La vena d’oro

I cavalli di Jack e i suoi scagnozzi sbuffavano e intanto i minatori lavoravano sodo. Jack osservava quella scena e scuoteva la testa. Che sciocchi,…

Windigo

Askuwheteau, Egli Veglia, aveva meditato a lungo prima di compiere quel passo. Aveva ceduto il titolo di capo tribù al figlio ben dieci inverni prima:…

La scusa del porco

Versione alternativa dehttps://edizioniopen.it/lassassinio-di-antonio-esposito-detto-totorello/ Il commissario Nestore Facchi si preoccupa di eliminare ogni alone dalle lenti degli occhiali. Li inforca. Rivolge la propria attenzione alla donna…

Fuori dal tepee

Era sempre stata curiosa, affascinata da tutto ciò che la circondava. Ma la sua attenzione era rivolta soprattutto al mondo maschile. Da piccola, con il…

Sole e Luna!

Raggio di sole ballava, sotto la Luna piena, nel mezzo di una radura. Raggio di Sole sentiva in testa una musica ma nessun battere di…

Pietruccio fa i capricci

La ragazza danzava. «Mamma, mamma, ma cos’è?». «Calma, Pietruccio. È una squaw». «Cos’è una squaw?». «È una pellerossa, Pietruccio. Una donna degli indiani d’America». «Ma…

BENVENUTA

«Devo salire. Posso?». «Prego entra pure. Sta salendo». «Grazie. Appoggio qui la borsa, spero che non dia fastidio!». «Figurati, tanto c’è molto spazio. A proposito…a…

NEL CUORE DELLA FORESTA

James smontò da cavallo per una breve sosta: sia lui che l’animale avevano bisogno di rifocillarsi. Da una borsa estrasse del fieno per il suo…

Così muore un berserkr

Il ritmo ondeggiante dell’aurora boreale indicava che da qualche parte era in atto una battaglia e le valchirie erano intente a decidere quali guerrieri fossero…

Frecce nel vento

I piedi scalzi affondavano nel terreno umido della foresta delle sequoie e le grida beffarde degli Yankee ci rincorrevano mentre ceravamo disperatamente riparo. Erano in…

Runai

Il suo corpo quel giorno era compartito in due. La mano destra affondava nella Terra Madre, la sinistra stringeva la sua vendetta. “La vita e…

Il falò indiano

Lei era ancora lì, fresca, giovane che danzava al ritmo di una musica immaginaria. La luce era perfetta, nell’aria c’era un sottile odore di erba…