C’era una volta Monique.

Serie: Pedrapolis 2218

Sollevò lentamente le palpebre, si sentiva affaticata, respirava a malapena. Suo padre Karl era a terra, sanguinava. In lontananza scorse Lupo e Billy ruzzolare a terra tentando di prevalere l’uno sull’altro. Monique starnutì stanca, Amanda ed Adamo discutevano ma non riusciva ad udirli, sapeva solo che l’uomo le aveva proposto un patto, il suo amore per la vita di Karl.

Flashback.

Sgranò gli occhi urlando con tutte le forze che aveva. I passi la raggiunsero di corsa.

Karl: Cosa succede piccola?

La bambina di cinque anni tremava.

Monique: Ho visto qualcosa, una donna alta intenta a chiamarmi. Sembrava finta…

Karl: Finta?

Monique: Un brutto sogno credo, non può esistere una persona così, sembrava trasparente. Diceva “Sono Amanda, vieni a me piccola NewGen”.

Karl: Tranquilla, era solo un incubo.

Presente.

Monique riuscì a mettersi a gattonare verso Amanda ed Adamo, il sangue le scorreva dalla testa. I robot circondavano il perimetro. Deviò un istante per fermarsi ad osservare Karl, una lacrima le uscì dall’occhio destro rigandole la guancia.

Flashback.

La bambina di dieci anni irruppe nella stanza esultante.

Monique: Papà!

Karl si volse abbracciandola.

Monique: Abbiamo studiato te! La Grande guerra della conoscenza!

Karl le sorrise.

Monique: Nel libro si parla delle IA, dei Gen e dei tre grandi segreti della guerra della conoscenza! Che fine hanno fatto?

Karl: Piccola mia non ti fare queste domande, è un passato oscuro e non tutto è destinato ad avere delle risposte.

Presente.

Monique fissò Billy. Il robot spezzò il collo di Lupo lasciandolo a terra. La creatura metallica osservò la sua vecchia padrona.

Monique: Pensavo fossi mio amico.

Lo vide voltarsi ignorandola. Un tumore la fece sobbalzare.

Adamo: Porgimi la tua anima e tutti loro saranno liberi! Unisciti a me Amanda e diventiamo un tutt’uno!

Monique sentì Karl sussurrare.

Karl: Fermala, impedisci che i tempi oscuri ritornino figlia mia. Non permettere ad Amanda di sacrificarsi per me.

La ragazza sentì un brivido lungo tutto il corpo, qualcosa si era rotto in lei. Rabbia pura la prevedeva. Sentì le ferite rimarginarsi, il New Gen in lei stava fuoriuscendo. Si rialzò in piedi dinanzi lo sguardo allibito di Adamo. I robot estrassero i fucili laser.

Adamo: Non interromperci! Pensa piuttosto a fermare Billy, lui ha i preziosi tre grandi segreti della guerra della conoscenza!

Karl: Billy non ha niente, solo un virus che ho messo al posto dei segreti anni fa. Quei segreti sono nella tua mente Monique, nascosti nel passato!

Adamo fu veloce, generò una barriera elettromagnetica e prese Amanda per il collo. Monique indietreggiò stupita.

Karl: Il virus contagerà ogni robot se aperto, gli donerà il libero arbitrio da Adamo. Doveva essere l’ultima opportunità eppure speravo non accadesse. Il giorno del Reset avrebbe dovuto attivare un computer centrale in grado di imporgli delle norme, se viene dato loro il libero arbitrio senza un minimo di controllo succederà l’inevitabile.

Un tumore interruppe Karl. Monique vide paralizzata una lancia trafiggere il padre al cuore. Dei rumori di passi la fecero voltare, non riuscì a muoversi dal terrore. FD35 la osservava sorridente. Un dolore alla tempia le fece quasi perdere i sensi, Adamo aveva tranciato il legame di Amanda con lei, stava assorbendo l’IA.

Fine episodio.

Serie: Pedrapolis 2218
  • Episodio 1: Pedrapolis 2218. Primo Atto.
  • Episodio 2: Amanda
  • Episodio 3: Adamo
  • Episodio 4: Predoni.
  • Episodio 5: La Fonte
  • Episodio 6: Intrecci, alleanze e tradimenti
  • Episodio 7: Aria di tempesta
  • Episodio 8: Dramma nel vecchio laboratorio
  • Episodio 9: C’era una volta Monique.
  • Episodio 10: Reset
  • Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Narrativa, Sci-Fi