Un pianeta senza “carne”

Serie: Pedrapolis 2218 #2STAGIONE


1.

Quando il padre pose i tre grandi segreti, già era a conoscenza che sarebbe stata lei a scorgerli. Così dunque ella vide nel primo la base del futuro ovvero i NewNewGen comprendendo di esserne la primogenita.

Nel secondo vide l’antitesi del primo ovvero la Grande Madre, il reale motivo del Reset ed ironicamente il medesimo del loro viaggio. La vide muovere i fili dietro Bretterik. Infine, per terzo ed ultimo, Monique scorse la soluzione. Numeri e lettere che tuttavia sembravano bloccati.

2.

Il sistema si aprì. Amanda avanzava nella connessione che fluiva attraverso Pedrapolis. La Rete era bellissima e ne percepiva il potere, intravedeva la Grande Madre ma sembrava inerme. Amanda si concentrò e prese il controllo dei cancelli di Pedrapolis. Sorrise mentre di sollevavano.

Percepì Feled e Bretterik mobilitare gli eserciti di KH, NewGen ed altro.

Predoni e soldati del Gruppo Apostolo avevano raggiunto le mura.

Poi qualcosa la fece voltare, era una sensazione strana. La Grande Madre non si muoveva e lo vide avanzare.

Insieme di genetica e tecnologia. Adamo aveva un aspetto ancora peggiore, irriconoscibile.

Amanda: Cosa sta succedendo?

Adamo: Sai cos’è l’esistenza? Quella creatura voleva aiutarmi eppure le è bastato farmi entrare nella Rete per cadere incosciente. Non sono più di questo mondo? Perché la natura cresce verde e le cose di carne si riproducono? Tanto poi divengono cenere… Ma forse non sono io ad essere un errore, forse è la stessa realtà ad esserlo. Forse la cura è la non esistenza…

3.

I cancelli sud si tinsero di rosso. Dana digrignò i denti rimembrando urtata del destino di Erik. Al suo fianco Alfio.

I due guidavano gli eserciti colmi d’ira. Perfino gli abitanti di Pedrapolis avevano raggiunto le fila stufi di Bretterik. I KH erano sempre più incerti, perché combattere contro i loro stessi cittadini?

Ai predoni era stato specificato di attaccare solo i NewGen o al massimo i soldati KH, dovevano assolutamente lasciare in vita i cittadini e gli innocenti.

4.

Erano passati attraverso i condotti al di sotto di Pedrapolis. Monique aveva una stranissima sensazione, percepiva Amanda in pericolo. Mia e Gerard erano al fianco della ragazza. Emersero da un tombino lontano dalla confusione della battaglia. Era nuovamente dentro Pedrapolis.

5.

Erano stati raggiunti da Amanda.

Mia: Adamo potrebbe essere il problema maggiore.

Amanda: Sembra uno spettro, si aggira per la Rete delirando. L’inevitabile conclusione di un folle alla ricerca della perfezione, terminata in parte con un delirio di onnipotenza.

Gerard estrasse il fucile uccidendo i KH di guardia. Il gruppo entrò nel vecchio laboratorio dove si controllavano i robot.

Monique: Questo è per Billy. – trattenne le lacrime.

Aveva preso parte del sistema operativo del robot dopo averlo visto perire. Le informazioni immagazzinate da Billy saltarono dall’edificio percorrendo tutta la Rete e venendo assimilate dai Robot ribelli dentro e fuori Pedrapolis. Videro la sua storia, Bretterik manipolarlo ed infine il robot sacrificarsi. Videro quelle informazioni e ne compresero l’importanza razionalmente.

Monique si affacciò dall’edificio, erano centinaia e si dirigevano verso Pedrapolis. I robot erano dalla loro parte.

6.

Si sentì colmo d’ira. Feled si volse uscendo dalla confusione della battaglia. Percepì cos’aveva fatto Monique nel laboratorio.

Tuttavia erano preparati. Molti predoni avevano ricevuto l’ordine di schierarsi fra la battaglia ed il laboratorio. Feled vide Alfio e Dana emergere dietro di lui, era accerchiato ma non temeva la situazione.

7.

Sollevò le palpebre. Si distaccò dalla Rete. Adamo si eresse al centro della fontana emergendo.

Adamo: Questo corpo mi è oramai inutile, blocca il mio stesso potenziale.

8.

Percepiva la Grande Madre bloccata e ciò lo rendeva meno funzionale. Tuttavia Feled ebbe la meglio.

Dana indietreggiò vedendo la creatura sventrare i predoni come se nulla fosse. Alfio tentava di colpirlo ma senza successo. Poi lo videro sollevare le braccia e prendere il controllo di robot e NewGen in parte. Erano tutti immobili. I KH avevano smesso di lottare unendosi al Gruppo Apostolo.

Poi i due compresero il motivo.

Aveva avuto dei dubbi. L’incertezza si era definitivamente trasformata in certezza durante la morte di Ten. Bretterik deglutì. Porse a Feled una pistola al plasma notando che la sua fosse scarica. Aveva dato fin da subito l’ordine ai KH di allearsi con gli invasori se avessero visto la guerra propensa a vederli sconfitti.

Vide Feled prendere l’arma dalle sue mani ed il luccichio delle ferite rilasciate da Ten.

Bretterik: Per Pedrapolis…

Feled: Per il potere…

Bretterik: Poiché non è destino che altro al di fuori della carne governi tra queste mura.

Feled: Cosa?

Bretterik: Vorrei solo il perdono di me stesso.

Colpì la pistola con un pugno facendogliela cadere, poi di seguito con l’altra mano estrasse una lama trafigendolo nella ferita più profonda.

I KH avevano un altro ordine, dirigere con dei dispositivi i segnali di Feled verso un congegno nascosto fra gli indumenti di Bretterik.

Feled: Robot e NewGen esploderanno portandovi tutti con me…

Bretterik: La terra non prenderà altro sangue all’infuori del mio.

Vide Feled quasi stupito, poi tutto venne avvolto dal fumo.

Dana rimase esterrefatta come Alfio. La guerra era terminata così, con il sacrificio di Bretterik. I NewGen sembravano bloccati ed immobili.

9.

Pedrapolis era in pace.

Monique entrò nella sala del palazzo principale.

Alfio: Abbiamo trovato il cadavere di Adamo, si è sventrato fino a perire.

Monique: Amanda sembra essere sparita. Non la percepisco.

Dana: Evidentemente non è servito comprendere appieno il terzo segreto della guerra della conoscenza.

Alfio: Non vi sarebbe servito comunque.

Monique lo vide sollevare il braccio ed una lama di energia materializzarsi dal nulla trafiggendo al petto Dana.

Si volse tuttavia nessuno sembrava essersene reso conto.

Alfio: Forse alla fine ho compreso perché esisto…

Monique: Cosa?

Alfio: Io sono l’opposto e la cura. Mi basterà aspettare.

La ragazza raggiunse la finestra. I NewGen stavano costruendo assieme ai robot altissime mura.

Alfio: Controllo la carne e la tecnologia, eppure tu sembri immune. Sarebbe interessante tenerti come animale domestico…

Monique: Adamo???

Alfio: Ma di certo non posso dire di esserlo in carne ed ossa. Adesso sono la Rete, l’unione fra umani e tecnologia. L’inesorabile conclusione di un evoluzione impossibile da fermare. Pedrapolis sarà solo l’inizio, la Rete sta ricoprendo il globo e manipolando il governo mondiale ho dato un ordine ben preciso. Un esperimento.

10.

I soldati entrarono nei cunicoli al di fuori di Pedrapolis. La Rete si stava espandendo in tutto il globo ed avevano un unica missione. Far esplodere la città e generare un effetto domino. Così, come il Reset aveva causato il blocco della tecnologia, adesso era il momento di ridurre in cenere tutto il resto.

Serie: Pedrapolis 2218 #2STAGIONE


Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Sci-Fi

Letture correlate

Discussioni