Risposte

Serie: Terrore sotto terra #2STAGIONE


1.

I suoi fedeli veneravano le sue stesse parole. Il prato era di un verde luminoso.

Dave: Gregoir è stato legato. Probabilmente giunge per mano del demonio per porvi in tentazione eppure ciò non mi scalfisce. Fin dai primi anni di vita ho sempre sentito una felicità estasiante udendo le parole in chiesa. Mi sono sempre domandato se fossi destinato a farmi portavoce del Signore. Poi è venuto il rapimento e piano piano ho compreso. Siamo stati sottoterra fin’ora per un motivo ovvero l’espiazione. Adesso mi sento così vivo in superficie, rinato addirittura. Questo deve essere per forza il volere dell’altissimo. Siamo al sicuro, lontani dalla perdizione della società moderna e non si scorgono i nostri rapitori. Evidentemente perché in realtà non vi sono. Questo splendido verde deve essere per forza il paradiso.

2.

L’IA terminò di parlare. Jack era accanto a lui.

Mark: Perciò è così che stanno le cose, sei stata rubata da Sam.

Isedalh: Dovete fermarlo, distruggete il Centro dal quale mi controlla.

Mark: Siamo solo in due.

Jack: Ma ho avuto modo di osservare gli uomini di Sam. Nessuno è abituato a tenere in mano una pistola, oltretutto saranno al massimo una ventina.

3.

Li sentì litigare.

Amy: Bisogna liberarlo. A quest’ora sarebbero venuti in suo soccorso se fosse stato una spia.

Hubert, Armando e Chris non erano d’accordo. Alzavano costantemente la voce.

Desmond: Smettetela! Tutti! Io vorrei solo sapere chi sono e come uscire da questo posto!

La voce tornò.

Isedalh: Il mio creatore nonché socio fondatore della GohokceTec e direttore del Progetto, almeno finché Sam non ha iniziato a controllarmi. Il tuo progetto riguardava studi comportamentali ma lui ha altri piani e così ha iniziato a rapire le persone. Riguardo l’uscita…

Videro una parete sollevarsi. Un lunghissimo corridoio si estendeva.

Isedalh: Al termine vi è una stanza contenente un PC, in esso vi sono le istruzioni per uscire.

4.

L’IA bloccò le telecamere. I due presero delle armi seguendo le istruzioni di Isedalh. Videro gli uomini emergere dalle tende. I due si fecero strada senza difficoltà fino ad una tenda più grande delle altre.

Vi era una botola. Videro in lontananza Paul, Delta, Omega e Gamma.

Jack: Loro potrebbero essere un problema. Caliamoci e sbarriamo l’entrata in qualche modo.

5.

Sentì la corda stringerle i polsi. Emily aveva accanto Gregoir e Liz, le due erano appena arrivate in superficie.

Dave continuava con i comizi.

Nel frattempo nel sottosuolo, il gruppo aveva raggiunto la stanza.

Desmond parlando con l’IA aveva fatto in modo di mostrare a tutti la mappa.

Hubert: È possibile attivare le due uscire a distanza.

Armando: Facciamolo subito!

In superficie il terreno sembrò tremare. In lontananza s’intravide una parte della caldera tremare ed oltre le piante un colore emergere.

Emily: Si vede il cielo, quella è un uscita!

Dave: Preparate la dinamite! La richiuderemo prima che la perdizione della società ci raggiunga!

Emily: No!

Si alzò in piedi ma venne spinta. Sbatté la guancia sul terreno. Lo sentì leggerissimo e sbiancò.

Emily: Quest’odore. – si volse verso Liz e Gregoir – L’erba non è naturale e produce una strana sostanza. Forse non c’è nulla di “normale”.

Dave: Siamo in paradiso.

Emily: No, – deglutì – siamo in un esperimento. Tutto probabilmente è già stato calcolato.

6.

Il cunicolo scendeva per diversi metri. Jack e Mark si trovarono in un corridoio grigio e luminoso. In fondo una porta nera. Timorosi la sfondarono puntando le armi in avanti.

Alan: Ben arrivati.

La stanza era circolare e bianca. Enormi computer erano collegati fra di loro.

Sam: Voi non capite l’importanza della GohokceTec! Io invece ne ho capite le potenzialità!

Alan: Mi spiace ma ha ragione. L’ho seguito perché mi aveva promesso l’uscita e molto altro tuttavia poi ho compreso.

Li videro sollevare le armi e loro fecero lo stesso.

7.

Furono portati dinanzi la desiderata uscita. Si vedeva il cielo ed in lontananza il mare.

Prima vi erano alberi ed alcune case.

Emily: Come vorresti utilizzare la dinamite? Non puoi chiuderla facendo saltare in aria tutto.

Dave: Saremo noi a esplodere mentre dall’alto giudichiamo la corruzione.

Il terreno tremò nuovamente. La ragazza vide la caldera tremare.

Emily: Si sta richiudendo!

Liz: Dobbiamo uscire!

Dave: No! Noi ascenderemo al cielo!

Gregoir si alzò in piedi gettandosi su Dave. I due caddero a terra accanto alla dinamite. Dave sbatté il naso sanguinando.

Liz: Vedete? Sanguina! Dovete fuggire!

In molti tentarono di correre verso l’uscita ma alcuni si opponevano.

Dave estrasse un accendino. Liz ed Emily seppur legate riuscirono a lanciarsi sui nemici. Videro tutti gli altri raggiungere in tempo l’uscita e varcarla.

Individuo: Li avete portati via dalla salvezza! Non meritate di trascendere con noi!

Raggiunsero Dave intento a tenere bloccato Gregoir.

Emily: L’uscita si è chiusa ma loro sono salvi almeno.

Dave: Gregoir verrà con noi! Controllerò personalmente che finisca dal maligno!

Emily: No!

Accese l’accendino lanciandolo sulla dinamite.

8.

Ripose la pistola. Mark si sedette sanguinante accanto i PC. Sam e Jack erano a terra deceduti, l’altro sputava sangue con un polmone perforato.

Alan: Tu… Tu… – tossì – non ti rendi conto… Lei è viva… Occorrono persone per tenerla occupata qua dentro…

Lo vide cessare di esistere. Supponendo fossero i deliri di un folle, Mark mise la chiavetta consegnatagli da Isedalh nel PC centrale. Il Centro collassò e l’IA venne liberata.

9.

Lo videro cadere a terra.

Amy: No! Cosa succede? Riprenditi!

Schiaffeggiò l’amico. Lo rivide rinvenire.

Desmond: Ho qualcosa nel cervello, ho inserito un chip ed ora di è attivato. Ricordo bene.

Armando: Cosa?

Chris: Dobbiamo preoccuparci?

Desmond: Isedalh mi è sfuggita ed ha iniziato a creare natura sintetica. Odori particolari che entrano nella mente e piano piano ti controllano. Vuole rendere il pianeta Terra pacifico controllando tutti.

10.

Zoppicarono ferite fino al sottosuolo.

Liz: Dobbiamo stare al sicuro dall’esterno e quella strana sostanza.

Emily: Mi spiace per Gregoir.

Sentirono dei passi.

Gamma, Omega e Delta era dietro l’uomo.

Paul: Sole e senza energie per resistere.

Passarono le ore. Videro Mark emergere da un corridoio sanguinante ed anche lui venne semplicemente fatto sedere accanto a loro.

Provavano a parlare ma i quattro non rispondevano, in compenso li nutrivano. Poi improvvisamente dei passi.

Amy, Hubert, Chris ed Armando erano bianchi cadaverici.

Paul sollevò le armi.

Desmond: Riponile. L’operazione è saltata, ho riavuto la memoria e Isedalh si aggira per questa caldera.

Amy: Loro erano…

Desmond: Sotto copertura come Mark, io stesso li ho assunti.

Armando: Abbiamo aperto le due uscite ma la liberazione di Isedalh ha riattivato le chiusure d’emergenza.

Desmond: Dobbiamo disattivare Isedalh innanzitutto.

Serie: Terrore sotto terra #2STAGIONE


Ti piace0 apprezzamentiPubblicato in Horror

Letture correlate

Discussioni