre il lettore usando una narrazione pulita che trascina. Unica nota sono solo i piccolo errori di battitura 😉
      Per il resto bello, bello e non vedo l’ora di leggermi l’ottava puntata.

    • Grazie Daniele, come sempre molto gentile.
      Spero che l’ultimo ti piaccia pure.
      Adesso sto preparando la nuova serie, un pò più fantasy, spero di iniziare a postare gli episodi a breve

    • Ciao Eliseo, episodio ben progettato, credo che il tuo stile si focalizzi molto sui finali, colmi di rivelazioni appena accennate e che richiedono un po’ di attenzione per essere colte. Tutto molto bello e convincente, a mio modesto avviso il percorso verso la conclusione potrebbe essere alleggerito spezzando le descrizioni con qualche dialogo in più, ma ripeto, è solo un parere personalissimo. Bella serie, peccato solo che il prossimo episodio sarà l’ultimo.

      • Ciao Tiziano grazie per le belle parole… Diciamo che che mi piace lasciare quella voglia di sapere/suspence nel lettore e soprattutto farlo fantasticare sulle mie storie e i possibili risvolti

  •        Lo zio Enea non stava più molto bene da qualche mese. Il vecchio cocciuto non voleva sottoporsi alle cure mediche, decise di rifiutare i farmaci e di mangiare il meno possibile: si stava lasciando morir […]

    • Mi ha preso totalmente. Bella, triste, triste ma bella. Zio Enea Mi ricorda un po’ il vecchietto di Up e sei riuscito a farmi affezionare al personaggio con poche righe. Anche se, nella parte in cui consegna il cubo, già si riesce a intuire la fine dello Zio. Cmq complimenti come sempre!

    • Ciao Daniele e grazie per il commento. Diciamo che nella vecchiaia si é ammorbidito, ma ti assicuro che non é un tenerone, da dicembre inizierò a sviluppare alcune serie partendo da questi “incipit” e conoscerai di che pasta é fatto.
      Grazie per avermi letto.

    • Di questa storia mi piace l’intersezione tra fantasia e realtà. Il mondo dei mostri da un lato e il lutto purtroppo reale dall’altro, osservato dallo sguardo acerbo di un ragazzino. Bello e scorrevole, e alcuni lettori scorgeranno forse delle lontane similitudini con il proprio vissuto. Ci sono due refusi di battitura, ti salteranno all’occhio rileggendolo e l’espressione “fare chiudere la bara” nonostante sia chiarissima non mi convince fino in fondo, ma sono lievi aspetti formali. Il racconto mi è piaciuto ed è coerente con lo stile dell’intera Serie.

    • Scorre e si interseca bene nei due mondi che crei, bello e interessante. Bravo!

      • Grazie per il commento Marta, contento che il racconto e nella fattispecie la serie piaccia

  • La grandine cadeva incessante e impietosa, stava devastando il raccolto delle campagne circostanti e provocava ingenti danni alle proprietà: finestre rotte, auto ammaccate e impianti di sicurezza in tilt.
    Da poco […]

  • Dopo la guerra europea l’Italia non era più la stessa, si presentava scaglionata, debole, divisa e affamata.Il Partito Nord e il Partito Populista, che vent’anni prima avevano creato una coalizione basata sull […]

    • Un altro bel episodio, complimenti !

    • Diaboloco e spietato. Di questa storia ho apprezzato l’ingegno nella trama e lo sfondo distopico. La seconda parte è più leggera e scorrevole rispetto ai primi passaggi introduttivi. Comunque bravo come sempre.

      • Ciao Tiziano.
        Dovevo un po’ spiegare in quali circostanze avveniva la storia quindi l’inizio doveva essere così per forza, la seconda fase é più leggera per accompagnare il lettore al colpo di scena finale, con la speranza di riuscire a sorprenderlo

      • E il colpo di scena infatti é arrivato 😀

  • Lo scroscio delle cascate accompagnato dal cinguettare degli uccelli e dei suoni in lontananza della variegata fauna del Kakadu rendevano il lavoro sotto il caldo afoso meno sgradevole.Le gocce di sudore cadevano […]

  • Carica di più

Eliseo Palumbo

Foto del profilo di Eliseo Palumbo

@eliseopalumbo

attivo 3 giorni, 12 ore fa
scrittore