Devi accedere log in o pubblicare sulla bacheca di questo utente

  • Grigio grigio, il clima si faceva sempre più freddo: contro quel vento, con una giacchetta rossa e una camicia troppo sottile, stava Celine, che si affrettava sul ponte che collegava il suo quartiere alla zona […]

    • C’è un episodio di Black Mirror che è molto simile a questo racconto. In ogni caso, bella fantasia e bel finale; vedrei bene questo racconto distopico alla Blade Runner/Black Mirror all’interno di una raccolta da te curata!

      • Ciao Michele, vero! Ricordo bene: indagava sull’uso dei social network come memoria di una personalità. Era una specie di Pet Cemetery tecnologico. Grazie mille per avermi letto!

    • Bellissimo! L’ho apprezzato davvero, è stata una bella sorpresa trovare un racconto di fantascienza (non tutta) in questo contesto. Mi è piaciuto anche il finale ironico, azzeccatissimo. Passo a seguirti. 🙂

    • Bravo Michele, racconto ben scritto con un messaggio importante: l’introspezione. Troppo spesso puntiamo il dito verso gli altri senza mai guardare in casa nostra, senza mai fare un’esame di coscienza. Ecco le conseguenze, spiegate in modo chiaro e simpatico. La domanda è: chi ci salverà da noi stessi?

      • Cara Angela, grazie davvero. In effetti è questa la domanda da porsi. Ci stiamo auto-consumando? E, soprattutto, avere tutte le informazioni su qualsiasi cosa, in blocco, subito, ci sta cambiando il modo di relazionarci al mondo e agli altri?

    • Bello il racconto, bella la storia e bello il tuo modo di raccontarla… Ho apprezzato tutto ed il finale è stato come una caffè corretto dopo una cena pesante:FAVOLOSO!
      Bravo!!
      Spero di rileggerti presto!

    • una storia così moderna merita un’analisi, anche perché la deriva (non necessariamente distopica) immaginata in questo racconto pone una riflessione su cosa sia davvero la compatibilità: significa essere uguali? Siamo incosciamente e narcisisticamente alla ricerca di un nostro alter ego? Gli algoritmi e la potenza di calcolo su grandi moli di dati sono davvero un accrescimento? Oppure aggiungono solo pragmatismo, sottraendo alla vita il gusto di essere scoperta? Ad ogni modo mi piace questa Dream date APP, sembra avere un sacco di fearures interessanti. Corro a cercarla sull’Apple store.

    • Racconto gestito bene che ti porta al colpo di scena finale che non ti aspetti. Finale ottimo.

    • Ciao!
      Inizio lento, ma finale molto divertente. (Il cyber-sex ha vinto tutto, per me xD) Sul finale, vorrei aggiungere che mi ha fatto sorridere davvero: si pensa spesso di poter vivere solo con se stessi, ma chissà se sarà vero…

    • Futuristico, divertente, originale e secondo me… lungimirante. Complimenti.

  • Visualizza
    Scegli una lingua
    Italiano
    Loading…



    Benvenuto nel sottoprogramma Human.
    Hai scelto di visualizzare le informazioni complete sul tuo sistema. Se questa non è stata una tua libera scelta, puoi dis […]

    • Meraviglioso. In un monotono giorno di pasqua, una sana storia di fantascienza che tocca, peraltro, il tema immortale dei limiti (via via superati) dell’intelligenza artificiale. Grazie Pincherle!

    • Oddio… mi viene da chiedere e se fossimo davvero tutte macchine? Un ottimo racconto con eccellenti spunti per un soggetto filmico… grazie 😉

    • Esisto” è un racconto di fantascienza che ci proietta in un futuro forse possibile? Devo ammettere che un po’ mi spaventa sinceramente. Che della macchine, dei robot possano diventare umani spero sia un’ipotesi talmente remota da arrivare all’assurdo. Comunque questo racconto ben costruito, incuriosisce e fa pensare ai limiti che la scienza ancora ha, e che sinceramente spero continui ad avere!
      Marco

    • Non sono un amante della fantascienza ma questo racconto mi ha trascinato nei meccanismi (virtuali) della vicenda.. bello il ritmo, bello Alessandro.. Crudeli gli umani quindi pure reale!!
      L’ho letto molto volentieri.
      Bravo

  • ATTO 1 – CARNEVALE
    Sarà molto bello vivere insieme!
    Le farò le trecce al mattino, le preparerò ogni giorno un pranzo buono e diventeremo inseparabili. I presupposti ci sono tutti: lei mi sembra incuriosita. Mi s […]

    • Grazie Tiziano!
      Mi fai felice!

    • Pincherle, davvero ben concepito, mi è piaciuto tanto! Ha arricchito la mia fugace pausa pranzo, mi sono anche unto di olio mentre lo leggevo, ma ne è valsa la pena. Angosciante come un incubo; scorrevole e avvolgente. Bravissima! Da fruitore consumato di storie horror e thriller psicologici avevo intuito il colpo di scena, e non vedevo l’ora di arrivare fino in fondo per vedere come avresti svelato quel momento. Grazie per aver condiviso questa storia! 🙂

  • CARTELLONI

    C’era scritto: “In questa foto c’è il mio uomo con un’altra donna, la sua amante da due anni”. Seguiva una foto di me e lui in una scena quotidiana. Una di quelle fotografie scattate con il cellula […]

    • Racconto interessante e avvincente, complimenti!

    • Mi è piaciuta molto questa storia dalle atmosfere urbane e dai ritmi serrati. Bella l’idea di un destino beffardo che non consente alla protagonista di consumare la vera vendetta – quella al femminile- a cui aspirava. Complimenti!

    • L’ho letto e mi è piaciuto!

  • Il profilo di Pincherle Moravia è stato aggiornato 2 anni, 1 mese fa

  • Pincherle Moravia ha cambiato la foto del profilo 2 anni, 3 mesi fa

Pincherle Moravia

Foto del profilo di Pincherle Moravia

@pincherle

attivo 2 mesi fa
Scrittore Disinvolto