Lo strano colpo di stato

Scacciò via le mosche e poi prese appunti sul block notes.

Detestava il Guardian per averlo mandato lì, nel Buganda. Non potevano farlo diventare corrispondente da New York, da Mosca, da Parigi se non Roma? No, invece, il Regno del Buganda…

Continuò a prendere appunti, poi finì, solo che il suo lavoro non era terminato, doveva scrivere l’articolo alla macchina.

In quell’ufficio stampa a Kampala, scacciò altre mosche e si sedette alla scrivania. Iniziò a battere i tasti.

Nella data odierna del 7 agosto 1963, un’unità cerimoniale del Regno di Buganda ha tentato di fare un colpo di stato.

Il maggiore Nkwaero, scontento per la paga che non gli permette di comprarsi una cadillac, ha messo in stato di agitazione le sue truppe e dopo aver raccolto alcune decine di facinorosi ha marciato sul Palazzo Reale.

Drappelli di guardie leali al re, vedendo la malaparata, sono scappati e hanno lasciato il regnante in balia dei rivoltosi i quali agitavano un cappio: volevano usarlo per impiccare il capo del Buganda.

Sarebbe finito tutto male se non fosse stato che un reggimento kikuyu fedele a Sua Maestà la regina Elisabetta II è intervenuto. Coordinato da ufficiali scozzesi, le truppe britanniche hanno contrastato la piccola rivolta e scacciato i soldati dell’unità cerimoniale comandata dal maggiore Nkwaero.

Alla fine, resta solo il fatto che le unità cerimoniali di tutto il mondo sono costituite da soldati di bella presenza, con belle uniformi e armi dall’aspetto temibile, solo che non essendo abbastanza addestrate alla guerra al primo anelito di scontro non sono capaci di combattere.

Il battaglione del maggiore Nkwaero non era diverso.

Al momento, il Buganda è tranquillo e il maggiore Nkwaero è appeso al ramo di un baobab.

Il re di Buganda ringrazia il Regno Unito e promette nuove risorse naturali da inviare al nostro paese.

Da Kampala, Joseph Mallory

Scacciò altre mosche. Il suo lavoro era finito. Ma perché non veniva inviato in una qualche capitale del mondo più importante di Kampala? Doveva arrangiarsi e attendere tempi migliori.

Avete messo Mi Piace3 apprezzamentiPubblicato in Narrativa

Letture correlate

Discussioni

    1. Ti ringrazio David 🙂 Ci ho messo la mia esperienza di articolista oltre che la passione per la geopolitica