È magia!

11 dicembre 2017

Mia moglie è morta partorendola. Pensavamo tutti che la creaturina, nata prematura e rinsecchita come un rametto, avrebbe seguito la sorte della madre. L’hanno trattenuta in ospedale per troppe settimane nella speranza che si riprendesse. Io cercavo di lavorare al meglio delle mie possibilità; la folla di persone che desiderava il mio succulento posto e […]

L’uomo del treno

7 dicembre 2017

Episodio 1 della serie: Cecilia

Cecilia aveva sentito dire che nel cuore della città i treni fossero diversi. Nel triste sobborgo dove bazzicava, nulla sarebbe mai stato davvero entusiasmante come nel centro della metropoli. In periferia, locomotive scassate trainavano vagoni desueti, imputriditi dal tempo; le carcasse metalliche facevano da sfondo a murales intricati e mistici, nei quali le bande e […]

Il giorno del Signore

3 dicembre 2017

Giusto la mattina della domenica, di ogni domenica, è doveroso precisare, la dimora si fa silente. È muta: dalla stanza più nobile e magnifica, alla più sudicia della servitù. E non v’è luogo, inutile cercarlo, dove si possa udire anche un minimo suono. Fuori, gli alberi si azzuffano, provocati dal vento che come un bimbo […]

Porpora, ma non troppo, solo rosso

20 novembre 2017

Anniversario. Lei s’aspettava una cena, magari sul lago; certo, se lui si fosse anche proposto non sarebbe stato male. L’avrebbe avuta la forza di dirgli di sì? Da qualche parte, in un cassettino, sulla mensola: c’era. Lei lo attendeva ansiosa, già vestita con un lungo abito da sera porpora, ma nemmeno troppo, giusto rosso, più […]

Gardenia

31 ottobre 2017

Che odore avevano le gardenie, lì, vicino al laghetto? Fuori dalla finestra, sempre lo stesso giardino: maestoso, bellissimo, coi suoi dettagli irripetibili. Gli occhi faticavano grandemente, trovavano difficilissimo trascurarne la delicatezza! Il tocco leggiadro del sole, come l’infante smanioso di tastare ogni cosa, veniva seguito dalla carezza della madre luna, intenta invece a rimetter tutto […]

Una foto al mattino

25 ottobre 2017

Al tempo non lo sapevo. Come potevo? Stavo per scrivere l’articolo che mi avrebbe cambiato la vita! Mi avrebbe portato a diventare caporedattore del giornale. Magia, giusto? Quasi. La magia la immaginavo benevola, fruttuosa e sempre al servizio di chi la padroneggia. Difatti lo è stata, per carità, ma ho pagato un prezzo; piccolo, minuto, […]

Il ginocchio

21 ottobre 2017

Alanna ed Ellen sono due bambine. Le definiremmo intelligenti e sveglie, secondo gli standard di giudizio riservati ai più piccini, ma non so quanto tale metro si applichi in questo caso; oserei dire che sono più perspicaci di molti adulti, le cui menti sono purtroppo annebbiate da virus quali società, buon costume e simili limitazioni. […]

La piccola musa

2 ottobre 2017

Guardo la pagina. Bianca, pulita, immacolata. Penna alla mano destra e sigaretta alla sinistra. Devo scrivere qualcosa per domani: una storia, un racconto, qualche idiozia. Mi sono guadagnato la rubrica “Pensieri di un autore” sul giornale locale col sudore e il sangue, ma ora non so più che dire. Mi servono idee, sprazzi di pensieri […]

Il quaderno rosa

21 settembre 2017

Sette novembre duemilatredici. Cécile, oggi è un giorno molto brutto per me. Scusa. Diciassette novembre duemilatredici. Ciao, Cécile. Oggi sto meglio e posso raccontarti qualcosa. Giovedì scorso è morta la mamma, sono stata molto male. So di non aver scritto per un po’, ma puoi perdonarmi? Ho avuto la febbre e papà dice che è perché […]

Zanzara

8 settembre 2017

Kan è una zanzara. Ora, dico io, a chi potrebbe interessare una storia che parla di una zanzara? Sono creature odiose, tormentatrici e instancabili guastafeste. Ronzano e svolazzano e si presentano sulla tua pelle sempre quando hai le mani occupate! Mi verrebbe da dire che sono l’unica cosa che nessuno ha rimorso d’uccidere, nemmeno il […]

Lavaggio veloce

30 agosto 2017

La macchina ruotava: l’invenzione ultima, finale, perfetta. Un oblò frontale, uno specchio traslucido su un mondo di bollicine, colori, acqua e limpidezza. E il corpo, poi: un cubo dalle dimensioni precise e mai grottesche, ben meditate, dalla pelle liscia e candida.       «Oh, sveglia! Io sarei qua…»       L’uomo distolse lo […]

Rimpianti

23 agosto 2017

Stamattina mi sono alzato presto. Vado in bagno: nello specchio la faccia di un uomo invecchiato a suon di disgrazie e malignità del fato. Una faccia ricoperta di peli bianchicci e ispidi, occhiaie e rughe e imperfezioni. Non voglio guardarmi a lungo neppure oggi; schivo le mie stesse occhiate e poi scorgo la fede nuziale […]

Ombrello

12 agosto 2017

Piove ormai da settimane. Non me ne sorprendo più, in genere non mi coglie mai impreparata. In genere. Solo che stamattina sono uscita da casa con ancora il boccone di pane da masticare e lo zaino che quasi mi cadeva dalle spalle; avrei anche dimenticato la giacca se mia madre non me l’avesse lanciata addosso. […]

Il mio ultimo desiderio

6 agosto 2017

La figlia di un’amica di mia madre fa il compleanno e io mi ritrovo qui incatenata: tutti agghindati, tutti gentili, tutti brillanti. Il ristorante è stato prenotato interamente, i tavoli ben disposti per un buffet infinito composto di tartine, bruschette, piccoli assaggini e tante altre delizie: del cibo non posso lamentarmi. Della sala, che dire: […]

Non idonea

29 luglio 2017

Ufficio statale. Là, buttato in mezzo alla strada tra due palazzi del secolo passato e qualche alberello stuprato da giardinieri orbi d’arte. La porta scorrevole a vetri si aprì e lasciò passare una quarantina di donne di ogni età. C’erano ragazze, scolarette con ancora lo zaino in spalla, vecchie, giovani, di mezzo e di lato: […]

Olivo gentile
L’ulivo solitario

23 luglio 2017

Ci siamo andati solo una volta. A fare cosa? Io a bearmi del nostro amore, a stringere in una mano l’erbetta umida e nell’altra la sua. Ci siamo andati per amarci, timidi e inconsapevoli. Avevamo messo le scarpe nella mia borsa e camminato a piedi nudi sul prato. Ci si arrivava attraverso una viuzza sterrata, […]

Cipolle

19 luglio 2017

      «Aò…»Il giovanotto arriva sul tetto. È buio. C’è freddo e quasi nevica. Tira su col naso e si asciuga quei due, tre litri di muco con un fazzoletto.      «Eh, che vuoi?» risponde alla radio. «Io sono qua, tu dov’è che sei rimasto?»      «In tangenziale, mannaggia al mondo!»    […]

Memorie di un uomo senza passato

11 luglio 2017

A volte pensi di stare solo dormendo, di passeggiare tra i sogni e gli incubi del giorno trascorso. A volte capisci chiaramente di essere sveglio; eppure un’insolita foschia ricopre tutto ciò che i sensi percepiscono, dandoti sensazioni contrastanti. E allora ti chiedi, per esempio, come sono arrivato qui? Come mai faccio cose che mi duole […]

Giovanni Attanasio

Foto del profilo di Giovanni Attanasio

@giovanniattas

attivo 11 ore, 37 minuti fa
scrittore