Il primo passo

Serie: Pedrapolis 2218 #2STAGIONE


1.

Finì di deporre la terra sul corpo robotico. Una lacrima rigò il viso della ragazza. Monique sentì le braccia di Gerard avvolgerla da dietro dandole sostegno.

Monique: Billy è andato, non tornerà mai più, come mio padre e forse Amanda. Forse stavamo meglio prima del Reset, penso sia stato un errore. Una vita ad aspettare qualcosa che subito dopo ha generato effetti non desiderati. Vorrei poter tornare indietro ed aver vissuto realmente quegli anni. Poter vivere anziché cimentarmi perennemente nel lavoro. Non ho vissuto abbastanza appieno la mia vita.

Si sentì volgere e le braccia del ragazzo finire di avvolgerla, poi un intenso bacio.

2.

Si sedette sul letto osservando il fratello.

Erik: Monique sta seppellendo Billy. Tu ci pensi mai a…

Sentì un tuffo al cuore.

Dana: Ai nostri genitori? – deglutì – Mi mancano ma stiamo portando avanti il loro volere, lo stesso del Gruppo Apostolo. Vivono assieme a noi così almeno.

La porta si aprì.

Alfio: Siamo pronti. Possiamo aiutare Monique a decifrare le coordinate.

3.

Si sdraiò nel macchinario serrando le palpebre. La vide, una realtà digitale e l’IA.

Karen: Questo è il mio mondo.

Monique: Realistico.

Erano nel mezzo di una radura.

Mia: Mi senti? Segui le mie indicazioni.

La guidarono lungo l’erba verde, il sole illuminava i fiori. Tutto così reale e bello. Erano in una parte dell’inconscio della ragazza. Seguì le indicazioni delle due fino ad una quercia altissima con una fessura.

Mia: Lì vi è il modo per decifrare le coordinate, qualcosa nascosto da tuo padre. Un ricordo sepolto.

Karen: Merito di ciò che ho scoperto dalle IA. – mentì.

4.

Bretterik si era allontanato. La creatura chiuse gli occhi.

Feled: Cosa vuoi?

Grande Madre: Sta per giungere il momento. Presto Karen mi porterà i tre grandi segreti della guerra della conoscenza!

Feled: Devo avviare la seconda fase del piano? Siano già a quel punto?

Grande Madre: Gli umani non meritano questa realtà figlio mio. Creature avide ed egoiste, insieme costruiremo una realtà giusta.

5.

Grazie ai dati raccolti decodificarono le coordinate del primo grande segreto. Avanzavano tra le dune su una macchina ricostruita dal Gruppo Apostolo. Mia Lì scortava.

Monique: Una volta ottenuti tutti e tre avremo cambiato le sorti di tutto ciò che conosciamo.

Mia: Ci riprenderemo Pedrapolis.

6.

Avanzò lungo la piazza centrale. I signori dei predoni rimasti in vita erano tenuti fermi. Adamo si sentì acclamare. Osservò i nemici tentennare.

Adamo: Hanno tentato di soggiogarvi! Farvi credere che io vi abbia manipolato tramite attentati ed omicidi! Calunnie senza prove! Il vero nemico è là fuori! Colei che mira a sottrarvi la vostra identità! Con questo primo gesto io vi rendo liberi.

I signori vennero decapitati ed udì il popolo acclamare.

7.

Posò il dispositivo. Ten si accese una sigaretta. Osservò Pedrapolis. Aveva contattato di nascosto il governo e gli ordini erano precisi. Radere al suolo Pedrapolis o deporre Bretterik.

8.

I predoni caddero mentre il gruppo avanzava. La cisterna portava ad un tunnel sotterraneo.

Mia: Dobbiamo scendere per poter passare sotto la zona radioattiva. Non abbiamo i mezzi per avanzare in superficie.

Monique vide Dana ed Erik rimanere in macchina per controllare l’uscita.

Karen: Noi ci caleremo dunque.

9.

I tunnel erano tranquilli, nessun intralcio. Poi delle scalette ed uscirono da un tombino. Dietro di loro una vasta zona rossastra in lontananza, radioattiva. La cittadina era abbandonata da anni. L’enorme biblioteca era marrone chiaro. Entrarono e dei rumori attirarono la loro attenzione. Creature arancioni dai lineamenti deformi, umani oramai senza capacità di ragionamento. Mia e Gerard estrassero le armi.

Karen: Vieni con me!

10.

Deglutì allontanandosi attraverso gli scaffali. I due compagni tenevano a bada i mutanti. Osservò Karen prendere dei fascicoli da una parete.

Karen: Solo tu puoi leggerli probabilmente…

Erano simboli strani. Qualcosa tuttavia le entrò come in testa. Comprese di essere una NewNewGen, primo reale esperimento del padre. Creata per qualche fine nascosto, un piano nel caso il Reset fosse fallito. Vide circuiti e algoritmi. La Grande Madre, primo essere artificiale, immortale. Per lei fu oscurato il mondo, vide suo padre. Lui causò il blackout globale per fermare la Grande Madre e poi venne la prima NewNewGen. Lei nacque e crebbe per essere il bottone che avrebbe disattivato la Grande Madre.

In lontananza gli spari contro i mutanti.

Karen: Allora? Qual’è il primo grande segreto della guerra della conoscenza?

Continua.

Serie: Pedrapolis 2218 #2STAGIONE


Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Narrativa, Sci-Fi

Letture correlate

Discussioni