Una figura tenebrosa

Serie: Agente Drago Rosso

“Chi sei?”

“Non c’è tempo per le spiegazioni! Fai quello che ti dico se vuoi sopravvivere. La metro sta per deragliare. Dopo che il treno ha sbandato, con il martello che si trova nella cassetta antincendio rompi il vetro e esci fuori di lì. Corri seguendo i binari per cento metri circa, ad un tratto c’è una biforcazione, vai verso sinistra e dopo, sulla tua destra, entra in una galleria. Segui i binari fino a quando non vedi l’uscita. In bocca al lupo.”

La telefonata s’interrompe. Raimondo sente un fortissimo fischio. Il vagone sbanda, ma s’aggrappa ad un manubrio per il sostegno dei passeggeri roteando attorno al palo e poi cadendo per terra. Impreca. Nel vagone c’è un po di fuliggine. Prende il battente dal box anti incendio e da un colpo secco al finestrino: esce da lì in maniera goffa attraverso l’apertura che ha creato. È scosso. Segue le istruzioni che gli sono state date. Quando è fuori sente delle persone che dicono: “dovrebbe essere da queste parti”. Vede le luci che emettono delle torce. Si nasconde dietro un muretto. Alle sue orecchie giunge un suono sgradevole: lo squittio d’un topo. È visibilmente disgustato. Quando non sente più le voci degli uomini che lo stanno cercando prosegue a camminare sui binari con andatura sostenuta. È di fronte al bivio: procede e alla fine entra nel tunnel. Cammina per qualche minuto e finalmente vede una luce. Dopo poco è fuori di lì. Tira un sospiro di sollievo.

“Uaooo! Uff! Ce l’ho fatta”.

Proprio mentre si sta rilassando viene colpito da un proiettile narcotizzante sulla gola: sotto l’orecchio. Sviene. Quando riapre gli occhi è seduto su una poltrona in una stanza completamente bianca.. D’avanti a lui c’è un uomo con il volto coperto vestito di scuro: una figura tenebrosa.

“Ben tornato a casa agente Drago Rosso: ti stavo aspettando.”

Raimondo è sbalordito. Le labbra sono leggermente aperte: sul suo viso è stampata un’espressione incredula e un pò ebete.

“Ci dobbiamo fare una chiacchierata e purtroppo non sarà piacevole per te.”

Serie: Agente Drago Rosso
  • Episodio 1: Dormire in metro
  • Episodio 2: Una figura tenebrosa
  • Episodio 3: Tatuaggio
  • Episodio 4: Attila Lo Zingaro
  • Avete messo Mi Piace2 apprezzamentiPubblicato in Narrativa

    Letture correlate

    Discussioni

    1. Ciao Raffaele, ottimo la scelta del presente nella narrazione di modo che anche il lettore si trova a seguire gli eventi, in balia di un destino che non riesce bene a capire dove lo porterà.
      Tutto ciò rende il brano adrenalinico e lascia la voglia di saperne di più.
      Alla prossima puntata

      1. Solitamente scrivo sempre utilizzando il modo presente: per tante ragioni, che non sto qui ad elencare, lo preferisco.
        Grazie per le segnalazioni: gentilissimo.

    2. Ciao Raffaele, ottimo, tutto scorre con grande dinamicità e il racconto riesce a trasmettere tutta la tensione necessaria grazie al buon ritmo, serrato e scorrevole degno di un buon thriller. Ottimo il finale anche qui, in grado di legarsi alla mia immediata curiosità… Ne voglio sapere di più sul nostro agente segreto, al più presto! Una bella serie thriller come non mi capitava da tempo😊😊

      1. Non puoi capire quanto mi gratificano le tue parole.
        Quanto prima cercherò di mettere le prossime due puntate. Purtroppo sto procedendo con lentezza perché è la prima volta che mi cimento in una spy story..
        Grazie per esserci.

    3. Ciao Raffaele. Condivido il parere di Giuseppe in questa serie la brevità dell’episodio ha il suo perché. Carica di adrenalina e di aspettativa. La mia mente è già partita nell’immaginare gli possibili sviluppi, abbracciando anche la tesi dell’amnesia indotta. Aspetto i prossimi episodi!

      1. In effetti “l’amnesia indotta” era uno dei probabili sviluppi: mi ero anche appuntato una breve scaletta per il prossimo episodio, ma ho preferito optare per un’altra evoluzione della storia.
        Ti ringrazio tanto per il tuo prezioso supporto.

    4. Altro episodio che si legge, e si deve leggere, tutto d’un fiato! Non tanto per la brevità del testo, ma per il tipo di narrazione: dinamismo e fluidità nell’azione, dialoghi compresi. Ottimo capitolo, ma pretendo subito il seguito! 😊

      1. Ti ringrazio tanto per aver dedicato un pò del tuo tempo nel leggere questa storia che oramai sta diventando un “work in progress”. Avrei anche messo subito il prossimo episodio, però causa un incidente di percorso sto praticamente riscrivendo da capo la terza e quarta puntata. Cercherò di sbrigarmi.