Ti ho già incontrato

Serie: Giuditta


In un primo momento mi sentivo troppo stordita da non riuscire a star dietro al suo passo lesto e confidente.

-Giuditta, torna qui!- esclamai, facendomi spazio tra la moltitudine.

Un ragazzo mi si parò davanti proprio in quell’istante, ostacolando la mia ricerca.

-Scusa, fammi passare- gli dissi, ma lui mi bloccò, porgendomi un drink.

Sbuffai, incrociando le braccia. -Scusa, ma ora non posso: sto cercando un’amica- spiegai.

-Che coincidenza, anche io ne cerco una…- scherzò il ragazzo, mostrando un sorriso mozzafiato.

Sentii le guance avvampare di un rosso che immaginavo confondersi con quello intenso delle luci da disco. Alzai lo sguardo incrociando il suo e per un momento mi sembrò di riconoscere in lui una certa familiarità.

-Sono Jake-. Si presentò stringendomi la mano.

Lo scrutai da testa a piedi: -Ci conosciamo?- chiesi.

Sorrise un’altra volta:-Sì-

Quella risposta alimentò la mia curiosità e fui presa da una voglia irrefrenabile di soddisfarla: mi lasciai trascinare dal suo aspetto affabile e ci sedemmo a un tavolo appartato con tanto di divano.

Quando notò la mia chiara tensione, mi mostrò un altro dei suoi ammiccanti sorrisetti, tanto che fu in grado di sciogliermi.

-Quindi, ci siamo già incontrati…- accennai, spezzando il “silenzio” tra noi due.

Annuì. -E’ proprio così, e la sera in cui ti vidi per la prima volta sei stata come un vento di emozioni, tanto forte da togliermi il fiato-, mentre pronunciava quelle parole perlustrò il mio corpo, completamente, poi inclinò leggermente il capo, soffermandosi solo sui miei occhi. -Sì, sono sempre loro, i tuoi occhi: ancora mi privano di qualsiasi difesa- disse.

La sua espressione e il suo tono di voce, così profondi, sembravano esprimere emozioni sincere.

Rimasi senza parole: -Ti ringrazio, ma stai esagerando- risposi. Mostrai un lieve sorriso e per un po’ restammo a guardarci in silenzio. Fu allora che una scintilla nei suoi occhi risvegliò il mio ricordo: -Sì, ti ho già incontrato-. Eppure, a quel ricordo, quella strana sensazione ritornò più assillante di prima.

Serie: Giuditta


Avete messo Mi Piace1 apprezzamentoPubblicato in Narrativa

Letture correlate

Discussioni