Devi accedere log in o pubblicare sulla bacheca di questo utente

  • E dopo questo viaggio nel futuro, cronologicamente 7 ore, mentalmente decenni; lascio questa città. Risalgo sulla macchina del tempo chiamata Alitalia e la imposto alle ore 20:00 del 30 maggio. Come località per t […]

  • E’ arrivato il momento di lasciare questo paese e questo popolo che incarna profondamente, a mio avviso, i quattro principi costitutivi della cerimonia del tè dettati da Sen no Rikyū: Armonia, Rispetto, Pur […]

    • Ciao Giorgio, riflettevo sul motivo per cui sono affascinata da questa cultura. Forse la sensazione, illusione, della felicità. Come hai sottolineato una maschera non dona serenità interiore. Il rispetto è l’unica via, tutte le tradizioni raccolgono le radici del proprio passato. Il Giappone mi attira a sé perché anelo tranquillità. E, d’improvviso, mi ritrovo a pensare a quando riuscirò a passare qualche giorno a Barcellona che riconosco mia nell’anima. Siamo esseri strani, mille volti che cercano il loro spazio. La soluzione è quella di accoglierli tutti. Quindi, dico “a presto” al Giappone senza dimenticare la realtà fatta di mille sapori che desidero costruire per me stessa. Grazie per aver condiviso tutto questo.
      Se non ho inteso male, hai familiarità anche con il mondo latino. Sarei felice di leggere un tuo diario di viaggio ambientato in quei luoghi, ritroverei realtà che ho vissuto e un po’ di nostalgia.

    • Questo episodio trasmette l’ambiguità che si cela dietro la tranquillità di questa cultura straordinaria. Non esiste la perfezione, e con questo racconto, mi hai dato spunto per riflettere sul loro concetto di rispetto e fiducia che muta in dovere. Grazie per questo viaggio interessante nella tradizione e nella cultura giapponese😁!

  • Poi all fine, al mercato del pesce, ci sono tornato, questa volta in tranquillità, alle 9.00 in punto. In metropolitana noto una ragazza che porta degli occhiali che sembra non abbiano le lenti, mah! Avrò visto m […]

    • Ciao Giorgio, ancora qui a morire d’invidia 😉 E’ un viaggio che, almeno una volta nella vita, desidero davvero fare. Sono una viaggiatrice meno attiva, quando vado in un luogo preferisco soffermarmi su pochi “scatti” cercando di conoscerli bene. Chissà, magari il mio Omikuji predirà molti altri viaggi. La sfortuna la lascio pure al vento, anche se comprendo il detto: da tutto si apprende.

    • Diario di viaggio ben scritto ed interessante. Potrebbe essere inizio di un libroclick o libro.

    • Un altro spaccato interessante su questa affascinante cultura. Anche io mi stranizzerei di vedere gente indossate occhiali senza lenti, ma come si dice, ad ognuno il suo😁! Senz’altro ho apprezzato la perla di saggezza dell’Omikuji e il sistema dei foglietti… magari si potesse mettere la sfortuna in un cassetto😄!

    • Ciao Giorgio, se questo LibriCK fa parte di una Serie puoi modificarlo 🙂

  • Tra le attrazioni principali di Tokyo c’é il famoso mercato Tsukiji: il più grande mercato del pesce del mondo. Non posso perdermelo. La mia guida Lonely Planet consiglia che per visitarlo bisogna muoversi pre […]

    • Quanta storia e tradizione è presente in questo episodio, la tua passione e la tua conoscenza del mondo giapponese traspare in maniera perfetta, sempre con la tua solita ironia in certe battute, e anch’io, alla fine dell’episodio, mi sono ritrovato pago per tutte queste belle immagini che offri. Ma poi, sei riuscito a visitare il mercato😁?

    • Ciao Giorgio, l’imprevisto fa parte dell’avventura. Mi hai permesso di rivalutare il sumo, confesso di non aver considerato di accostarmi a quella tradizione. L’hai saputa rendere in tutta la sua dignità e poesia e hai saputo farmi cambiare opinione. Non sottovaluterò gli aspetti di quella cultura che a pelle non sento vicini.

  • La storia racconta del professor Hidesaburō Ueno, che nel 1923 adottò un cane di due mesi di nome Hachikō ed ogni mattina lo portava con se nella stazione di Shibuya, per prendere il treno che lo portava a la […]

    • Ciao Giorgio, non sapevo che in Giappone esistesse una piccola Las Vegas! Il tuo diario di viaggio, inconsueto e vissuto, mi piace proprio per questo. Conoscevo la storia di Hachico è legata a un ricordo doloroso dell’epoca in cui è uscito il film che propone la trasposizione americana. Essendo un’estimatrice di manga e anime (devo stare dietro a mia figlia e amo tutto ciò che è fantasy) conoscevo le “loli”. Questo episodio ha stimolato parecchio anche il mio appetito! Insomma, novembre si avvicina e devo prenotare per la prossima estate 🙂

  • Passiamo al secondo tempio. Il Fushimi-inari, caratteristico per quel tunnel creato con una fila di portali color vermiglio chiamati i torii, messi in fila uno dietro l’altro. Per arrivarci dal primo tempio non è […]

    • Ciao Giorgio, ho deciso di mettere i tuoi racconti in un file e farne una personale guida turistica :D. Il progetto per l’anno prossimo è vivo più che mai, i tuoi racconti non fanno che alimentare tizzoni della mia decisione.

      • Ciao Micol, bene, felice del tuo gradimento. Visto lo scarso interesse generale avevo pensato di smettere ma visto il tuo interesse continuo con le pubblicazioni. Se vuoi ti invio direttamente il PDF completo 😉

      • Sarebbe un peccato perderti, Giorgio. I primi passi su Open sono quelli più complicati, ci vuole del tempo per farsi conoscere nella marea di splendidi racconti che vengono pubblicati ogni giorno. I tuoi mi hanno attratta perché freschi, curati, scritti con maestria. Ho trovato la “poesia” che attendo da quel luogo per me un po’ magico: il Giappone. Hai saputo avvicinarmi a quel mondo meglio di tanti altri scritti. Il tuo è un diario pulito, che ha acceso in me la curiosità e il desiderio di conoscere altri luoghi. Ti ringrazio per l’offerta, sarei davvero onorata di leggere il tuo scritto (mi trovi su facebook con lo stesso nome che utilizzo qui). Penso davvero che la tua presenza qui, sia importante.

    • Giorgio, Micol ha ragione, il tuo diario è qualcosa di diverso dal resto, la varietà serve in questa piattaforma, col tempo la gente apprezzerà, e comunque, avrai sempre come minimo me e Micol che ti accompagneranno in questo splendido cammino nella cultura giapponese! Beh, torniamo all’episodio, rimango sempre affascinato dai luoghi che mi fai conoscere, e il tuo tocco ironico mi strappa sempre un sorriso, e la lettura scorre con grande semplicità, a parte i nomi giapponesi, ma va beh. Non mollare, io e Micol aspettiamo il prossimo episodio!

  • Sono rinato a vita nuova, da oggi un nuovo me è sulla terra! Bello! Oddio, ma devo riiniziare tutto?? Dunque, va bene spieghiamo dall’inizio.Si è vero, ho detto che è impossibile perdersi nella metro e nelle staz […]

    • Ciao Giorgio, il desiderio di partire è sempre più forte. Ti sono grata di aver condiviso questa esperienza (se non ho compreso male è la tua), è bello conoscere un po’ di quel mondo che tanto mi chiama.

    • Giorgio, le immagini da te trasmesse sono vivide, mi stai facendo davvero conoscere cose che, se le vedessi realmente, rimarrei di certo a bocca aperta, e la tua ironia è davvero apprezzabile!

  • Per raccontar la mia nuova avventura,farò, ma senza mai pretesa alcuna,usando Dante e rime e simil struttura.Una notte dolorante senza fin, senza lacune,a mendicar per casa van sollievo dal mio male,decisi che […]

    • Ciao Giorgio, di certo lo stile ricorda autori come Dante o Petrarca, o comunque gli albori della letteratura italiana, ma i contenuti sono goliardici e ironici, riportandomi alla mente Boccaccio! Uno stile coraggioso e ricercato, meriti i miei complimenti per il tentativo e per le risate che mi sono fatto, anche se purtroppo so bene quanto siano reali le difficoltà che incorre un paziente nei pronto soccorso!

      • Grazie Antonio, scrivere in terzine è stata una esperienza molto impegnativa, una sfida, ma allo stesso modo esilarante.

    • Ciao Giorgio, la tua impietosa “Comedìa” mi ha fatto sorridere. L’ironia con cui hai ammantato le effettive disgrazie di un paziente alle prese con i gironi infernali del Pronto Soccorso ha sdrammatizzato il tono pur non togliendo alcun significato. A volte, il mezzo migliore per arrivare alla gente è questo: una sana ironia in grado di far riflettere.

      • Ciao Micol grazie! In realtà l’ho vissuta in prima persona, ma nonostante tutto, come dici, bisogne sempre prenderla con ironia.

    • Grazie Antonio! scrivere in terzine è stata una esperienza impegnativa ma allo stesso modo molto esilarante.

    • Grazie Antonio, scrivere in terzine è stata una esperienza molto impegnativa, una sfida, ma allo stesso modo esilarante.

  • Prevenzione, prevenzione, prevenzione, o meglio, ci tengo molto che non ti faccia male. Si percepisce in molti aspetti , a partire, come già raccontato, dall’indicazione della posizione del defibrillatore nella ca […]

    • Ciao Giorgio, questo episodio mi ha dato un po’ i brividi. Mi ha portato alla mente un film di parecchi anni fa: Equilibrium.

    • Hai ragione, il rovescio della medaglia è proprio questo, con tutte queste regole imposte le emozioni si azzerano.

    • Un episodio questo che certamente mi ha trasmesso la meticolosità dei giapponesi verso le regole, ma anche una certa inquietudine, mi hai mostrato il lato monolitico di questo popolo, che può essere positivo, come i ragazzini che possono andare liberi, ma è davvero libertà? Comunque, proseguo, il tuo diario è davvero piacevole!

  • Un misto di gioia, con un potpourri di immagini sognate e precorsi già vissuti nella testa, con il forte desiderio di scoprire nuove realtà, più ansia e tensione adrenalinica condita con un po’ di sana preo […]

    • Ciao Giorgio, confesso di aver letto il tuo racconto perché uno dei miei obbiettivi (incrocio le dita, se ho “culo” l’anno prossimo) è quello di andare in Giappone. Mi è piaciuto il tuo diario di viaggio, affascinato il piccolo affresco dei paesini “quasi di plastica”. Cresce in me il desiderio di raggiungere la meta ambita.

    • Ciao Giorgio, è una bella premessa di un viaggio che mi si prospetta interessante, visto che in Giappone vorrei proprio andarci un giorno. Hai già messo a confronto la diversità di due mondi, il nostro e quello orientale, in poche ma ben scritte righe, trasmettendo pure le tue sensazioni, le tue emozioni e il tuo stupore con grande semplicità. Proseguo con la lettura!

  • Finalmente rivedo la mia amica Kumiko, l’ultimo abbraccio fu di due anni fa a Buenos Aires . Lei è il mio collegamento, la calamita e la mia guida per comprendere meglio questo paese. Ci siamo incontrati in una […]

    • Ciao Giorgio, ancora io 😉 Ho letto entrambi gli episodi di un fiato ed in questo mi riconosco nella curiosità del protagonista e nella completa difficoltà nel ricordare nomi che foneticamente non appartengono alla cultura natia. Il desiderio di prendere la valigia e partire, è sempre più forte. Ho intravisto un altro tuo racconto, se non ho capito male ambientato in India. Lo conservo per questa sera, così, almeno in sogno, prendo l’aereo per lasciare il paesello.

    • Ciao Micol, mi fa molto piacere che hai gradito, ti confesso che questo viaggio in Giappone è stato, fino ad ora, il più affascinante, sotto molti aspetti, della mia vita. Quindi appena puoi, vai e goditelo. Continuerò ad inserire gli episodi del mio diario quotidianamente, ne sono 11.
      l’ultimo racconto non é proprio sull’india, anche se sarà uno dei miei prossimi obbiettivi di viaggio, ma ho preso spinto solo di un detto indiano che poi ha scaturito il tutto. 😉

    • Giorgio, ciò che scrivi è qualcosa di mai visto da me su Open. È la storia del tuo viaggio, penso, un bel diario dove metti a nudo tutto lo stupore e la meraviglia di un turista italiano al confronto con una cultura diversa, coinvolgendomi con le tue precise descrizioni. Sembravo di essere lì con te! Proseguo con entusiasmo la lettura, con la voglia di saperne di più del tuo viaggio e del mondo giapponese😁!

  • “In India si dice che l’ora più bella è quella dell’alba, quando la notte aleggia ancora nell’aria e il giorno non è ancora pieno, quando la distinzione fra tenebra e luce non è ancora netta e per qualche m […]

  • Giorgio Scattolini ha cambiato la foto del profilo 1 mese, 1 settimana fa

  • Giorgio Scattolini è diventato un membro registrato 1 mese, 1 settimana fa

Giorgio Scattolini

Foto del profilo di Giorgio Scattolini

@mistergios

attivo 9 ore, 33 minuti fa
scrittore