IL PESO DEI PENSIERI 

Leggera come una piuma, delicata nei movimenti come il battito d’ali di una farfalla, cantava davanti alla folla che non la smetteva di urlare il…

2020

Premetto che non sono una che scrive molto di sé sui social, chi mi conosce lo sa. Quest’anno però ne sento davvero il bisogno. Come…

La vecchietta

Ep. 7 della Serie: Pane e sabbia

Quando mia zia è via per lavoro e non posso utilizzare la sua Panda, l’unica soluzione che mi rimane per muovermi in autonomia è prendere…

Quarantena

Ep. 1 della Serie: Cronache di quarantena

Sono violoncellista, quindi musicista, dovrei essere artista per alcuni. Coltivo negli ultimi anni una vita da freelancer, aspetto di essere chiamata da orchestre e gruppi…

Liquidando l’amore

Passeggiavo senza grande entusiasmo tra le bancarelle di un mercatino ecosostenibile della mia città, quando mi fermai davanti ad uno scaffale di libri che supplicavano…

Al supermercato

Ep. 2 della Serie: Cronache di quarantena

“Domani sarà il grande giorno” mi dico, mentre sono le due e ancora non riesco a prendere sonno, cerco di fare un pò di yoga,…

Buona Pasqua

Ep. 3 della Serie: Cronache di quarantena

Esco. Non c’è nessuno in giro. Scendo le scale della strada dei tè e faccio un salto nel passato ricordandola affollata di gente. Mi sorprendo…

Morte

Ep. 1 della Serie: Riflessioni

Penso che la morte sia uno degli argomenti che più tendiamo ad evitare nella vita di tutti i giorni. Il fatto è che questa attira…

Passeggiata

«…non puoi capire! Le città sono un qualcosa di stupendo: luoghi in cui generazioni e generazioni vivono e si susseguono, sempre lì, sempre su quel…

Sul lavoro

Un problema che affligge tutti, quindi un problema del cazzo perché non siamo ancora riusciti in 2000 anni a risolverlo. Credo che il fatto di…

Pensieri a colori

Ep. 5 della Serie: L'angolo di Sandra

(rosso) Brutto stronzo fetente, sei un essere inutile, viscido, hai fatto il carino con me per cosa? Perché ti facevo pena? Behhh pena mi fai…

La Venticinquesima Ora

La fredda luce della tv era l’unica che illuminava il corpo nudo di Giorgio sdraiato sul letto disfatto. Vanessa se ne era appena andata portandosi…