PAGINA DI DIARIO – MARTEDI’ NOTTE DUE NOVEMBRE 2021. Corsica

Serie: OK, HO DECISO DI RACCONTARMI IN UN DIARIO


Ciao caro diario, scusa ma non ho molto tempo per te.

Non ho il mio PC ma quello di una amica di Benedetta di cui siamo ospiti.

Una villa a Cala di Sogno.

Di Sogno anche la casa.

La abbiamo conosciuta in una spa a Porto Vecchio. ….O meglio, l’ha conosciuta Betta.

E’ un avvocato Francese, e sai diario come è strana la vita …lei ci aiuterà in una cosa fantastica, fantastica, fantastica.

Caro diario

oggi Benedetta mi ha chiesto di sposarla.

Sono letteralmente impazzita.

Ho il cuore completamente spastico.

Gli occhi esplosi come quelli di Brigitte.

Il cranio prima completamente svuotato e poi riempito di fuochi esplosivi dai mille colori.

Per questo invece di parole ti racconto con delle immagini opera della compagna di Brigitte che forse è fotografa o qualche cosa del genere. Bò. Ci se frega.

Noi due credo poco prima della proposta.                Forse per il buco nel cranio Betta è più freddolosa di me, ma oggi faceva abbastanza freddino.

Nella Spa tra piscina e sauna con Brigitte DeLannoy.

Ciao Diario.

Un messaggio dice che devo scrivere 400 parole.

Eccole.

Benedetta ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo.

Betta sei tutto per me, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo.

Benedetta non riesco a dire quanto ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo.

Io ti amo ora come forse nessuno ti ha mai amato. 

Ma anche se l’amore un giorno finirà io sarò comunque tua per sempre, sempre, sempre.

Serie: OK, HO DECISO DI RACCONTARMI IN UN DIARIO


Avete messo Mi Piace1 apprezzamentoPubblicato in Narrativa

Letture correlate

Discussioni

  1. Caro diario,

    oggi ho letto il diario di un’altra. Mi ci sono ficcata dentro mani-testa-piedi-pancia perché un po’ mi ricordava te. Un altro po’ perché era strepitoso leggerla.
    E commovente. E crudo. Sono una sua fan così tanto che ho voluto anch’io far parte del cast come comparsa. E per farlo le ho lasciato un commento.

  2. Questo tuo tipo di storytelling, di narratività, è una “strana bellezza”. Personalmente non l’ho mai letto altrove, ma l’ho trovato nella musica di Daniel Johnston. È stato definito “il più grande outsider dell’ultima scuola di cantautori americani”. È impossibile discutere di Daniel Johnston senza toccare il suo disturbo bipolare, che lo ha intriso di grande disagio emotivo e con episodi maniacali che lo hanno fatto comportare in modo irregolare e creare in modo incredibilmente prolifico. Ha anche continuato a scrivere canzoni mentre era istituzionalizzato, inclusa un’ode particolarmente memorabile a Mountain Dew.

    1. Ciao David, sempre pieno di curiosità e citazioni, grazie per questa chicca, me lo vado a cercare 😉