Occhi verdi

Sei arrivato nella mia vita senza alcun preavviso cogliendomi di sorpresa con un sorriso sincero ed inaspettato. Quel banale caffè con un’amica dopo lezione diventò il giorno più importante per noi.

Tu in un angolo, timido come non ti ho più visto, dopo poche parole ci stavamo già organizzando per uscire. Mi diedi pure il numero sbagliato e quel pomeriggio passai almeno un’ora a cercarti su Facebook sapendo solo il tuo nome e la tua città. Non pensavo ti avrei mai amato, ma quanto mi sbagliavo. Birra dopo birra, neanche tante, mi stavo innamorando sempre di più, i tuoi occhi intensi e sinceri mi avevano incantata. Sei riuscito con la tua semplicità a riportare la gioia nel mio cuore marcio d’odio. Il nostro primo bacio, così improvvisato, un po’ impacciato mi aveva fatto venire i brividi ma non volevo ammetterlo, presa dalla mia solita freddezza mi dimostrai superiore ma con te tutte le mie difese si abbassarono pian piano. Ero diventata tua e di nessun altro, tu mio. Siamo due idioti innamorati, chi ci vede ci deride, nessuno capisce. Come ci si innamora dopo così poco tempo non lo so, ma cosa importa il tempo, non ci sono scadenze quando si tratta di sentimenti, questo l’ho capito solo con te. Non mi importa se ci vedremo poco, se piangerò ogni sera, soffrire è amare e io sono pronta. Sono pronta a riprovarci, ad aprirmi di nuovo, a lasciarmi andare, non importa nulla ora che ci sei tu accanto a me.

Prendila alla leggera

per non soffrire

non ricadere nel vuoto da cui ti sei appena risollevata con fatica

ma che senso ha fare le cose a metà?

Se amo

amo alla follia

e ci voglio provare

lottare con le unghie

soffrire come soffri tu 

piangere ogni sera

per colpa di quegli occhioni

un po’ verdi e un po’ dolci

stampati nella mente di chi non dimentica

come una ferita al cuore 

che non si rimargina mai

Ora che sono con te

ti stringo fino a farti male

fino al sangue

solo perché quel corpo

quei teneri abbracci sotto il piumone

non so quando torneranno

Se ho gli occhi lucidi

non temere

non sono triste

non so nemmeno io cos’ho

ma cazzo quanto mi piaci

ogni momento

ogni sguardo

ogni carezza

ogni bacio

non possono essere a caso

tutti hanno un perchè

Amore mio non piangere

no, io non piango mai

voglio solo ricordare tutto

ho paura di dimenticare un dettaglio

anche solo un particolare

che quando saremo lontani potrà consolarmi

nella solitudine del mio letto

nella mia vita

che non è la tua

ma sarà la nostra

con impegno

amore

e pazienza

Amore abbracciami

e non lasciarmi più

come quella sera la pub

Avete messo Mi Piace2 apprezzamentiPubblicato in Narrativa

Letture correlate

Discussioni

  1. Ciao Greta! I tuoi testi mi piacciono molto, specialmente perché trasudano emozioni e sono veri. Ci si immedesima nei tuoi racconti, hai applicato al meglio la formula del “show, don’t tell”. Complimenti e continua così, non vedo l’ora che pubblichi altri librick!