Effetti collaterali

Serie: Pedrapolis 2218 #2STAGIONE

Scena 1

Le catene le stringevano i polsi. Monique deglutì. La sala quadrata era colma di predoni.

Adamo: La figlia del mio vecchio amico è dinanzi a noi. Forse rammaricata di non aver posto fine alla mia esistenza.

Monique: Libera Amanda, lei non ti appartiene.

Adamo: Oramai lei è in me e con ne. Carne ed anima uniti in un tutt’uno, fusi nel medesimo involucro.

Alle spalle dell’uomo ci erano Bufalo e Alce, due dei signori dei predoni.

Adamo: Tuttavia siamo qua per giudicare te, non di certo me. – avanzò verso di lei – Ammirate l’unica vera NewGen, figlia della scienza, predisposta a far cadere l’irrazionale. Il male è nei suoi occhi, palpebre destinate a calare divenendo ceca dinanzi ogni realtà diversa dalla sua.

Non capiva cosa stesse accadendo, il discorso sembrava sconnesso ed insensato.

Adamo: Lei come NewGen è predisposta a combattere contro tutto ciò che considera irrazionale, giunge da noi per un semplice motivo. Corrompervi facendovi abbandonare il vostro credo, vuole rimpiazzare la vostra religione con la sua ambia scienza!

Monique era sconvolta, Adamo stava realmente dicendo quelle cose?

Adamo: Sono qui per dimostrarvi che l’unico vero araldo del popolo sono io, l’uomo completo ed in possesso della grande IA. Monique può fungere da ingranaggio, utilizzare il suo potere NewGen per controllare IA e Robot.

La ragazza provò a parlare ma fu zittita.

Alce: Non crediamo che una creatura come te possa aver qualcosa di interessante da dire.

Adamo: Confermo che i NewGen non provano emozioni ma sono predisposti per fingere.

La ragazza sbiancò. Era un comizio, Adamo la stava utilizzando per scopi propagandistici.

Scena 2

Osservò stupito l’IA aprire il cancello. Gerard vide Karen spezzare il collo ai due predoni di guardia. Dana, Erik e Billy erano dietro di lui.

Karen: Liberiamo Monique, si trova nella sala centrale in una pessima situazione.

Billy: Qualcosa non va, avrebbero potuto prendere maggiori precauzioni per bloccarci.

Erik: Una trappola?

Karen: Non c’è tempo di riflettere.

Scena 3

Ingurgitò con foga il bicchiere di vino. Pedrapolis era sotto il suo controllo.

Feled: Possiedi la città, il centro del fulcro globale. Da qui è partito il Reset.

Bretterik: Sono il signore di Pedrapolis.

Feled: I predoni vorranno riprendere la città. Alza le mura e costruisci altri NewGen. Un esercito immortale.

Bretterik: I predoni dovranno arrendersi.

Feled: Il governo non prenderà bene le tue scelte autonome.

Bretterik: Il governo si dovrà inchinare.

Scena 4

Vide Adamo far cenno di attaccare. Percepì i poteri di Amanda. Monique si volse verso due predoni facendogli esplodere i dispositivi tecnologici alle braccia. Lì vide ruzzolare a terra.

Adamo: Il potere NewGen signori e signore, oltre la telecinesi e la manipolazione. L’unico in grado di bloccarlo sono io.

Lo vide avanzare e percepì i poteri di Amanda, lentamente s’inginocchiò a causa del dolore alla testa. Non poteva fare a meno di ubbidirgli.

Scena 5

Dalla cima s’intravedeva il panorama. Adamo osservò Alce e Bufalo complimentarsi. Il popolo dei predoni era al suo comando.

Adamo: I predoni mi idolatrano.

Bufalo: Perché hai lasciato pochi predoni a controllare Monique nonostante la fuga dei prigionieri?

Adamo: Semplicemente perché mi serve qualcuno da incolpare in modo da guadagnare l’appoggio dei predoni in cambio di semplice odio.

Alce: Incolpare?

Si volse di scatto attingendo dai poteri di Amanda. La telecinesi colpì Bufalo lanciandolo giù dal palazzo, poi estrasse un coltello colpendo ripetutamente Alce all’addome.

Scena 6

Vide Karen uccidere i pochi predoni. Monique sospirò tranquillizzata.

Gerard: Abbiamo trovato dei vecchi materiali.

Dana: Documenti del Gruppo Apostolo. Abbiamo una coordinata da raggiungere, il rifugio dei sopravvissuti. Decine di alleati di tuo padre.

Scena 7

Osservò Feled manipolare i robot come semplici burattini. Bretterik vide i cancelli di Pedrapolis venir sbarrati. Avanzò lungo i corridoi del laboratorio di Pedrapolis. Gli scienziati continuavano la costruzione dei NewGen.

Feled: Neanche il Governo potrà fermarti, tu hai il potere, l’unico centro del Reset. Sei tu a gestire la luce e l’oscurità.

Scena 8

Karhad’hia era bellissima, cuttadina dai lineamenti orientali. Aveva edifici con curve morbide e del colore simile alla sabbia del deserto. Il palazzo era bianco, i potenti del pianeta erano al piano superiore. Ten si sedette nella camera ovale nel seminterrato.

45: La missione a Pedrapolis non ha avuto gli esiti desiderato, dove sono i tuoi fratelli?

Ten: Assistono alla riunione.

45: Il Governo non dichiarerà guerra a Bretterik, temono le conseguenze. Potrebbe causare un nuovo Blackout mondiale.

Ten: L’esercito di NewGen potrebbe essere più pericoloso.

45: Abbiamo un unica alternativa, assassinare Bretterik.

Scena 9

I robot caddero. Monique e Karen uccisero i nemici in pochi istanti. Videro Gerard rinfoderare la pistola. I cinque entrarono nell’avamposto abbandonato.

Karen: I robot si erano stabiliti qua solo da pochi giorni. L’entrata per il quartier generale del Gruppo Apostolo è da qualche parte.

10

La realtà digitale si distendeva dinanzi a lei. Proseguiva fra le celle di contenimento senza esitazione.

Karen: Vi percepisco sorelle, bloccate nei meandri di questo luogo, tenute dal Gruppo Apostolo. Vi farò liberare assieme al secondo segreto della guerra della conoscenza ed assieme regneremo in eterno.

Serie: Pedrapolis 2218 #2STAGIONE
  • Episodio 1: Un istante dopo
  • Episodio 2: Effetti collaterali
  • Episodio 3: In viaggio
  • Episodio 4: Coordinate
  • Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Narrativa, Sci-Fi

    Letture correlate

    Discussioni